Ivar Kreuger

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Kreuger nel 1920

Ivar Kreuger (Kalmar, 2 marzo 1880Parigi, 12 marzo 1932) è stato un imprenditore e ingegnere svedese.

Grazie all'uso investimenti aggressivi e strumenti finanziari innovativi, tra le due guerre mondiali ha negoziato il monopolio del commercio di fiammiferi con i governi molti Stati europei e dell'America Latina in cambio di prestiti, arrivando a controllarne i tre quarti della produzione mondiale. Per questo, venne soprannominato "il re dei fiammiferi".[1]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Infanzia[modifica | modifica wikitesto]

Ivar Kreuger nacque il 2 marzo 1880 a Kalmar, primogenito di 6 tra fratelli e sorelle di Ernst August Kreuger (1852–1946), imprenditore nel settore fiammiferi e Jenny Emelie Kreuger (1856–1949). All'età di 16 anni, Kreuger si iscrive all'istituto reale di tecnologia di Stoccolma, dove conseguirà la lurea in ingegneria meccanica e civile quattro anni dopo, a 20 anni[2].

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

La parabola di Ivar Kreuger viene accennata nel discorso "Che cosa chiedere alla storia?", pronunciato nel 1937 a Parigi da Marc Bloch. In questo intervento, lo storico francese evidenzia come la vicenda di Kreuger sia paragonabile alla sorte della famiglia di banchieri fiorentina dei Bardi nel XIV secolo e delle famiglie Welser e Fugger nel XVI secolo[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Kreuger Genius And Swindler di Robert Shaplen (Alfred A. Knopf Inc. New York; 1960, p.9)
  2. ^ Ivar Kreuger - Svenskt Biografiskt Lexikon, su sok.riksarkivet.se. URL consultato il 28 maggio 2020.
  3. ^ Grado Giovanni Merlo e Francesco Mores, Che cosa chiedere alla storia?, in etcetera, Roma, Castelvecchi, 2014, ISBN 9788868262440.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]