Conservatorio Vincenzo Bellini (Catania)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Conservatorio Vincenzo Bellini
Ubicazione
StatoItalia Italia
CittàCatania
Dati generali
Fondazione1951
TipoConservatorio, Istituto superiore di alta formazione artistica e musicale
PresidenteGraziella Seminara
Dir. generaleEpifanio Comis

Il conservatorio Vincenzo Bellini (precedentemente istituto musicale Vincenzo Bellini) è un conservatorio di Catania, facente parte del circuito europeo delle accademie e dei conservatori.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

I primi insegnamenti della musica a Catania datano al 1555[1], quando presso il collegio dei Gesuiti venne istituita una scuola di musica.

Per rifarsi ai tempi recenti, occorre risalire al 1947, quando il Comune di Catania decise di interessarsi direttamente dell'attività del teatro Massimo Vincenzo Bellini, dando vita ad una sovrintendenza[1]. Il primo sovrintendente, Gioacchino Di Stefano, decise di fondare una scuola che potesse prepaparare i cantanti e gli strumentisti destinati a rifornire coro e orchestra del teatro.

Vista comunque la necessità di dare alla città di Catania una istituzione musicale degna, nel 1951 venne fondato il liceo musicale Vincenzo Bellini e, nel corso degli anni, vennero pareggiate quasi tutte le classi di strumento[1].

Con il crescere del numero degli allievi, non fu più sufficiente la vecchia sede di via Vittorio Emanuele II, adiacente alla Casa natale di Vincenzo Bellini, e nel 1985 l'istituto venne trasferito nella sede del collegio Sacro Cuore[1], acquistata dal Comune di Catania.

Nel 1996 il liceo musicale venne trasformato nell'"istituto musicale Vincenzo Bellini".

Nel corso degli anni novanta sono stati istituiti quei corsi di strumento che non erano ancora presenti e il 4 giugno 2004, a seguito dell'approvazione del nuovo statuto da parte dei Ministeri competenti, ai sensi del D.P.R. 132/03 (Decreto del MIUR n.114) l'istituto Bellini è divenuto "istituto superiore di studi musicali"[1].

Nel 2020 avviene la statalizzazione dell'istituto, che viene promosso a conservatorio[2]. Per permettere ciò, il Conservatorio Vincenzo Bellini di Palermo è stato intitolato ad Alessandro Scarlatti e rinominato “Conservatorio di Musica Alessandro Scarlatti, già conservatorio Vincenzo Bellini”.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]