Italia ai Giochi paralimpici

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Italia ai Giochi paralimpici
Italia
Codice CIO ITA
Comitato nazionale CIP
Cronologia paralimpica
Giochi paralimpici estivi
1960 · 1964 · 1968 · 1972 · 1976 · 1980 · 1984 · 1988 · 1992 · 1996 · 2000 · 2004 · 2008 · 2012 · 2016
Giochi paralimpici invernali
1976 · 1980 · 1984 · 1988 · 1992 · 1994 · 1998 · 2002 · 2006 · 2010 · 2014

L'Italia è presente ai giochi paralimpici estivi fino dalla loro prima edizione che si tenne nel 1960 a Roma nonché a quelli invernali sin dalla seconda edizione del 1980 a Geilo (Norvegia).

Medagliere dei Giochi estivi[modifica | modifica wikitesto]

In evidenza l'edizione in cui l'Italia era la nazione ospitante

Giochi Oro Argento Bronzo Totale Pos.
1960 Roma 29 28 23 80 1
1964 Tokyo 14 15 16 45 3
1968 Tel-Aviv 12 10 17 39 7
1972 Heidelberg 8 4 5 17 9
1976 Toronto 2 5 11 18 25
1980 Arnhem 6 5 9 20 20
1984 Stoke M.-New York 9 19 14 42 21
1988 Seul 16 15 27 58 16
1992 Barcellona 10 7 18 35 14
1996 Atlanta 11 20 14 45 14
2000 Sydney 9 8 10 27 18
2004 Atene 4 8 7 19 31
2008 Pechino 4 7 7 18 28
2012 Londra 9 8 11 28 13
Totale 137 147 72 466 13

Medagliere dei Giochi invernali[modifica | modifica wikitesto]

Giochi Oro Argento Bronzo Totale Pos.
1976 Örnsköldsvik non ha partecipato
1980 Geilo 0 0 0 0 11
1984 Innsbruck 0 0 1 1 13
1988 Innsbruck 3 0 6 9 10
1992 Tignes-Albertsville 0 1 3 4 16
1994 Lillehammer 0 7 7 13 17
1998 Nagano 3 4 3 10 12
2002 Salt Lake City 3 3 3 9 13
2006 Torino 2 2 4 8 9
2010 Vancouver 1 3 3 7 11
Totale 12 20 19 61 16

Plurivincitori[modifica | modifica wikitesto]

Segue l'elenco ufficiale del Comitato Paralimpico Internazionale. [1]

# Atleta Gold medal-2008PG.svg Silver medal-2008PG.svg Bronze medal-2008PG.svg
1 Roberto Marson 16 7 3
2 Maria Scutti 10 3 2
3 Anna Maria Toso 8 10 2
4 Luca Pancalli 8 6 1
5 Alvise De Vidi 8 3 3
6 Franco Rossi 6 3 4

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Multi-Medallists, paralympic.org. URL consultato il 13 settembre 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]