Ivo Lola Ribar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Ivan Ribar "Ivo Lola" (Zagabria, 23 aprile 1916Glamocko Polje in Bosnia & Herzegovina, 27 novembre 1943) è stato un politico jugoslavo. [1][2], che si guadagnò lo status di eroe nazionale grazie al suo contributo alla lotta al fascismo. Egli era il figlio maggiore di Ivan Ribar e fratello maggiore di un altro eroe partigiano: Jurica Ribar.[3]. Le sue spoglie sono sepolte nel Parco Kalemegdan a Belgrado (Serbia), insieme ad altri eroi della resistenza contro il nazifascismo.

Inoltre, la sua fidanzata, Sloboda Trajković, che era anche lei nel movimento rivoluzionario fu imprigionata e gasata a morte nel Campo di concentramento di Banjica dopo essersi rifiutata di scrivere una lettera nella quale lo convinceva a rinunciare alla sua posizione quando la sua lettera a lei diretta fu intercettata.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ NARODNI HEROJI JUGOSLAVIJE - Ribar Ivana Ivo Lola
  2. ^ facts about Ivo Lola Ribar - Evi
  3. ^ About: Ivo Lola Ribar

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN5857877
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie