János Vitéz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
János Vitéz
cardinale di Santa Romana Chiesa
Portrait de János Vitéz. Frontispice d'un manuscrit (Plaute, Comédies).jpg
COA archbishop HU Vitez Ivan.png
Nato 1408, Zredna
Nominato vescovo 4 giugno 1445
Elevato arcivescovo 11 maggio 1465
Creato cardinale 1471 da papa Paolo II
Deceduto 11 agosto 1472, Esztergom

János Vitéz di Zredna (Zredna, 1408Esztergom, 11 agosto 1472) è stato un arcivescovo cattolico, umanista e cardinale ungherese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Precettore di László Hunyadi, fu notaio regio dal 1443 e vescovo di Gran Varadino dei Latini nel 1445. Dopo l'elezione a re di Mattia Corvino ne divenne cancelliere.

Nominato nel 1465 arcivescovo di Strigonio, vi fondò una grande biblioteca.

Fu zio dell'umanista Janus Pannonius.[1]

Papa Paolo II lo aveva creato cardinale in pectore in un concistoro segreto avvenuto all'inizio del 1471 insieme ad altri tre vescovi, ma la morte del Pontefice sopraggiunse il 26 luglio dello stesso anno, e non ebbe il tempo di pubblicare i porporati.

Morì cardinale nel 1472[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giuseppe (József) Huszti, GIANO Pannonio, Enciclopedia Italiana (1932), Istituto dell'Enciclopedia italiana Treccani
  2. ^ Gyula Miskolczy, VITEZ, János, Enciclopedia Italiana (1937)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie