Ivan Tresoldi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Ivan Tresoldi, in arte ivan, (Milano, 12 maggio 1981), è un poeta italiano, artista di strada.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

"chi getta semi al vento", Milano - 2003

Il suo nome compare sui muri di Milano dal febbraio del 2002 quando alcuni dei suoi lavori incominciano ad attirare l'attenzione dei giornali e dei cittadini. Inizialmente Ivan è conosciuto per le sue poesie e le sue "scaglie", ossia brevi componimenti poetici dipinti su muri e parapetti della città.

Tra queste quella comparsa sul muro della darsena di Milano:

«chi getta semi al vento farà fiorire il cielo»

Utilizzando una tecnica mista, che lo tiene sospeso tra graffitismo, poesia e arte di strada, riesce ad arrivare ad un pubblico ampio[1][2], divenendo il principale riferimento[3][4][5][6] della poesia di strada italiana contemporanea[7][8]. Dal 2003 ha dipinto oltre trecento interventi di poesia di strada[9][10][11] tra Europa, Stati Uniti, Africa e Sud America ed ha esposto in più di duecentocinquanta esposizioni[12] collettive tra cui Milano, Firenze, Torino, Roma, Palermo, Venezia in Italia e Stati Uniti, Cuba, Libano, Francia, Germania, Haiti, Francia, Kosovo, Cecoslovacchia, Albania, Spagna, Inghilterra e Palestina all'estero. Tra queste, la mostra, voluta dall'allora assessore alla cultura di Milano Vittorio Sgarbi, allestita nel 2007 al PAC, street art, sweet art, a cui hanno partecipato gli artisti più noti della street-art italiana.[13][14]

Nel luglio del 2008 è invitato al XII Festival internazionale di poesia dell'Avana, mentre, nel giugno 2010, 2011 e 2012, apre e partecipa alle giornate del Festival internazionale di poesia di Genova.[15][16][17][18]. A febbraio 2009 Ivan realizza la sua prima mostra personale[19] nello Spazio Oberdan a Milano, mostra che raccoglie diverse anime della sinistra italiana e porta Filippo Penati e Riccardo De Corato a scontrarsi proprio sulla “questione artistica[20]" del graffitismo. Per la mostra, la casa editrice Skira ha pubblicato il catalogo, ivan, Poesia Viva[21], che racchiude la sua intera produzione artistica e poetica, i testi introduttivi al catalogo sono firmati da Gino Strada, Caparezza, Armando Cossutta. Nel 2013 promuove il Primo Festival Internazionale di Poesia di Strada a Milano che vede nel 2016 la sua quarta edizione[22] a Lecce, raccogliendo esperienze nostrane ed internazionali che si richiamano alla poesia di strada[23]. È apparso in copertina per il numero 98 dell'inserto culturale del Corriere della Sera LaLettura[24], a cui è seguita una mostra collettiva presso la Triennale di Milano[25]. Nel settembre 2017 collabora, con Renzo Piano e lo studio d'architettura Obr di Milano, alla realizzazione di "Piazza del Vento", a Genova[26][27][28]. Collabora con la rivista di Fumetti Linus (periodico), con la redazione e l'agenda di Smemoranda dal 2009, alla trasmissione Jalla Jalla di Radio Popolare Network, con la trasmissione televisiva Che tempo che fa[29] su Rai3, con la Facoltà di Architettura dell'Università di Ferrara[30][31][32][33], l'Istituto Europeo di Design di Roma[34], con il Dartmouth College di Hanover, New Hampshire[35][36].

Attestato di partecipazione di ivan al XII Festival Internazionale di Poesia dell'Avana.

Controversie[modifica | modifica wikitesto]

Diverse frasi e immagini del lavoro di Ivan sono state oggetto di interesse da parte di autori, protagonisti del mondo dello spettacolo, politici[37], pubblicità e pubblicazioni. L'autore ha spesso contestato[38] l'uso non autorizzato dei suoi contenuti[39] a scopo commerciale: tra questi Fabio Volo, il rapper Moreno,[40] Marco Mengoni, l'artista pop Fedez[41]. Collaborazioni riconosciute dall'autore sono invece con il rapper Caparezza[42], Tiziano Ferro e Luca Carboni[43], il rapper Ghali[44], Roberto Vecchioni e Francesco Guccini[45].

Introduzione di Gino e Cecilia Strada a "ivan. Poesia Viva" Ed. Skira - 2009

La frase "Il futuro non è più quello di una volta", che ha contribuito alla notorietà di Ivan,[46] è stata proposta dall'artista come parte della propria produzione fin dal 2004, ma è anche attribuita a Paul Valéry (da Regards sur le monde actuel, 1931), poi ripresa anche dal poeta statunitense contemporaneo Mark Strand e da molti altri. Tale frase, negli anni, è stata firmata da Ivan su libri, muri e manifesti, ed è stata utilizzata anche nella produzione di articoli di merchandising (felpe e t-shirt). Tresoldi ne ha rivendicato la paternità in una intervista, affermando: "Non esiste proprietà di parola, per me il sapere si accresce solo se condiviso. Prima di Mark Strand, Paul Valéry, Hermann Abs o Karl Valentin probabilmente l'avrà detta qualcun altro, magari un contadino o un villano. Credo che il valore di una frase sia di chi la porta, non di chi l'ha scritta o la possiede, tutte le mie creazioni sono libere da diritto d'autore".

Tra le altre sue "scaglie" si possono ricordare: "una pagina bianca è una poesia nascosta", "ognuno merita il regime che sopporta", "il poeta sei tu che leggi", "ora il miglior passo da compiere è non muoversi", "il sapere non s'accresce se non condiviso", "chi getta semi al vento farà fiorire il cielo", "sognare non costa nulla, è svegliarsi che costa caro", "il sapere s'accresce solo se condiviso"[47].

Nel settembre del 2018 è condannato[48][49][50] dal Tribunale Penale di Milano alla pena di danneggiamento per una ventina di interventi sul territorio milanese tra il 2011 ed il 2014[51][52][53]; pena sospesa in primo grado per il riconoscimento delle attenuanti generiche e poi commutata in una sanzione economica (ed al risarcimento delle parti tra cui il Comune di Milano costituito in sede civile). Un appello in sostegno all'autore viene firmato da diversi esponenti della cultura italiana tra cui Moni Ovadia, Caparezza, Gino & MIchele., i Punkreas, Franki hi energie. Ivan Tresoldi ha dichiarato, interrogato nel processo, di aver sempre operato dopo avere «condiviso» il suo progetto con gli abitanti del posto e che non sempre è necessaria un’autorizzazione formale per certi interventi perché ne basterebbe «una verbale, ma conclamata, dei cittadini».[54]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Approfondimento Street Art - Magazine, in Ansa.it.
  2. ^ Intervista a Ivan, il poeta di strada, in Ziguline.
  3. ^ Ivan Tresoldi - Rai-Radio-2 - RaiPlay Radio, su Rai. URL consultato il 23 ottobre 2018.
  4. ^ Francesco Terzago, Affinità e divergenze tra la Poesia di Strada E Me, su neutopiablog.org.
  5. ^ Chi è Ivan Tresoldi, il poeta di strada di Milano, in Il Sussidiario.net.
  6. ^ Friuli Sera, Pt.2: La Street Poetry dagli inizi fino ad oggi – Friuli Sera il quotidiano del giorno prima, su friulisera.it.
  7. ^ Quando le parole sono di tutti: la poesia di strada |, in Giornale Zeviro.
  8. ^ La 'Poesia d'Assalto' di ivan, alla ricerca di modernità e pubblico, in Panorama (archiviato dall'url originale il 25 ottobre 2016).
  9. ^ Street art a Milano: Pao, Ivan Tresoldi e Orticanoodles per l’Istituto Gaetano Pini., in Artribune.
  10. ^ Ivan Tresoldi fa rinascere il monumento ai partigiani, in La Repubblica.
  11. ^ Oggi.it, Ivan, il poeta di strada che ha aperto la mente agli italiani, su blog.oggi.it.
  12. ^ Ivan Tresoldi, il poeta dei graffiti, su LaStampa.it.
  13. ^ Street Art, Sweet Art Padiglione d'Arte Contemporanea - PAC Milano, su 1995-2015.undo.net. URL consultato il 31 agosto 2017.
  14. ^ Street Art, Sweet Art. 10 anni dopo, in PAC. URL consultato il 31 agosto 2017.
  15. ^ 17° Festival Poesia - programma, in Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura, 30 maggio 2011. URL consultato il 31 agosto 2017.
  16. ^ Festival di Poesia: la Notte della Poesia. Il programma, in mentelocale.it, 20 giugno 2011. URL consultato il 31 agosto 2017 (archiviato dall'url originale il 31 agosto 2017).
  17. ^ Boll900, 2013, n. 1-2 - Francesco Terzago, Poesia di strada e Street Art nella società globale e della pubblicità. L'esempio italiano di Ivan Tresoldi e del gruppo H5N1, su www.boll900.it. URL consultato il 31 agosto 2017.
  18. ^ Ivan Tresoldi, il poeta dei graffiti, su LaStampa.it. URL consultato il 31 agosto 2017.
  19. ^ Corriere Della Sera, Muri di Versi:«Voglio arrivare al cuore» - Milano, su milano.corriere.it.
  20. ^ Tresoldi: "Criminalizzarci è inutile, serve comunicazione", in Repubblica.it.
  21. ^ Ivan - Poesia Viva, Skira 2009 [1]
  22. ^ IV Festival Internazionale di Poesia di Strada 2016 a Lecce, in LecceNews24.it. URL consultato il 9 febbraio 2017 (archiviato dall'url originale l'11 febbraio 2017).
  23. ^ Artribune, ivan chiama sono in tanti a rispondere: va in scena il Primo Festival di Poesia di Strada
  24. ^ «la Lettura», le copertine d’artista #1-100, in Corriere della Sera.
  25. ^ ARTE.it, La Lettura - Milano - Triennale di Milano - Arte.it, su arte.it.
  26. ^ OBR Paolo Brescia e Tommaso Principi, Piazza del Vento a Genova, in Architetti, 30 ottobre 2017. URL consultato l'8 settembre 2018.
  27. ^ Valentina Silvestrini, La Piazza del Vento di OBR a Genova | Artribune, in Artribune, 1º novembre 2017. URL consultato l'8 settembre 2018.
  28. ^ Inaugurata 'Piazza del Vento' alla Fiera - Liguria, in ANSA.it, 22 settembre 2017. URL consultato l'8 settembre 2018.
  29. ^ Ivan a Che Tempo Che Fa del dicembre 2013
  30. ^ La scossa dell'arte sveglia Ferrara | estense.com Ferrara, su www.estense.com. URL consultato il 28 luglio 2017.
  31. ^ Ferrara- Azione dadafuturista di studenti ferraresi+Art Kitchen Milano, su asinorossoferrara.blogspot.se. URL consultato il 28 luglio 2017.
  32. ^ RuaUduFerrara, Una PAGINA BIANCA PER L'ISTRUZIONE...SCRIVIAMOLA INSIEME, 23 novembre 2010. URL consultato il 28 luglio 2017.
  33. ^ I simboli del sisma in centro storico, su Andrea Musacci Giornalista, 14 aprile 2013. URL consultato il 28 luglio 2017.
  34. ^ nois3.it, IED Factory » Chi Getta Semi Al Vento Farà Fiorire Il Cielo, su www.iedfactory.net. URL consultato il 28 luglio 2017 (archiviato dall'url originale il 28 luglio 2017).
  35. ^ Ivan Tresoldi for Dartmouth College, "Do the right thing", su frandit.dartmouth.edu.
  36. ^ Ivan Tresoldi, l’artista «vandalo» dei murales, va al college in America, su milano.corriere.it.
  37. ^ Fassino: nel Pd vorrei Ciampi - Corriere della Sera, su www.corriere.it.
  38. ^ Intervista a Ivan, in Ziguline.
  39. ^ Concerto di estrema destra al Manzoni Ivan: «Snaturata una mia poesia», in Corriere della Sera.
  40. ^ Moreno - L'interrutore Generale ft. Antonio Maggio, su YouTube.
  41. ^ Fedez, FEDEZ - Si Scrive Schiavitù, si legge libertà (Official Video).
  42. ^ Michele Salvemini - Caparezza - Official Website, in Caparezza (archiviato dall'url originale il 18 luglio 2014).
  43. ^ lucacarboniVEVO, Luca Carboni, Tiziano Ferro - Persone silenziose.
  44. ^ Ghali, Ghali - Wily Wily (Prod. Charlie Charles).
  45. ^ Francesco Guccini in duetto con Roberto Vecchioni: una 'canzone d'autore' ispirata ad Alex Zanardi, in Repubblica.it, 6 novembre 2018. URL consultato il 7 novembre 2018.
  46. ^ Il futuro non è più quello di una volta: reazione del Vicesindaco di Milano Riccardo Decorato
  47. ^ Sole24ore / Jobtalk "la replica di ivan", su jobtalk.blog.ilsole24ore.com. URL consultato il 21 dicembre 2017 (archiviato dall'url originale il 22 dicembre 2017).
  48. ^ Milano, "Ha imbrattato i muri con i suoi versi": condannato il poeta-writer, in Repubblica.it, 28 settembre 2018. URL consultato il 1º ottobre 2018.
  49. ^ http://www.exibart.com, Vittoria a metà. Ivan Tresoldi condannato dal Tribunale di Milano per la sua arte urbana, in Exibart. URL consultato il 1º ottobre 2018.
  50. ^ Radio Onda d'Urto » MILANO: CONDANNATO, PER IMBRATTAMENTO, IL POETA DI STRADA IVAN TRESOLDI., su www.radiondadurto.org. URL consultato il 1º ottobre 2018.
  51. ^ Redazione Milano online, Poesie sui muri di Milano, Ivan Tresoldi a processo per imbrattamento, in Corriere della Sera. URL consultato il 1º ottobre 2018.
  52. ^ Redazione Milano online, Il processo al «poeta di strada» Ivan Tresoldi slitta a settembre, in Corriere della Sera. URL consultato il 1º ottobre 2018.
  53. ^ ANNA GIORGI, Milano, la poesia di strada imbratta - Il Giorno, in Il Giorno, 29 settembre 2018. URL consultato il 1º ottobre 2018.
  54. ^ Giuseppe Guastella, «Imbrattamenti, non opere»: multa del giudice al poeta di strada Ivan Tresoldi, in Corriere della Sera. URL consultato il 1º ottobre 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN164725246 · LCCN (ENnb2010016045 · WorldCat Identities (ENnb2010-016045
Writing Portale Writing: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di writing