It (film 2017)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
It
It film 2017.jpg
It (Bill Skarsgård) in una scena del film
Titolo originale It
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 2017
Durata 135 min
150 min (director's cut)[1]
Rapporto 2,35:1
Genere orrore, thriller
Regia Andrés Muschietti
Soggetto Stephen King (romanzo)
Sceneggiatura Chase Palmer, Cary Fukunaga, Gary Dauberman
Produttore Seth Grahame-Smith, Barbara Muschietti, David Katzenberg, Dan Lin, Roy Lee
Produttore esecutivo John Silk, Marty P. Ewing
Casa di produzione Warner Bros. Pictures, New Line Cinema, RatPac-Dune Entertainment, Vertigo Entertainment, KatzSmith Productions, Lin Pictures
Distribuzione (Italia) Warner Bros. Pictures
Fotografia Chung-hoon Chung
Montaggio Jason Ballantine
Musiche Benjamin Wallfisch
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

It, conosciuto anche come It: Capitolo Uno (It: Chapter One), è un film del 2017 diretto da Andrés Muschietti, adattamento dell'omonimo romanzo di Stephen King.

La pellicola ha come protagonisti Bill Skarsgård nel ruolo dell'entità demoniaca Pennywise/It e Jaeden Lieberher nei panni di Bill Denbrough. Il film si concentra sugli avvenimenti narrati nelle parti del romanzo ambientate tra il 1957 e il 1958 (ottobre ’88-settembre ’89 nella trasposizione cinematografica)[2], mentre un sequel sarà dedicato alle restanti vicende che saranno ambientate intorno al 2015 ed è previsto per il 6 settembre 2019.[3][4]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

In un piovoso giorno dell'ottobre 1988, Bill Denbrough regala al fratellino Georgie una barchetta di carta. Georgie prende la barca e la fa navigare per strada. Accidentalmente la barchetta finisce in uno scarico fognario. Chinatosi per cercare la barca, Georgie vede che dentro lo scarico vi è uno strano individuo vestito da clown, che si presenta come Pennywise. Georgie racconta al clown che il fratello Bill è a casa ammalato e che deve rientrare, ma il clown lo incita a riavere la sua barchetta; quando Georgie cerca di recuperare la sua barchetta dalle mani del clown, questi gli divora il braccio destro. Georgie, disperato, tenta la fuga ma Pennywise lo trascina con sé nella fogna.

Otto mesi dopo, nel giugno 1989, nell'ultimo giorno di scuola presso la Derry Middle School, Bill e i suoi amici Richie Tozier, Eddie Kaspbrak e Stanley Uris si scontrano con Henry Bowers e la sua banda. Nello stesso momento, Beverly Marsh viene mirata da alcune ragazze che la insultano chiamandola "sgualdrina" e, in seguito, ha un incontro con Ben Hanscom, un ragazzo sovrappeso segretamente innamorato di lei. Mentre sta facendo una consegna, un ragazzo di nome Mike Hanlon incontra Pennywise nella forma dei suoi genitori in procinto di bruciare vivi da dietro una porta, venendo in seguito minacciato da Henry.

Bill scopre che il corpo del fratello potrebbe essere finito in un terreno paludoso collegato alle fogne, noto come i Barrens. Ben si reca in biblioteca dove trova un libro sulla storia di Derry e scopre che nella città sono avvenute diverse tragedie e sparizioni inspiegabili nel corso dei secoli. Attirato nel seminterrato da un palloncino che vola, Ben incontra Pennywise sotto forma del cadavere carbonizzato e decapitato di un ragazzo morto nell'esplosione delle ferriere locali. Stanley invece viene attaccato da una donna flautista spettrale e deforme, che prende vita da un quadro in sinagoga.

Scappato dalla biblioteca in preda al terrore, Ben finisce nelle mani di Henry e della sua banda, i quali incominciano a picchiarlo. Ben riesce a fuggire nei Barrens, inseguito dai suoi aggressori. Nel frattempo, mentre sono alla ricerca del corpo di Georgie, Bill, Richie, Eddie e Stanley trovano la scarpa di una ragazza scomparsa di nome Betty Ripsom. Ben si imbatte in Bill e negli altri ragazzi, i quali lo conducono presso la farmacia, dove incontrano e fanno amicizia con Beverly. Uno degli amici di Henry, Patrick Hockstetter, mentre vaga nelle fogne in cerca di Ben, viene ucciso da Pennywise. Più tardi, mentre sta tornando a casa, Eddie passa davanti alla casa abbandonata di Neibolt Street e viene attaccato da Pennywise in forma di lebbroso. Beverly, invece, sente le voci di molti bambini scomparsi, tra cui Patrick, provenienti dal suo lavandino; subito dopo dallo stesso posto fuoriescono litri di sangue che imbrattano lei e il bagno, ma sembra che suo padre non riesca a vederlo. Chiamando gli amici, con loro riesce a lavarlo via. Bill viene attirato nel seminterrato della sua casa da quello che crede sia Georgie e viene attaccato da Pennywise. Tornati nei Barrens, Bill, Beverly, Ben, Richie, Stan ed Eddie trovano la banda di Henry intenta a picchiare Mike. I ragazzi scacciano i bulli dopo una battaglia a sassate, facendo amicizia con Mike.

Alcune settimane dopo, il gruppo, che ora si fa chiamare Club dei Perdenti, si rende conto che ognuno di loro è stato attaccato dalla stessa entità che si risveglia per un breve periodo di tempo ogni 27 anni per nutrirsi dei bambini di Derry, prima di tornare in ibernazione. Mentre si trovano nel garage di Bill, il gruppo deduce che Pennywise si serve delle fogne per spostarsi senza essere visto. Il gruppo si reca quindi nella casa in Neibolt Street dove Bill pensa che It si nasconda. La creatura utilizza le sue capacità di trasformarsi per separare i membri del gruppo e catturarli. Eddie si rompe un braccio dopo essere caduto attraverso un buco dal piano di sopra; Pennywise fuoriesce da un frigorifero e si prepara a mangiarselo ma il resto del gruppo arriva in tempo a salvarlo. Il clown viene ferito da Beverly con un paletto da recinzione prima di ferire Ben e fuggire attraverso un pozzo situato nel seminterrato della casa. La madre di Eddie giunge sul posto e porta via il figlio mentre Richie, Stan, Ben e Mike cedono alla loro paura e se ne vanno quando Bill insiste affinché continuino a dare la caccia a Pennywise.

Agosto. Henry Bowers cerca di sopperire all'umiliazione subita dai "Perdenti" cercando di sparare ad un gattino con una delle pistole del padre poliziotto, Butch. Quest'ultimo però lo ferma e lo mostra nelle sue debolezze davanti ai due amici Victor Criss e Belch Huggins. Nel pieno della frustrazione e della rabbia, Henry riceve in dono da It un nuovo coltellino. Con esso, sotto l'incitamento di Pennywise, il ragazzo uccide suo padre, e cade sotto il controllo di It che ora gli intima di cacciare e uccidere i Perdenti. Beverly nel frattempo deve vedersi con Bill, ma viene fermata dal padre che tenta di abusare di lei dopo aver scoperto della sua frequentazione del gruppo dei "Perdenti". La ragazza si rintana nel bagno, riuscendo a tramortirlo. Subito dopo, Pennywise la rapisce e porta nelle fogne, dove però, poiché lei non è spaventata, non la uccide ma le mostra una strana luce nel suo corpo che la fa galleggiare da terra in trance. Bill trova un messaggio di It e capisce cos'è successo, così coglie l'occasione per riunire il Club dei Perdenti e partire al salvataggio della ragazza. Henry giunge nella casa di Neibolt e cerca di uccidere Mike, ma ha la peggio venendo spinto da Mike dentro il pozzo. Il gruppo giunge poi alla tana di Pennywise, dove trovano Beverly. Ben la bacia e così facendo riesce a svegliarla dallo stato di trance. Pennywise attacca il gruppo e prende in ostaggio Bill, offrendosi di risparmiare la vita degli altri Perdenti se essi sacrificheranno il loro amico. I ragazzi, invece, liberano Bill e combattono Pennywise sconfiggendolo. Bill comunica a Pennywise che è lui che ora ha paura mentre i Perdenti non lo temono più. Sapendo che non ha più alcun potere su di loro, Pennywise, il cui corpo comincia a disintegrarsi, fugge all'interno di un buco. Dopo aver trovato l'impermeabile giallo di Georgie, Bill piangendo accetta la morte del fratello e gli amici dispiaciuti lo abbracciano consolandolo.

Un mese dopo, Beverly informa il gruppo di avere avuto una visione mentre era in stato catatonico, nella quale ha visto il Club dei Perdenti da adulti combattere contro Pennywise. I Perdenti fanno così un patto di sangue: se fra 27 anni It sarà tornato, anche loro torneranno a Derry per distruggerlo una volta per tutte. Dopo che gli altri Perdenti se ne sono andati, Beverly comunica a Bill che la mattina seguente partirà per Portland per andare a vivere da sua zia. Prima che Beverly se ne vada, Bill le rivela i suoi sentimenti e i due si baciano.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Logo originale del film

L'idea di un film su It nacque nel 2009, quando la Warner Bros. annuncia di voler portare la storia sul grande schermo. David Kajganich cominciò a lavorare sull'adattamento cinematografico del libro.[5]

Nel 2012 è stato annunciato che Cary Fukunaga era stato ingaggiato come regista della pellicola e per riscrivere la sceneggiatura, affiancato da Chase Palmer.[6]

Il 21 maggio 2014 la Warner Bros. sposta i diritti dell'opera alla New Line Cinema. Dall'iniziale idea di produrre un film singolo per adattare le 1100 pagine del libro[7], Fukunaga decise di dividere la produzione in due film separati. La prima concentrata sugli avvenimenti dei bambini che vengono tormentati dall'entità demonica It ed il sequel ambientato alcuni anni dopo in cui il gruppo si riforma per continuare la loro lotta da adulti.[6][8] Stephen King annunciò di essere favorevole all'idea ed approvò la sceneggiatura.[7]

Per il ruolo di Pennywise, la forma principale presa da It, Fukunaga prese in considerazione l'attore Will Poulter.[9] Fukunaga avrebbe dovuto dirigere il film nell'estate del 2016, ma nel maggio 2015 questi abbandonò il progetto per divergenze artistiche.[10][7] Fukunaga ha dichiarato: "Volevo fare un film horror non convenzionale. Non rientrava nell'algoritmo di ciò che sapevano di poter spendere e su cui lucrare, considerando che non volevano offendere il loro pubblico abituale.", ha accennato che non ci furono problemi a livello di budget, fissato intorno ai 30 milioni. "Abbiamo investito anni e così tanta narrazione ed aneddoti. Chase ed io abbiamo riversato le nostre infanzie in quella storia. Quindi la nostra più grande paura era che avrebbero preso la nostra sceneggiatura e l'avrebbero imbastardita. ... Stavo facendo onore allo spirito di Stephen King nel romanzo, ma avevo bisogno di aggiornarlo. King ha visto una delle prime bozze e gli è piaciuta." [11][7]

Il 16 luglio 2015 è stato annunciato che Andrés Muschietti, reduce dal successo del film horror La madre, era stato assunto come nuovo regista. Lo stesso giorno la New Line Cinema annuncia la data di rilascio della pellicola per l'8 settembre 2017.[12] Muschietti decise di iniziare le riprese durante l'estate per poter lavorare con i protagonisti bambini.[13] Mantenedo l'idea di creare due film separati, Roy Lee, produttore, confermò che la sceneggiatura originale di Fukunaga e Palmer era stata riscritta.[14][15]

Poulter lascia il progetto per un conflitto di programmazione nell'aprile 2016.[12] Il regista Andrés Muschietti ha confermato di aver preso in considerazione diversi attori e attrici per il ruolo di Pennywise e di cercare qualcuno con fattezze che ricordassero un bambino. Alla fine la scelta è caduta su Bill Skarsgård e Muschietti ha dichiarato: «Il personaggio ha un comportamento infantile e dolce, ma c'è qualcosa di molto perverso in lui. Bill ha questo equilibrio. Può essere dolce e carino, ma sa anche essere abbastanza inquietante.»[16][17]

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese del film si sono svolte dal 27 giugno al 21 settembre 2016 e sono state condotte principalmente a Toronto.[18][19] La produzione si è recata a Bangor, nel Maine, città in cui si trovano i luoghi di ispirazione del romanzo di King, al fine di riprodurli fedelmente per le riprese.[20]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato distribuito, sia in versione tradizionale che in IMAX, l'8 settembre 2017 negli Stati Uniti e in Italia il 19 ottobre 2017.[21]

In alcune sale del cinema, per l'uscita del film La torre nera, è stata diffusa, prima dell'inizio del film, la scena dell'incontro di Georgie con It, in lingua originale, proiettata anche in Italia, con i sottotitoli in italiano, e con una piccola intervista con Stephen King, che parla dell'uscita del film.

Divieti[modifica | modifica wikitesto]

Negli Stati Uniti il film è stato vietato ai minori di 17 anni non accompagnati da un adulto, mentre in Italia il film è stato vietato ai minori di 14 anni.[22]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato accolto molto positivamente dalla critica. Sull'aggregatore di recensioni Rotten Tomatoes ha un indice di gradimento del 85% con un voto medio di 7.2 su 10, basato su 203 recensioni.[23] Su Metacritic, invece, ha un voto di 70 su 100 basato su 48 recensioni.[24]

Ha ricevuto ottime critiche dai principali giornali ed è stato definito uno dei migliori adattamenti cinematografici di un libro di King.[25][26]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Al 13 novembre 2017 il film ha incassato 683 462 390 $, di cui 326 662 390 $ in Nord America,[27] battendo Il sesto senso (672.806.292 milioni), diventando così il film horror con maggiori incassi nella storia del cinema.[28]

In Italia la pellicola ha incassato 1.2 milioni di euro nel primo giorno, diventando la miglior apertura di sempre per un film horror,[29] e 6 480 375  nel primo fine settimana di programmazione, posizionandosi come il secondo miglior weekend dell'anno dopo La Bella e la Bestia.[30]

La pellicola è diventata il primo film horror con l'incasso più alto della storia.[31][32] È il film horror con l'incasso più alto del 2017 ed è all’ottava posizione nella classifica dei film con il maggior incasso del 2017.[33]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ IT: in arrivo una Director's Cut con 15 minuti in più - Best Movie, in Best Movie, 15 settembre 2017. URL consultato il 26 settembre 2017.
  2. ^ IT - Film (2017), su ComingSoon.it. URL consultato il 31 agosto 2017.
  3. ^ Adriano Ercolani, Il sequel di IT è ufficiale e uscirà nel settembre 2019!, in ComingSoon.it, 26 settembre 2017. URL consultato il 30 ottobre 2017.
  4. ^ (EN) Alyse Wax, Stephen King's It already has a sequel planned, in Syfy, 19 luglio 2017. URL consultato il 30 ottobre 2017.
  5. ^ (EN) Dave McNary, Warner Bros. taps Kajganich for ‘It’, in Variety, 13 marzo 2009. URL consultato il 30 ottobre 2017.
  6. ^ a b (EN) Borys Kit, Stephen King's 'It' to Be Adapted by Cary Fukunaga Into Two Films (Exclusive), in The Hollywood Reporter, 7 giugno 2012. URL consultato il 30 ottobre 2017.
  7. ^ a b c d (EN) Zach Dionne, The Complete Guide to the 'It' Remake - HISTORY, in Fuse, 25 settembre 2017. URL consultato il 30 ottobre 2017.
  8. ^ (EN) Max Evry, Stephen King's IT Will Shoot Next Summer, in ComingSoon.net, 05 dicembre 2014. URL consultato il 30 ottobre 2017.
  9. ^ (EN) Cary Fukunaga's 'It' adaptation casts a younger Pennywise, in EW.com, 04 maggio 2015. URL consultato il 30 ottobre 2017.
  10. ^ (EN) Director Cary Fukunaga has walked out of the Stephen King It remake, pushing it back indefinitely, in The Independent, 26 maggio 2015. URL consultato il 30 ottobre 2017.
  11. ^ Angelica Vianello, Cary Fukunaga: ecco perché ha lasciato il remake di It, in Movieplayer.it, 03 settembre 2015. URL consultato il 30 ottobre 2017.
  12. ^ a b (EN) Justin Kroll, Warner Bros. Announces Release Date for ‘It’, in Variety, 23 aprile 2016. URL consultato il 30 ottobre 2017.
  13. ^ (EN) Filming Starts Next Summer On Remake Of Stephen King Classic ‘It’, in The Inquisitr, 04 novembre 2015. URL consultato il 30 ottobre 2017.
  14. ^ (EN) Stephen King's It May Start Filming in 2016; Two Movies Still Planned, in Screen Rant, 19 febbraio 2016. URL consultato il 30 ottobre 2017.
  15. ^ Pietro Ferraro, IT: il produttore Roy Lee conferma riprese entro l'anno, in Cineblog.it, 20 febbraio 2016. URL consultato il 30 ottobre 2017.
  16. ^ Simona Vitale, Il regista di IT spiega perché ha scelto Bill Skarsgård come nuovo Pennywise, su MondoFox, 20 luglio 2017. URL consultato il 24 ottobre 2017.
  17. ^ Emanuele Biotti, IT: Andrés Muschietti parla dell’ingaggio di Bill Skarsgård e spiega perché non ha incontrato Stephen King, su BadTaste, 22 agosto 2017. URL consultato il 18 ottobre 2017.
  18. ^ (EN) New Adaptation of Stephen King's It Begins Filming in June, in Dread Central, 18 aprile 2016. URL consultato il 30 ottobre 2017.
  19. ^ Le riprese del nuovo IT sono finite: Pennywise celebra sui social, in MondoFox, 23 settembre 2016. URL consultato il 30 ottobre 2017.
  20. ^ (EN) Crew from new adaptation of Stephen King’s “It” in Bangor to scope out potential filming locations, in #Maine, 31 marzo 2015. URL consultato il 30 ottobre 2017.
  21. ^ It, su warnerbros.it. URL consultato il 23 settembre 2017 (archiviato dall'url originale il 23 settembre 2017).
  22. ^ IT uscirà nei cinema italiani con il divieto ai minori di 14 anni, badtaste.it, 16 ottobre 2017. URL consultato il 18 ottobre 2017.
  23. ^ (EN) It, in Rotten Tomatoes, Flixster Inc. URL consultato l'11 settembre 2017. Modifica su Wikidata
  24. ^ (EN) It, su Metacritic, CBS Interactive Inc. URL consultato l'11 settembre 2017. Modifica su Wikidata
  25. ^ (EN) 'It': What the Critics Are Saying, in The Hollywood Reporter, 6 settembre 2016. URL consultato il 30 ottobre 2017.
  26. ^ Da Shining a IT: Il meglio del cinema di Stephen King, su Film.it, 26 settembre 2017. URL consultato il 30 ottobre 2017.
  27. ^ (EN) It, su Box Office Mojo. URL consultato il 13 novembre 2017. Modifica su Wikidata
  28. ^ Template:Cita web http://www.boxofficemojo.com/genres/chart/id=supernaturalhorror.htm
  29. ^ Box Office Italia: IT è il miglior debutto di sempre per un horror, bestmovie.it, 20 ottobre 2017. URL consultato il 23 ottobre 2017.
  30. ^ Box-Office Italia: It vince il weekend con quasi 6.5 milioni di euro!, badtaste.it, 23 ottobre 2017. URL consultato il 23 ottobre 2017.
  31. ^ (EN) Box Office: 'It' Is Now The Highest-Grossing R-Rated Horror Movie Ever, su Forbes, 22 settembre 2017. URL consultato il 15 ottobre 2017.
  32. ^ (EN) Gwilym Mumford, Stephen King's It scares off The Exorcist to become highest-grossing horror ever, in The Guardian, 29 settembre 2017. URL consultato il 30 ottobre 2017.
  33. ^ Boxoffice:Maggiori incassi internazionali per il 2017, su Movieplayer.it, 1 ottobre 2017. URL consultato il 2017-11-1.
  34. ^ Federica Lucia, Golden Trailer Awards 2017: Wonder Woman e tutti i vincitori, MondoFox, 8 giugno 2017. URL consultato il 3 ottobre 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema