Itzhak Katzenelson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Itzhak Katznelson da giovane

Itzhak Katznelson (Karėličy, 1º luglio 1886campo di concentramento di Auschwitz, 1º maggio 1944) è stato un poeta polacco di origine ebraica, vittima dell'Olocausto.

Itzhak Katzenelson (Ebraico: יצחק קצנלסון‎‎, Yddish: (יצחק קאַצ(ע)נעלסאָן(זון‎; anche trascritto Icchak-Lejb Kacenelson, Jizchak Katzenelson; Yitzhok Katznelson) (1 luglio 1886 – 1º maggio 1944) era un insegnante ebreo, poeta e drammaturgo. Nacque nel 1886 a Karėličy, vicino a Minsk, e fu ucciso il 1º maggio 1944 ad Auschwitz.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Vittel Diary (22.v.43 – 16.9.43), Israele: Museo dei Combattenti dei Ghetti, 1964. Tradotto dall'ebraico dal Dott. Myer Cohen; include note biografiche e un'appendice dei termini e dei nomi di luogo.
  • Il Canto del popolo ebraico massacrato, Francia: Bibliothèque Medem, 2005. Edizione Yiddish-Francese, traduzione in francese di Batia Baum, introduzione di Rachel Ertel.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN17254333 · ISNI (EN0000 0001 1600 2797 · SBN IT\ICCU\SBLV\048933 · LCCN (ENn82087706 · GND (DE118947869 · BNF (FRcb121125100 (data) · NLA (EN36025049