Itinera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Itinera
Logo
StatoItalia Italia
Forma societariaSocietà per azioni
Fondazione1938
Sede principaleTortona (AL)
GruppoGruppo Gavio
Persone chiaveRosario Fiumara, Presidente – Massimo Malvagna, Amministratore Delegato
SettoreInfrastrutture, ingegneria, edilizia civile
Fatturato€ 632,8 MLN (2018)
Dipendenti2.000 circa (2018)
Slogan«Ready to face all new challenges»
Sito web

Itinera S.p.A. è una delle principali società di costruzione italiane,[1][2] attiva in Italia e all'estero, specializzata nella realizzazione di grandi opere infrastrutturali e di edilizia civile ed industriale, settori in cui opera sia come costruttore che come promotore di nuove iniziative di concessioni greenfield.

È controllata da ASTM S.p.A. del Gruppo Gavio, quotata alla Borsa italiana.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Itinera è stata fondata nel 1938 e negli anni '60 entra a far parte del Gruppo Gavio, il quarto operatore al mondo nella gestione di autostrade a pedaggio,[3] diventandone il braccio operativo nelle costruzioni. Nel tempo, la crescita di Itinera è avvenuta con l'acquisizione delle società Cogedil e Grassetto[4] e, più di recente, con l'assorbimento della controllata Codelfa Spa[5], con l'acquisizione del controllo di Halmar International LCC[6] (impresa di costruzioni operante nello Stato e nella città di New York), con l'acquisizione di una partecipazione in Federici Stirling Batco LCC[7] (Oman) e con la costituzione di Itinera Construcoes (Brasile). Operazioni che insieme all'acquisizione di commesse in Italia ed all'estero le hanno permesso di collocarsi tra le società leader del suo settore per dimensioni, portafoglio ordini e ricavi.[8][9] Nel 2018 ha registrato ricavi superiori a 630 milioni di euro con un portafoglio lavori di oltre 4,8 miliardi di euro, di cui il 65% all’estero.

Settori di attività e opere realizzate[modifica | modifica wikitesto]

Per comprendere l'ampiezza delle attività di Itinera, e come le opere da essa realizzate investono il pubblico interesse (dai trasporti alla sanità fino alla cultura), se ne riportano alcune a titolo esemplificativo:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Alessandro Arona, Grandi costruttori a prova di crisi, in Il Sole 24 Ore - Edilizia e Territorio, 7 novembre 2015.
  2. ^ Aldo Norsa, Speciale classifiche 2015, in Il Sole 24 Ore - Edilizia e Territorio, 7 novembre 2015.
  3. ^ Gavio: con Ecorodovias 4° operatore al mondo, in Milano Finanza, 13 gennaio 2016.
  4. ^ Fusione tra Grassetto e Itinera, in Il Giornale, 6 luglio 2006.
  5. ^ Carlotta Scozzari, Gavio, riassetto societario da un miliardo, in La Repubblica, 3 dicembre 2014.
  6. ^ Luigi Grassia, Gavio va negli Usa e compra Halmar, in La Stampa, 7 luglio 2017.
  7. ^ Itinera: Gavio pianta la bandiera in Oman, in Corriere della Sera, 14 ottobre 2015.
  8. ^ Aldo Norsa, Grandi imprese, chi regge alla crisi, in Il Sole 24 Ore – Edilizia e Territorio, 5 aprile 2014.
  9. ^ Eugenio Occorsio, Massimo Malvagna: “La porta di un mercato miliardario, per l’Italia è un partner strategico”, in La Repubblica, 27 gennaio 2016.
  10. ^ Umberto Messina, Diga, Istituto dell’Enciclopedia Italiana Treccani.
  11. ^ Itinera (Gruppo Gavio) costruisce il più grande centro commerciale italiano ad Arese, in La Stampa, 13 aprile 2016.
  12. ^ Marco Morino, Ex Alfa, maxipolo dello shopping, in Il Sole 24 Ore, 14 aprile 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]