Istituti di cultura nazionali dell'Unione europea

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Logo dell'EUNIC

La Istituti di cultura nazionali dell'Unione europea (sigla: EUNIC dall'inglese: European Union National Institutes for Culture) è l'associazione degli istituti culturali degli stati membri dell'Unione europea. Tale associazione è stata creata a Bruxelles il 21 febbraio 2007[1].

EUNIC è una rete attiva al di là dei confini nazionali e gode di una certa autonomia dai rispettivi governi. Attualmente vi appartengono 32 organizzazioni di 23 stati membri dell'Unione europea. Il budget operativo totale è attualmente di 2,2 miliardi di euro all'anno.

Lo scopo dell'EUNIC è la creazione di una rete di collegamento e di un parternariato tra le istituzioni interessate, allo scopo di rafforzare il miglioramento e la promozione della molteplicità culturale e la comprensione tra società europee, così come il dialogo internazionale e la collaborazione con i paesi al di fuori dell'Europa.

EUNIC lavora su due piani complementari. Il primo consiste dei segretari o direttori generali delle istituzioni nazionali, il secondo comprende gli istituti culturali in città di tutto il mondo che collaborano al progetto comune. Dal 1º luglio 2012 sono presenti in tutto il mondo più di 80 reti nazionali.

EUNIC è amministrato mediante un incontro nazionale dei direttori delle organizzazioni membri. Essi eleggono al loro interno un presidente, un primo vicepresidente e un secondo vicepresidente. Ognuno rimane in carica per un anno a rotazione. Il presidente si avvale del supporto di tre collaboratori a tempo pieno.

Consiglio direttivo[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Presidente Primo vicepresidente Secondo vicepresidente
2012-2013 Delphine Borione Charles-Etienne Lagasse Annika Rembe
2013-2014 Charles-Etienne Lagasse Annika Rembe Rafael Rodríguez-Ponga y Salamanca

Membri[modifica | modifica wikitesto]

Al 2013 i membri sono[2]:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (DE) EUNIC: Eine neue EU-Kooperation für Kultur und Bildung (EUNIC: una nuova cooperazione UE per la cultura e l'istruzione), goethe.de, 19 febbraio 2007. URL consultato il 21 ottobre 2013.
  2. ^ (EN) Membri EUNIC, eunic-online.eu. URL consultato il 21 ottobre 2013.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN156425143 · LCCN: (ENno2012064089 · GND: (DE16344173-X