Istiodactylus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Istiodactylus
Stato di conservazione: Fossile
IstiodactylusDB3.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Sauropsida
Ordine Pterosauria
Sottordine Pterodactyloidea
Superfamiglia Ornithocheiroidea
Famiglia Istiodactylidae
Genere Istiodactylus

L’istiodattilo (Istiodactylus latidens) è uno pterosauro vissuto nel Cretaceo inferiore (circa 120 milioni di anni fa) in Inghilterra.

Un cranio misterioso[modifica | modifica wikitesto]

Conosciuto principalmente per uno stranissimo cranio, questo pterosauro era precedentemente noto sotto il nome di Ornithodesmus. Questo nome, però, era basato su resti frammentari di un bacino appartenente con tutta probabilità a un dinosauro teropode indeterminato e quindi si rese necessario trovare un nuovo nome per la specie di pterosauro. L’istiodattilo era un grande pterosauro, dall’apertura alare di forse 5 metri, caratteristico dei depositi cretacei del Weald. Il suo bizzarro cranio era di forma allungatissima, dotati di una grande finestra anteorbitale e di una piccola scatola cranica.

Cranio di Istiodactylus latidens

All’estremità anteriore, il muso si allargava in una sorta di spatola, dotata di denti forti e robusti, mentre la parte restante delle fauci era sprovvista di denti. Forse l’istiodattilo si cibava di pesci, ma il dibattito è aperto. Un’altra specie, recentemente descritta sulla base di resti rinvenuti in Cina (I. sinensis), è da alcuni ritenuta appartenere alla specie inglese.