Ivy Compton-Burnett

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Ivy Compton-Burnett (Pinner, 5 giugno 1884Londra, 27 agosto 1969) è stata una scrittrice britannica.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Scrisse venti romanzi, tutti pubblicati con il nome di I. Compton-Burnett.

Il suo corso di formazione culturale comprese inizialmente studi privati e successivamente la frequentazione dell'Holloway College londinese.

Dopo essersi occupata di letteratura greca, pubblicò il suo romanzo di esordio, intitolato Dolores nel 1911, che fu seguito da un lungo periodo di studi e di ripensamenti.[1]

Solamente nel 1925 l'autrice terminò la sua seconda fatica letteraria, Pastors and Masters, ("Padroni e maestri"), ambientato in una scuola privata e stilisticamente già indicante le caratteristiche peculiari della Compton-Burnett.

Il successo lo raggiunse quattro anni dopo con Brothers and Sisters ("Fratelli e sorelle"), nel quale furono ancor meglio delineati la tecnica e l'atmosfera graditi all'autrice. Se l'ambientazione tipica dei romanzi dell'autrice fu quello della provincia, i temi ricorrenti presenti nelle opere principali furono il dispotismo familiare e l'incesto, immersi in una atmosfera tragicomica.

Le opere seguenti proposero varianti sui temi preferiti dalla Compton-Burnett, vista l'alternanza del ruolo di tiranno domestico affibbiato sia al padre sia alla madre.

Nel 1955, vinse il James Tait Black Memorial Prize per il suo romanzo Mother and Son. Nel 1967, venne insignita del titolo di Dama di Commenda dell'Impero Britannico.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Dolores (1911)
  • Pastors and Masters, 1925 (Padroni e Maestri, trad. di Nicoletta Rosati Bizzotti, La Tartaruga, Milano 1992)
  • Brothers and Sisters, 1929 (Fratelli e sorelle, trad. di Argia Micchettoni, Garzanti, Milano 1963, 1975, 1982, 2010)
  • Men and Wives (1931)
  • More Women Than Men, 1933 (Più donne che uomini, trad. di Orsola Nemi e Henry Furst, Longanesi, Milano 1950, 1974, 1979; Guanda, Parma 1994)
  • A House and Its Head (1935)
  • Daughters and Sons (1937)
  • A Family and a Fortune, 1939 (Una famiglia e una eredità, trad. di Nicoletta Rosati, La Tartaruga, Milano 1987)
  • Parents and Children, 1941 (Genitori e figli, trad. di Ida Levi, La Tartaruga, Milano 1977)
  • Elders and Betters (1944)
  • Manservant and Maidservant, 1947 (Servo e serva, trad. di Floriana Bossi, Einaudi, Torino, 1972, 1981)
  • Two Worlds and Their Ways (1949)
  • Darkness and Day, 1951 (Il buio e la luce, trad. di Alfredo Tutino, La Tartaruga, Milano 1996)
  • The Present and the Past, 1953 (Il presente e il passato, trad. di Bruno Fonzi e Camillo Pennati, Einaudi, Torino, 1980)
  • Mother and Son, 1955 (Madre e figlio, trad. di Adriana Motti, Einaudi, Torino 1965, 1981; Mondadori, Milano 1973; Fabbri, Milano 2004)
  • A Father and His Fate (1957)
  • A Heritage and Its History, 1959 (Un'eredità e la sua storia, trad. di Elena De Angeli, Adelphi, Milano 1999, 2001)
  • The Mighty and Their Fall,1961 (I grandi e la loro rovina, trad. di V. Gentili, Garzanti, Milano 1961, 1965)
  • A God and His Gifts, 1963 (Un dio e i suoi doni, trad. di Adriana Motti, Einaudi, Torino 1966, 1981; Mondadori, Milano 1972)
  • The Last and the First (1971) (pubblicato postumo)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Le muse, De Agostini, Novara, Vol.III, pag.410

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Cristina Bolzani, Tè e Tao con Ivy Compton-Burnett, Lampi di Stampa, 2009

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN95173705 · LCCN: (ENn50030036 · ISNI: (EN0000 0001 2144 1583 · GND: (DE118676709 · BNF: (FRcb118974788 (data) · NLA: (EN35521542