Ivano Dionigi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ivano Dionigi
Ivano Dionigi 2016.jpg

Presidente della Pontificia Accademia di Latinità
In carica
Inizio mandato 10 novembre 2012
Predecessore carica creata

Rettore della Alma Mater Studiorum
Università di Bologna
Durata mandato 1º novembre 2009 –
31 ottobre 2015
Predecessore Pier Ugo Calzolari
Successore Francesco Ubertini

Dati generali
Università Alma Mater Studiorum - Università di Bologna
Professione latinista

Ivano Dionigi (Pesaro, 20 febbraio 1948) è un latinista italiano.

Professore ordinario di letteratura latina, è stato Magnifico Rettore dell'Alma Mater Studiorum - Università di Bologna dal 2009 al 2015; è membro dell'Accademia delle Scienze di Bologna e del Centro Studi Ciceroniani. Il 10 novembre 2012 viene nominato da Benedetto XVI presidente della neonata Pontificia Accademia di Latinità[1].

Studi e carriera accademica[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver conseguito il diploma presso il liceo classico "Terenzio Mamiani" di Pesaro, si laurea in lettere classiche presso l'Università di Bologna.

Presso la medesima Università si forma come Ricercatore e come Docente, fino a diventare nel 1990 Ordinario di Letteratura Latina presso l'Università Ca' Foscari di Venezia; dal 1º novembre 1997, succede al celeberrimo Alfonso Traina nella cattedra di Lingua e Letteratura Latina presso l'Università di Bologna. Ricoprirà a più riprese diverse cariche: Consigliere di Amministrazione, Membro del Senato Accademico, Coordinatore del Collegio dei Direttori.

Dal 1999 è Fondatore e Direttore del Centro Studi La Permanenza del Classico.

Il 27 maggio 2009 viene eletto Rettore dell'Alma Mater Studiorum, con 1282 preferenze.

Negli anni i suoi studi si sono orientati soprattutto su Lucrezio e su Seneca, sul rapporto tra Cristiani e Pagani, sulla fortuna dei Classici nella cultura e tradizione italiana ed europea.

Tra volumi, saggi e articoli, è titolare di oltre un centinaio di pubblicazioni.

Membro del Partito Comunista Italiano, ha fatto parte del Consiglio Comunale di Bologna.

Pubblicazioni scelte[modifica | modifica wikitesto]

  • Due interpretazioni unilaterali di Lucrezio, in "Studi Urbinati", 1973.
  • L. Anneo Seneca, De otio. Testo e apparato critico con Introduzione, Versione e Commento a cura di I. Dionigi, Brescia 1983
  • Lucrezio. Le parole e le cose, Bologna 1988.
  • Commento a T. Lucrezio Caro, La natura delle cose, Milano 1990.
  • Verba et res, morfosintassi e lessico del latino (con E. Riganti e L. Morisi), Bari 1997.
  • Necessità dei classici in AA.VV., Di fronte ai classici, Milano 2002.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il Papa nomina Dionigi presidente della Pontificia Accademia di Latinità, su ilrestodelcarlino.it. URL consultato il 10 novembre 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Rettore dell'Alma Mater Studiorum - Università di Bologna Successore Seal of the University of Bologna.svg
Pier Ugo Calzolari dal 2009 al 2015 Francesco Ubertini
Predecessore Presidente della Pontificia Accademia di Latinità Successore Emblem Holy See.svg
- dal 10 novembre 2012 in carica
Controllo di autoritàVIAF: (EN24727204 · ISNI: (EN0000 0000 6651 411X · SBN: IT\ICCU\CFIV\024346 · LCCN: (ENn89606196 · BNF: (FRcb127353725 (data)
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie