Istituto Statale di Istruzione Specializzata per Sordi - "A. Magarotto"

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Istituto Statale di Istruzione Specializzata per Sordi - "A. Magarotto"
Organismo responsabile
Ente Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca in Italia
Informazioni generali
Lingua d'insegnamento italiano e lingua dei segni italiana
Tipo di istruzione pubblico
Obbligo scolastico
Frequenza dei cicli di istruzione
Totale

L'Istituto Statale di Istruzione Specializzata per Sordi è una scuola specialistica che trae origine da quella fondata da Tommaso Silvestri[1]; la sede è a Roma in vicolo Casal Lumbroso 129, e le scuole elementari e medie inferiori sono in via Nomentana 56.

I livelli elementare e media sono ospitati all'interno dello stabile di pertinenza dell'Istituto Statale per Sordi di Roma (ISSR).

Storia dello stabile[modifica | modifica wikitesto]

Fondazione[modifica | modifica wikitesto]

L'istituto nacque in seguito al proposito di istituire una scuola per istruire i sordomuti manifestata dal religioso Tommaso Silvestri che allo scopo di apprendere le tecniche necessarie passò un periodo di tempo a Parigi presso Charles-Michel de l'Épée il celebre Abate francese[2] che nel 1760 aprì una scuola per sordomuti divenuta poi l'Institut National de Jeunes Sourds de Paris[3].

Tornato in Italia, raccolse 8 alunni con i quali diede inizio ad una scuola presso l'abitazione privata del suo finanziatore avvocato Di Pietro. Il successo dell'iniziativa vide in seguito anche finanziamenti da parte dello Stato Pontificio[1].

Situazione storica[modifica | modifica wikitesto]

Caduto lo Stato pontificio, la scuola fu posta alle dipendenze del Ministero della pubblica istruzione, divenendo Regio Istituto dei sordomuti con sedi anche a Milano[4] e a Palermo[1].

Nel 1889 venne costruito un nuovo edificio con una capienza di circa 300 alunni[1].

Dopo l'emanazione della legge 517/77 sull'integrazione scolastica[5][6], in seguito a una convenzione, il Reparto di Neuropsicologia del linguaggio e sordità dell'Istituto di Psicologia del Consiglio Nazionale delle Ricerche si trasferì presso l'Istituto che iniziò l'iter per la trasformazione in Ente Nazionale di supporto all'integrazione dei sordi[1].

Nel 1º settembre 2000 le scuole sono state giuridicamente distaccate dall'Istituto ospitante e aggregate all'I.S.I.S.S. Istituto Statale di Istruzione Specializzata per Sordi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e ISSR, Chi siamo, su issr.it. URL consultato l'8 maggio 2015.
  2. ^ Storia dei Sordi Archiviato il 18 maggio 2015 in Internet Archive.
  3. ^ Superando, su superando.it.
  4. ^ Storia Istituto per Sordi milanese, su pioistitutodeisordi.org.
  5. ^ EDScuola, su edscuola.it.
  6. ^ Fondazione Promozione Sociale, su fondazionepromozionesociale.it.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]