Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Personaggi di Bleach

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Isshin Shiba)

1leftarrow blue.svgVoce principale: Bleach (manga).

Questa è la lista dei personaggi di Bleach, manga scritto da Tite Kubo. Essi compaiono inoltre nelle varie opere derivate: nella serie televisiva anime omonima, nei film d'animazione, nei videogiochi e nel merchandise legato alla serie. L'opera è ambientata in un mondo immaginario in cui i personaggi sono divisi in verie razze fittizie. Tutte sono sottogruppi dell'umanità, ma si distinguono in base alla loro residenza nel mondo reale o nell'aldilà, in base a set di poteri soprannaturali contrastanti e per l'aspetto ispirato a tradizioni artistiche di differenti regioni del mondo reale.

Il protagonista principale è Ichigo Kurosaki, un ragazzo giapponese che possiede l'abilità di vedere e interagire coi fantasmi. Un giorno incontra Rukia Kuchiki, una Shinigami della Soul Society la cui missione è quella di purificare gli spiriti malefici conosciuti come Hollow. Quando Ichigo vede Rukia venire gravemente ferita da un Hollow, ottiene da lei i suoi poteri da Shinigami per svolgere le sue mansioni mentre lei si rimette. Conosciuti altri compagni della sua città in possesso di poteri spirituali, Ichigo utilizza i suoi poteri per proteggere i suoi cari, portandolo a scontrarsi contro numerosi avversari, tra cui gli Shinigami, gli Arrancar, i Fullbringer e i Quincy.

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

Ichigo Kurosaki[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Ichigo Kurosaki.

Ichigo Kurosaki (黒崎 一護 Kurosaki Ichigo?) è il protagonista ed eroe principale di Bleach. Studente liceale dai capelli arancioni, Ichigo diventa un Sostituto Shinigami dopo aver inavvertitamente assorbito la gran parte dei poteri di Rukia Kuchiki. La sua natura cinica lo rende inizialmente indisposto verso i suoi obblighi, ma con il passare del tempo, impara ad accettare i poteri e le responsabilità che gli derivano da essere Shinigami. La sua zanpakuto è Zangetsu. Nel creare la serie, Kubo rivelò che il primo personaggio che aveva disegnato, Rukia, non aveva la stoffa della protagonista, così creò Ichigo per sostituirla come personaggio principale. È doppiato da Masakazu Morita.

Rukia Kuchiki[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Rukia Kuchiki.

Rukia Kuchiki (朽木 ルキア Kuchiki Rukia?) è l'eroina principale, una Shinigami che viene assegnata all'eliminazione degli Hollow nella città di Karakura Town. Nonostante il suo aspetto sia quello di una ragazzina, è in realtà dieci volte più anziana di Ichigo. All'inizio della storia, Rukia è costretta a trasferire i suoi poteri ad Ichigo e a vivere per un periodo come umana. Si iscrive alla scuola di Ichigo e si adatta a vivere nell'armadio del ragazzo, addestrandolo al contempo a svolgere i suoi compiti da Sostituto Shinigami. La sua zanpakuto è Sode no shirayuki. Rukia è stato il primo personaggio creato da Kubo e il suo design venne esteso a quello di tutti gli altri Shinigami. È doppiata da Fumiko Orikasa.

Orihime Inoue[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Orihime Inoue.

Orihime Inoue (井上 織姫 Inoue Orihime?) è una compagna di classe di Ichigo, per il quale ha una cotta. Dall'età di tre anni è orfana, da quando il fratello Sora lasciò con lei i genitori violenti e la crebbe da solo. In seguito, mentre Orihime era alle medie, Sora morì in un incidente. Sebbene inizialmente sprovvista di poteri spirituali, matura presto una sensibilità spiritica e ottiene l'abilità semi-divina di modificare la realtà rigettando gli eventi passati. È doppiata da Yuki Matsuoka.

Uryū Ishida[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Uryū Ishida.

Uryū Ishida (石田 雨竜 Ishida Uryū?) è un Quincy, un discendente di una razza di combattenti quasi estinta, storicamente nemica degli Shinigami. Nutre risentimento verso tutti gli Shinigami, incluso Ichigo, ed è uno dei primi antagonisti della serie. Col tempo cambia idea nei confronti di Ichigo e diviene un prezioso alleato e rivale dell'amico. In quanto Quincy, Uryū possiede l'abilità soprannaturale di manipolare le particelle spirituali presenti nell'atmosfera chiamate reishi, le quali possono essere formate in armi di attacco o per attivare incantesimi e altre abilità. È doppiato da Noriaki Sugiyama.

Yasutora Sado[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Yasutora Sado.

Yasutora Sado (茶渡 泰虎 Sado Yasutora?), meglio conosciuto come Chad (チャド Chado?), è un compagno di classe di Ichigo. È di discendenza mista giapponese-messicana ed estremamente alto e imponente. Nonostante il suo fisico e il suo atteggiamento impavido, Chad è mite e rifiuta lo scontro a meno che non sia per proteggere altri. Quando protegge la sorella di Ichigo, Karin, e una sua amica da un Hollow, scopre di possedere la capacità di irrobustire il suo braccio destro come uno scudo. È doppiato da Hiroki Yasumoto.

Renji Abarai[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Renji Abarai.

Renji Abarai (阿散井 恋次 Abarai Renji?) è uno Shinigami e il lugotenente della Sesta Divisione del Gotei 13. Viene introdotto come antagonista all'inizio della storia e incaricato di ritrovare Rukia nel mondo degli umani e riportarla alla Soul Society. Inizialmente si dedica anima e corpo per sconfiggere Ichigo, prima di unire con lui le forze per salvare Rukia durante l'arco della Soul Society. Da allora è diventato un protagonista principale e uno degli alleati più presenti di Ichigo. La sua zanpakuto è Zabimaru. È doppiato da Kentarō Itō.

Alleati[modifica | modifica wikitesto]

Shinigami[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Shinigami (Bleach).

Gli Shinigami (死神?) sono i protettori delle anime, garantendo loro accesso alla Soul Society e tenendole al sicuro dagli Hollow. Ogni Shinigami possiede una zanpakuto, una spada usata in combattimento che costituisce una manifestazione fisica dell'anima del portatore. Ogni zanpakuto ha una personalità propria, a volte in contrasto con quella del proprietario. Gli Shinigami rappresentano l'élite della Soul Society, mentre un numero molto maggiore di anime risiede nella periferia.

Emporio Urahara[modifica | modifica wikitesto]

L'Emporio Urahara (浦原商店 Urahara Shōten?) è un negozio che vende snack e generi di consumo. Raccoglie una clientela di persone spiritualmente più sensibili che possono ottenervi oggetti prelevati dalla Soul Society. Tre dei suoi impiegati, Kisuke Urahara, Yoruichi Shihōin e Tessai Tsukabishi, sono ex-shinigami di alto rango in fuga dalla Soul Society.

Jinta Hanakari[modifica | modifica wikitesto]

Jinta Hanakari (花刈 ジン太 Hanakari Jinta?) è il ragazzo che lavora all'emporio. Sempre armato di una mazza da baseball, ha i capelli rossi e un carattere molto nervoso, e maltratta spessissimo la povera Ururu. Nel tempo libero si allena pensando di giocare in campo. Il suo attacco, chiamato Jinta Home Run, con cui colpisce l'avversario con la sua mazza, è abbastanza forte da uccidere un Hollow. Lo riutilizza poi contro un Arrancar per difendere Ururu, ma senza successo e perciò fugge via. Dopo 17 mesi è più alto e formato nel fisico; i capelli, inoltre, sono più lunghi e tirati all'indietro.

Ururu Tsumugiya[modifica | modifica wikitesto]

Ururu Tsumugiya (紬屋 雨 Tsumugiya Ururu?) è la timida ragazzina con i capelli lunghi e le treccine che si lascia sempre maltrattare da Jinta. Con lei Ichigo effettuerà il suo primo allenamento. A dispetto delle apparenze la ragazzina è molto forte fisicamente, tanto che proprio durante questo allenamento l'hanno dovuta bloccare, altrimenti avrebbe ucciso il protagonista a causa dell'addestramento anti-Shinigami avanzato cui Urahara l'ha sottoposta. Quando si reca in battaglia porta con sé una gigantesca arma da fuoco che spara all'impazzata. Nella saga degli Arrancar salva Renji combattendo contro Yylfordt Granz, ma viene colpita quasi a morte dalla zanpakuto dell'Arrancar. Dopo 17 mesi è più alta e dai capelli più lunghi.

Tessai Tsukabishi[modifica | modifica wikitesto]

Tessai Tsukabishi (握菱 鉄裁 Tsukabishi Tessai?) è il più anziano del terzetto. È un uomo dall'aspetto serio, caratterizzato da codino, pochi capelli, occhiali e due grandi baffi. È molto abile nell'uso del kidō e anche fisicamente, tanto che riesce ad uccidere un Hollow a mani nude. Cent'anni prima dell'inizio della storia era il capitano del Corpo del kidō. Venne esiliato nel mondo dei vivi per aver usato tecniche proibite. In realtà le usò a fin di bene, cioè per aiutare Kisuke a trasportare i corpi degli attuali Vizard nel suo laboratorio ed impedirne la completa trasformazione in Hollow causata da Aizen[1].

Vizard[modifica | modifica wikitesto]

I Vizard (ヴァイザード Vaizādo?) sono un gruppo composto da Shinigami che hanno acquisito poteri da Hollow riuscendo a controllarli. Essi usano i poteri della maschera da Hollow per potenziare le loro abilità da Shinigami, riuscendo così ad aumentare enormemente velocità, resistenza e forza. Vengono considerati criminali dalla Soul Society, sebbene il loro stato derivi da una serie di esperimenti illegali di hollowficazione eseguiti da Sōsuke Aizen ai loro danni e per questo cercano la loro vendetta. Furono in seguito salvati da Kisuke Urahara.

Essi vengono presentati dopo il ritorno di Ichigo dalla Soul Society e lo aiutano a controllare l'Hollow che è dentro di lui prima che distrugga ogni cosa che gli è cara. In seguito intervengono nel combattimento contro Aizen e gli Arrancar, prestando aiuto ai loro ex compagni. Al termine della saga dei Fullbringer, molti di loro sono riammessi nella Soul Society e Shinji, Kensei e Rose sono reintegrati nei loro ruoli di capitani della Quinta, Nona e Terza Divisione.

Shinji Hirako[modifica | modifica wikitesto]

Shinji Hirako sulla copertina del volume 21 di Bleach

Shinji Hirako (平子 真子 Hirako Shinji?) è il leader dei Vizard. All'inizio sembra essere quasi un personaggio comico, ma sa essere serio nei momenti critici. Tra tutti i Vizard, quella a cui sembra essere più legato è Hiyori Sarugaki. Per la maggior parte del tempo sembrano due bambini che bisticciano, ma l'un l'altra sembrano conoscersi molto bene. Cento anni prima degli eventi attuali della trama, Shinji era capitano della Quinta Divisione; diffidente nei confronti di Aizen, egli lo scelse come luogotenente per poter controllarlo da vicino. Proprio a causa di questa sua diffidenza, tuttavia, Hirako non si accorse delle proprietà illusorie della zanpakutō di Aizen, permettendogli di proseguire indisturbato i suoi piani.

Nella saga degli Arrancar si presenta come nuovo allievo nella stessa classe di Ichigo e lo convince ad unirsi al gruppo dei Vizard per poter aiutarlo a controllare il suo Hollow interiore. In qualità di amici di Ichigo e avversari di Aizen, i Vizard intervengono nella battaglia contro gli Arrancar al fianco degli Shinigami, dove Shinji affronta Grimmjow e lo stesso Aizen. Dopo la sconfitta di Aizen, viene reinvestito del rango di capitano della Quinta Divisione[2] e combatte con i suoi compagni contro il Vandenreich. È doppiato da Masaya Onosaka.

Shinji usa abilmente i poteri della sua maschera, il cui aspetto ricorda vagamente la maschera di un faraone egizio, riuscendo ad emettere un cero di grandissima potenza. La sua zanpakutō si chiama Sakanade (逆撫?) e il suo shikai si attiva al comando "collassa" (倒れろ taorero?). Nella forma di shikai l'elsa si trasforma in un largo anello dove Shinji ripone al centro la sua mano, permettendogli di controllare la spada senza maneggiarla. L'anello è collegato alla lama con una normale guardia rettangolare. La lama è lunga e sottile e termina con una punta molto affilata. Lungo la lama sono presenti cinque buchi. Come Shinji stesso afferma, i poteri del suo rilascio sono legati al controllo dei sensi: essa è in grado di creare un mondo illusorio in cui le direzioni e i sensi sono invertiti.

Hiyori Sarugaki[modifica | modifica wikitesto]

Hiyori Sarugaki (猿柿 ひよ里 Sarugaki Hiyori?) è l'ex luogotenente della Dodicesima Divisione, sottoposta prima a Kirio Hikifune e poi a Kisuke Urahara, con cui avrà sempre un rapporto burrascoso. Hiyori è una ragazzina esuberante, scontrosa e che offende spesso il suo interlocutore. Ha occhi marroni, lentiggini e capelli biondi raccolti in due codini. Una sua particolarità è di avere il canino superiore sinistro particolarmente pronunciato. Indossa una tuta rossa e un paio di sandali infradito. Inviata da Urahara a investigare sulla morte di alcuni Shinigami, diventa vittima del processo di hollowficazione di Aizen, ma viene salvata da Tessai e guarita da Urahara. Durante la battaglia nella falsa Karakura Town, viene gravemente ferita dalla zanpakutō di Gin Ichimaru e in seguito guarita da Retsu Unohana[3]. È doppiata da Reiko Takagi.

La maschera di Hiyori ricorda il viso di un demone dalle fauci serrate, ed è provvista di un corno sulla fronte. La sua zanpakutō si chiama Kubikiri Orochi (馘大蛇?) e rilascia lo shikai al comando "affetta" (ぶっ手切れ buttegire?). Una volta rilasciata assume la forma di un'imponente mannaia con la lama seghettata.

Love Aikawa[modifica | modifica wikitesto]

Love Aikawa (愛川 羅武 Aikawa Ravu?) è l'ex capitano della Settima Divisione. Porta i capelli a punta in stile afro; indossa un maglione verdastro, porta occhiali da sole e condivide con Rōjūrō Ōtoribashi la passione per i manga. Affronta insieme a Rose l'Arrancar Coyote Stark. Love è dotato di un'enorme forza fisica, tanto da riuscire a spaccare in due un Menos Grande a mani nude. La sua maschera ha l'aspetto di un demone oni provvisto di due piccole corna sulla fronte. La sua zanpakuto si chiama Tengumaru (天狗丸?) e viene rilasciata al comando "frantuma" (打ち砕け uchikudake?). La spada si trasforma in un'enorme tetsubo nera fornita di spine con la capacità di manipolare il fuoco. È doppiato da Tetsu Inada.

Rōjūrō Ōtoribashi[modifica | modifica wikitesto]

Rōjūrō Ōtoribashi (鳳橋 楼十郎 Ōtoribashi Rōjūrō?), meglio conosciuto col nome di Rose (ローズ Rōzu?), era il capitano della Terza Divisione prima del suo processo di hollowficazione. Rose ha lunghi capelli biondi, gli occhi azzurri e pelle chiara; indossa sempre un lungo cappotto e una camicia bianca con merletti. Calmo e riflessivo, ama molto la musica e suona anche la chitarra. Intraprende assieme a Love Aikawa una battaglia contro Coyote Stark. In seguito allo scontro viene reintegrato nel suo antico ruolo precedente alla hollowificazione[4]. Durante l'invasione della Soul Society da parte del Vandenreich, Rose ingaggia battaglia contro lo Stern Ritter "U", NaNaNa Najahkoop[5], che apparentemente riesce a sconfiggerlo. Successivamente si scontra, insieme a Kensei, con lo Stern Ritter "S", Mask de Masculine. Nonostante il capitano attivi il suo Bankai, il Quincy, dopo aver sconfitto Kensei, che aveva lo scopo di distrarlo, sconfigge Rose con un raggio a forma di stella, che lo colpisce in pieno petto, sconfiggendolo. Viene ucciso prima di essere curato da Gremmy Thoumeaux e riportato in vita sotto forma di zombie per poi venire sconfitto dagli Arrancar di Majuri. È doppiato da Shōto Kashii.

La maschera di Rose si differenzia da tutte le altre maschere dei Vizard, di norma piatte, in quanto protende in avanti fino a formare una sorta di grosso becco adunco, in tutto e per tutto simile alla maschera tipica dei medici della peste medievali. La sua zanpakutō si chiama Kinshara (金沙羅?). In forma sigillata, Rose può far uso di una tecnica chiamata Arpeggio (アルペジオ Arupejio?), con cui crea dalla sua spada una corda di pianoforte spirituale che, stringendosi, dilania l'avversario. Lo Shikai viene rilasciato al comando "suona" (奏でろ kanadero?). Una volta rilasciata, la lama assume la forma di una lunga frusta dalle sembianze del gambo di un fiore. Una delle sue tecniche è chiamata Kinshara sōkyoku daijūichiban - Izayoi bara (金沙羅奏曲第十一番・十六夜薔薇?), con cui il nemico viene avvolto da un potente vortice d'energia. Il Bankai è chiamato Kinshara Butōdan (金沙羅舞踏団?), in cui la frusta dello Shikai si moltiplica e si attorciglia a formare degli strani esseri umanoidi, il cui volto assomiglia al bocciolo della forma precedente. La capacità principale di questo Bankai è di creare potenti illusioni grazie al suono, capaci di provocare all'avversario danni reali fintanto che ci creda.

Kensei Muguruma[modifica | modifica wikitesto]

Kensei Muguruma (六車 拳西 Muguruma Kensei?) era il capitano della Nona Divisione prima di Kaname Tōsen. Dal fisico muscoloso e atletico, indossa una canottiera blu contornata di grigio e dei guanti arancioni, ha i capelli grigio argento e sull'addome ha tatuato il numero 69, cosa che ha ispirato Shūhei Hisagi a farsene uno simile sulla guancia in segno di riconoscenza dopo essere stato salvato da bambino. Durante la permanenza sulla terra ha acquistato alcuni piercing dorati, uno sul sopracciglio e altri tre sull'orecchio sinistro. Secondo quanto detto da Kuna, è irascibile, rissoso e dal carattere alquanto irritabile. Vista la propria compagna Mashiro in grave difficoltà contro Wonderweiss Margela, accorre a salvarla[6]. Dopo la battaglia viene reintegrato nel suo ruolo precedente alla hollowificazione[7]. Durante l'attacco da parte del Vandenreich, Kensei giunge in aiuto di Hisagi che si sta scontrando con lo Stern Ritter "S", Mask de Masculine. Il capitano viene ucciso dal suo avversario e riportato in vita da Gremmy Thoumeaux sotto forma di zombie, per poi venire sconfitto dagli Arrancar di Majuri. È doppiato da Tomokazu Sugita.

Abile con la sua zanpakutō sia nell'attacco corpo a corpo che in quello a distanza, Kensei è in grado di sfoderare pugni devastanti. La sua maschera da Hollow è vagamente simile a una maschera da hockey su ghiaccio dotata di sei aperture per gli occhi. La sua zanpakutō si chiama Tachikaze (断地風?) e ha la forma di una normale spada[8]. Lo Shikai viene rilasciato al comando "spazzalo via" (吹っ飛 futtobase?), facendo assumere alla spada la forma di un lungo pugnale. Con tale tecnica riesce a creare una lama d'aria in grado di tagliare da lontano un Hollow; oltre a questa tecnica, Kensei può accumulare reiatsu con Tachikaze e rilasciarlo sotto forma di un'onda di energia bianca che colpisce l'avversario con una violenza estrema. Il suo Bankai si chiama Tekken Tachikaze (鐡拳 断地風?); in questa forma, le sue braccia vengono ricoperte da una corazza a fasce che, all'altezza delle spalle, si allarga a ventaglio e in ciascuna mano impugna una lama piatta a due punte[9]. Nel capitolo 560 Kensei spiega che quando rilascia il Bankai, il potere distruttivo dello Shikai viene concentrato interamente nei tirapugni, con il risultato che ogni colpo genera una massiccia esplosione al momento dell'impatto. Quindi, finché continuerà a colpire il nemico con essi, quest'ultimo continuerà ad implodere internamente.

Mashiro Kuna[modifica | modifica wikitesto]

Mashiro Kuna (久南 白 Kuna Mashiro?) è l'ex luogotenente di Kensei nella Nona Divisione. Ha un carattere allegro, ma è anche molto forte e possiede molta resistenza: infatti fin dai primi tentativi riusciva a mantenere la propria forma da Hollow per oltre 15 ore consecutive. Alcune volte è troppo sicura di sé e non si rende conto di sfruttare i propri poteri di Vizard in maniera eccessiva, riducendo drasticamente la durata della sua trasformazione[10]. Durante la saga della falsa Karakura Town, affronta Wonderweiss Margela[11] e non ha problemi a tenere testa all'avversario finché parte della maschera comincia a sfaldarsi lasciandola alla mercé del nemico[10]; viene salvata all'ultimo istante dall'intervento di Kensei. Al termine della battaglia riprende il posto di vicecapitano della Nona Divisione assieme a Hisagi. La maschera di Mashiro ricorda la testa di un insetto. È abile nelle arti marziali e nell'uso della maschera, preferendo ricorrere al combattimento corpo a corpo piuttosto che alla sua zanpakuto, il cui nome rimane sconosciuto. È doppiata da Akemi Kanda.

Hachigen Ushōda[modifica | modifica wikitesto]

Hachigen Ushōda (有昭田 鉢玄 Ushōda Hachigen?), meglio conosciuto come Hacchi (ハッチ?), è un Vizard imponente e robusto, ma dall'indole gentile e pacifica. Porta dei folti baffi rosa, così come i suoi capelli, che al contrario sono corti e tagliati in modo simile ad un simbolo a forma di tibie incrociate. Indossa una giacca verde con sotto una camicia bianca. È dotato di tecniche di Kidō estremamente avanzate, nonché di un potere rigenerativo molto simile a quello di Orihime. Ricopriva il ruolo di vice di Tessai Tsukabishi, capitano dei Corpi del Kido. Assegnato alla missione di recupero assieme a Shinji, Love, Rose e Lisa, viene hollowficato e bandito dalla Soul Society. Durante la saga della falsa Karakura Town, combatte insieme a Soifon contro Baraggan Luisenbarn. Pur danneggiando gravemente il nemico grazie ad un attacco combinato, Barragan sopravvive il colpo e colpisce il braccio destro di Hacchi. Il Vizard però teletrasporta il braccio direttamente nel corpo di Baraggan, che viene così distrutto dal suo stesso potere. È doppiato da Takashi Nagasako.

Abilissimo nell'utilizzo del Kido, non si vede mai impugnare la spada tranne che per fermare Ichigo. La sua maschera è particolarmente appariscente: presenta infatti delle protuberanze che si estendono fin dietro la testa, un'ampia dentatura serrata e due grosse zanne che dipartono dai lati della bocca; ricorda il volto di un demone balinese. A differenza degli altri Vizard, che richiamano la maschera con una sola mano, sembra che Hacchi per farlo abbia bisogno di entrambe le mani. La sua zanpakutō è uno spadone dal manico quadrato, che può richiamare via Kido[12].

Lisa Yadōmaru[modifica | modifica wikitesto]

Lisa Yadōmaru (矢胴丸 リサ Yadōmaru Risa?) era il luogotenente di Shunsui Kyōraku nell'Ottava Divisione. Lisa ha capelli lunghi neri con codino, porta gli occhiali e i suoi occhi sono di colore verde-azzurro. Indossa un'uniforme da studentessa liceale e ama molto leggere fumetti hentai. È una persona taciturna e non molto socievole. Insieme a Hiyori inizia un combattimento contro Tia Harribel prima di essere interrotta da Aizen. Lisa è abile sia con la spada che con le arti marziali. La sua maschera è piatta e dalla forma romboidale, con una fessura a forma di croce latina sulla parte frontale. La sua zanpakutō si chiama Haguro Tonbo (鉄漿蜻蛉?) e rilascia lo Shikai al comando "frantuma" (潰せ tsubuse?). Una volta rilasciata, assume la forma di una lancia orientale dalla lama larga e piatta. È doppiata da Kanako Hattori.

Avversari[modifica | modifica wikitesto]

Hollow[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Hollow (Bleach).

Gli Hollow (ホロウ Horō?) sono degli spiriti maligni. Originariamente sono delle anime umane che non hanno raggiunto la Soul Society in tempo dopo la loro morte. Ciò li fa perdere coscienza della loro natura e sviluppa in loro un'attrazione per le anime umane. La loro caratteristica principale è una maschera bianca che ricopre il volto, diversa per ciascun individuo, e un buco nero al posto del cuore. Gli Arrancar (アランカル Arankaru?), Hollow che hanno acquisito forma umanoide e poteri da Shinigami, sono gli antagonisti principali nella seconda parte della serie, sotto il comando dello Shinigami traditore Sōsuke Aizen e dei dieci Arrancar più forti, denominati Espada (エスパーダ Esupāda?).

Sōsuke Aizen[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Sōsuke Aizen.

Sōsuke Aizen (藍染 惣右介 Aizen Sōsuke?) è l'antagonista principale per gran parte della serie. Presentato come il capitano della Quinta Divisione del Gotei 13, Aizen è la mente dietro a un complotto avviato prima dell'inizio della storia e portato avanti durante gli eventi della Soul Society per ottenere l'oggetto dei suoi desideri, l'Hōgyoku (崩玉?), e distruggere così il Re Spirito. Grazie all'Hōgyoku e ai due capitani da lui reclutati, Gin Ichimaru e Kaname Tōsen, si crea un'esercito di Arrancar con cui minaccia la Soul Society. Aizen è infine sconfitto da Ichigo, prima di essere catturato da Kisuke Urahara e confinato a ventimila anni di reclusione. È doppiato da Shō Hayami.

Bount[modifica | modifica wikitesto]

I Bount (バウント Baunto?) sono un gruppo presente solo nelle puntate filler della versione animata. Sono esseri umani con caratteristiche speciali, e per questo nel corso dei secoli sono spesso stati visti come creature soprannaturali e talvolta assimilati ai vampiri. Il loro potere speciale è dato da una bambola che usano in battaglia. Sono stati creati artificialmente nella Soul Society molto tempo prima del tempo della trama principale: essi infatti sono il risultato di un esperimento scientifico fallito, che era mirato alla ricerca della vita eterna. Il responsabile dell'esperimento era Ran'Tao, uno Shinigami della divisione scientifica e tecnologica. Il capo dei Bount è Jin Kariya, che vuole vendicarsi degli Shinigami per averli creati e poi uccisi.

Jin Kariya[modifica | modifica wikitesto]

Jin Kariya (狩矢 神 Kariya Jin?), il cui vero nome è Eugene Currier (ユージン・カリヤー Yūjin Kariyā?)[13] è il leader dei Bount. Ha una cicatrice sul volto, un segno fatto da un Hollow quando lui era ancora bambino. Dopo essersi fuso con la sua bambola i suoi capelli diventano bianchi e i suoi occhi si colorano di rosso, ed acquista una notevole potenza. Tutti i suoi amici sono stati condannati a morte dagli Shinigami, in quanto si dichiarava che l'esperimento è stato un disastro. È il più potente fra tutti i suoi simili, all'inizio il suo obiettivo è accumulare un enorme massa di energia, dopo si scopre che vuole invadere la Soul Society per vendicarsi degli shinigami. Jin può immobilizzare i suoi nemici con un singolo tocco. Nel corso della serie[14] vengono rivelati i poteri della sua bambola, Messer, cioè il controllo del vento. Dopo aver affrontato diversi avversari fra cui la sua stessa creatrice, utilizza la sua arma con la massima forza di cui dispone, rivelando la sua vera forma nello scontro con Ichigo Kurosaki. Kariya viene infine sconfitto e ucciso da Ichigo. È doppiato da Toru Ohkawa.

La bambola di Jin si chiama Messer (メッサー Messa?, "coltello" in tedesco). Sigillata, Messer prende la forma di un porta-carte da gioco, mentre, rilasciata, diventa una pata, la cui lama è formata da vento[15]. Jin mostra un utilizzo della sua bambola superiore rispetto a quello degli altri Bount, in quanto, essendo fuso con lei, è in grado di usare i suoi poteri senza rilasciarla. I poteri di Messer consistono principalmente nel controllo del vento, trasformandolo in elettricità al massimo della sua potenza.

Yoshino Sōma[modifica | modifica wikitesto]

Yoshino Sōma (相馬 芳野 Sōma Yoshino?) è una giovane donna dai capelli castani, nonché la prima dei Bount ad apparire nella storia mentre cerca di nutrirsi attirando un essere umano con il suo canto. Dopo un duro scontro con Ichigo e Rukia viene quasi sconfitta, ma salvata in extremis e portata via da Utagawa. Subisce poi il duro rimprovero di Jin Kariya, che apparentemente la reputa una donna speciale. Riappare più avanti nella storia per salvare Uryū Ishida da Utagawa, che l'aveva catturato e stava per nutrirsi di lui. Dopo averlo curato, Yoshino spiega ad Ishida il motivo per cui i Bount hanno l'implicita regola di non nutrirsi mai di esseri viventi (l'assimilazione di troppo potere porterebbe ad una distorsione dell'atmosfera, ed all'apertura di varchi verso l'Hueco Mundo), che lei stessa tentava di farlo per ottenere più potere e potersi frapporre ai piani di Jin Kariya, e che la chiave per il misterioso piano dei Bount è l'ultimo Quincy, cioè lui. Durante una successiva conversazione con Utagawa, si scopre poi che la donna era in passato innamorata di Kariya, e che vuole fermare i suoi piani dato che ha scoperto che da tempo manipolava sia lei sia i Bount per i suoi scopi. Viene poi uccisa sempre da Kariya durante uno scontro. È doppiata da Masako Katsuki.

La bambola di Yoshino si chiama Goethe (ゲーテ Gēte?). Prende vita quanto Yoshino fa scaturire una scintilla dal braccialetto argentato che porta al polso destro, usando l'anello-artiglio che indossa sulla mano sinistra. Prende forma di una sorta di golem umanoide nero, privo di volto, pieno di fessure da cui scaturiscono potenti fiammate, in grado di creare e manipolare il fuoco per scagliarlo o per difendersi a seconda delle necessità; è anche molto difficile da sconfiggere in quanto colpirlo o tagliarlo causa solo il suo riassemblamento o l'eventuale esplosione in migliaia di pezzi che poi tornano come prima, causando gravi danni. Obbedisce agli ordini di Yoshino ripetendo sempre ciò che gli viene detto con l'aggiunta "ho capito". Un istante prima della sua morte, Yoshino si fonde con Geitei creando una sorta di ibrido in grado di controllare il fuoco a piacere.

Cain[modifica | modifica wikitesto]

Cain (ケイン Kein?) è un giovane portato da Kariya da Koga Gō per essere istruito. I due iniziano a vivere insieme, lavorando nella fattoria di quest'ultimo. Dopo aver subito un attacco dagli umani che li ritenevano mostri, e dopo aver visto la bambola di Koga in azione, Cain vuole diventare più forte per potersi difendere e proteggere le persone. È doppiato da Takayuki Fujimoto.

La bambola di Cain si chiama Waineton (ワイネトン Waineton?). Seguendo un libro scritto da Kariya stesso, però, affrettatosi per il desiderio di possedere una bambola e non avendo ascoltato il consiglio di Koga, di aspettare di essere diventato più forte prima di evocare la sua bambola, compie il rito. Desideroso di mostrare allo stesso Koga il risultato e ignorando il parere della stessa Waineton che afferma di essere stanca e di volersi riposare, Cain rimane ucciso dalla bambola stessa, che voleva mettere alla prova la forza del suo padrone. Koga mostra di sentirsi responsabile per la morte di questo giovane, al quale teneva molto; e, per lo stesso motivo, si trattiene quando combatte contro dei giovani.

Hō e Ban[modifica | modifica wikitesto]

(?) e Ban (?) sono dei bambini gemelli che possiedono poteri telepatici e usano le loro bambole per manipolare l'acqua. La loro apparizione nella storia si ha quando attaccano il Karakura Hospital, l'ospedale del padre di Ishida, per rapire lo stesso Uryū Ishida, che aveva perso i suoi poteri. Dopo aver affrontato tutti i componenti del gruppo, vengono sconfitti da Nova e Ganju Shiba; Nova, infatti, usando la sua abilità di teletrasporto, mette al tappeto Ban e costringe il gemello a controllare le due bambole contemporaneamente, Ganju, con l'uso dei fuochi d'artificio le uccide, mettendo così fine alla vita dei loro padroni. Sono doppiati da Daisuke Sakaguchi.

Le loro bambole sono rispettivamente Guhl (グール Gūru?) e Günther (ギュンター Gyuntā?). Entrambe prendono la forma di tappi di bottigliette. Una volta rilasciate, possono controllare acqua, rendendo la loro distruzione difficoltosa a causa della piccola dimensione del tappo rispetto alla grande massa d'acqua che lo circonda. La loro tecnica principale per uccidere gli avversari consiste nell'inglobarli nella loro grande massa d'acqua, in modo da annegarli. Hanno anche la capacità di infilarsi nel corpo umano (essendo questo composto dal 70% di acqua), lacerando il nemico dalle interiora. Acquistano potere quando l'acqua li circonda, e si trasformano in un'unica bambola molto più forte quando si fondono. Il loro punto debole è che i loro padroni devono essere a contatto ravvicinato per poter contattarsi telepaticamente e per controllarle al meglio.

Gō Koga[modifica | modifica wikitesto]

Gō Koga (古賀 剛 Koga Gō?) è un uomo grande e muscoloso che assomiglia ad un motociclista punk con i capelli a punta arancioni. Anche senza usare la sua bambola, Koga ha un'impressionante forza fisica, tale da contrastare Ichigo e la sua zanpakutō a mani nude. La sua bambola è Dalk, una bambola metallica dalla voce femminile, che ha il potere di controllare le proprie molecole e cambiare forma quando lo desidera. Nell'episodio 83 dell'anime viene rivelato che il vero nome di Koga è Claude Gauguin e che negli anni passati ha vissuto in Europa. Ha vissuto per oltre 12 generazioni, come egli stesso rivela a Ichigo, e si lamenta di aver sempre dovuto vedere i giovani morire; questa affermazione deriva dalla vicenda inerente a Cain, infatti Koga si ritiene responsabile per la morte del giovane, anche se questa è stata causata dalla fretta di questo di controllare la propria bambola. Nella storia, quando Kariya ottiene il potere di Jōkaishō, il simbolo dei Bount, e appare intenzionato a radere al suolo la Soul Society con questo potere, Koga si oppone e prova a fermarlo, finendo con l'essere ferito e abbandonato da Kariya. Successivamente, cercando di inseguirlo, Koga si imbatte in Tōshirō Hitsugaya e combatte con lui, perdendo perché Dalk non riesce a sopportare il freddo generato da Hyōrinmaru. Tuttavia, non muore e viene segretamente portato da Yoruichi Shihōin a casa di Ran'Tao, dove viene curato. Dopo aver scoperto di essere l'ultimo Bount, si scusa per le azioni passate della sua razza, e in particolare di quella di Kariya. Rimane a vivere con Ran'Tao, e non viene più menzionata la sua bambola. È doppiato da Tohru Furusawa.

La bambola di Koga si chiama Dalk (ダルク Daruku?) e prende la forma di una sfera di metallo con il sigillo dei Bount inciso sopra. Una volta rilasciata, si trasforma in una forma semi-umanoide, con alcuni tratti caratteristici di un ragno, e può controllare le molecole del metallo che formano il suo corpo, cambiando continuamente forma secondo il suo volere. Possiede la capacità di separarsi istantaneamente in piccole sfere, rendendola molto difficile da colpire e da distruggere. Dalk usa una grande varietà di attacchi in combattimento, come ad esempio creare ragnatele metalliche nelle quali imprigionare l'avversario, oppure sparare pezzi del suo corpo come proiettili, trasformando addirittura il suo braccio in una mitragliatrice sparando piccole sfere. Dopo che il suo padrone ha bevuto l'elisir d'anime prodotto dai Bitto, Dalk assume ancora di più le connotazioni di un ragno, mantenendo solo il torso di forma umanoide.

Mabashi[modifica | modifica wikitesto]

Mabashi (馬橋 Mabashi?) è un uomo coi capelli rossi, che indossa sempre strani vestiti blu, porta un piercing alla lingua e ha un carattere molto vanitoso. Una caratteristica che lo contraddistingue dai suoi compagni è il suo voler sempre esprimere la propria opinione, anche se le sue idee non collimano con quelle del capo del gruppo Kariya. La sua bambola è Liz, una creatura piccola, simile ad un topolino, che ha l'abilità di controllare gli avversari. Mabashi all'inizio non vuole bere l'elisir di anime prodotto dai Bitto, in ossequio alle leggi del clan che vietano di cibarsi di anime di persone vive, ma Kariya lo costringe e velocemente ne diventa dipendente. Una volta entrato nella Soul Society, usa la sua bambola per mettere gli Shinigami l'uno contro l'altro. Quando incontra Soifon, all'inizio l'avvelena, ma poi è sconfitto, dato che viene colpito nello stesso punto due volte da Suzumebachi. È doppiato da Daisuke Ono.

La bambola di Mabashi si chiama Liz (リズ Rizu?). Quando è sigillata, prende la forma di un seme che pende dal collare di Mabashi, e, quando è lasciato cadere, fiorisce in un piccolo topolino simile ad un fiore che possiede la capacità di impossessarsi delle altre persone e prenderne il controllo. Liz dimostra di essere capace di muoversi nel terreno a grande velocità. Nella Soul Society, Liz acquista la capacità di duplicarsi numerose volte, e usa questi suoi cloni per impossessarsi di gruppi interi di persone.

Ryō Utagawa[modifica | modifica wikitesto]

Ryō Utagawa (宇田川 稜 Utagawa Ryō?) è stato il braccio destro di Kariya. La sua bambola è Fried, una creatura simile ad un serpente che possiede la capacità di replicarsi. Trama segretamente di spodestare Kariya dalla sua posizione di leader, rubando il suo sigillo, ma viene ucciso da Maki Ichinose. Ha l'abitudine di usare, frammista alla classica parlata giapponese, termini stranieri fra cui "yes" e "no comment". È doppiato da Shusuke Sakino.

La bambola di Ryō si chiama Fried (フリード Furīdo?). Quando è sigillata, prende la forma di un piccolo orologio da polso d'oro che il suo padrone tiene sempre con sé. Una volta rilasciato prende la forma di un serpente giallo attorcigliato attorno alle spalle di Ryō. Può essere usato come spada, scudo e frusta. Fried ha il potere di poter convertire tutti gli oggetti di forma allungata, come ad esempio tubi, corde e spaccature sull'asfalto, in ulteriori serpenti simili al suo aspetto. In aggiunta, Fried ha la capacità di creare sigilli tutto attorno all'area dove si trova Ryō, questi simboli scompaiono e ricompaiono dove l'avversario appoggia i piedi al suolo, facendo comparire enormi pilastri fatti di serpenti.

Sawatari[modifica | modifica wikitesto]

Sawatari (沢渡 Sawatari?) sembra essere il Bount più vecchio, anche se il suo aspetto è semplicemente il risultato della continua assimilazione di anime di umani vivi, che ha iniziato molto tempo prima di tutti gli altri Bount. Similmente a Utagawa, trama di prendere il posto di Kariya come leader dei Bount. È sempre ritratto seduto su una specie di trono, che non è nient'altro che una parte della sua bambola Baura. Prima dell'invasione alla Soul Society, Sawatari si batte con Chad, Rangiku Matsumoto, Nova e Ururu. Affronta in combattimento Mayuri Kurotsuchi, che inizialmente è interessato al Bount come soggetto di ricerca, ma alla fine lo uccide con il suo bankai. È doppiato da Yuzuru Fujimoto.

La bambola di Sawatari, Baura (バウラ?), prende la forma di una balena che ingoia interamente i nemici; il suo stomaco è un collegamento ad un'altra dimensione e ogni cosa che vi finisce è ridotta in particelle e assimilata dal proprietario. Poiché ha la forma di un cetaceo, Baura si muove "nuotando" attraverso oggetti solidi, passando in un'altra sua esclusiva dimensione. Per emergere, tuttavia, il punto di emersione deve essere abbastanza largo per contenere l'intero corpo della bambola. Nella Soul Society il suo potere è amplificato, tanto che può anche nuotare a mezz'aria.

Ugaki[modifica | modifica wikitesto]

Ugaki (宇柿?) è un uomo che porta un paio di occhiali tondi, vestito come un businessman, che adopera uno strano rituale e delle carte per controllare la sua bambola. Appare durante la saga dell'invasione della Soul Society. Ugaki combatte usando le tecniche di guerriglia, sfruttando la sua bambola mentre lui resta nascosto e ne modifica l'aspetto tramite le carte. viene affrontato da Renji Abarai e ucciso dalla sua stessa bambola quando questa, colpita più volte dal bankai di Renji, perde il controllo. È doppiato da Katsumi Suzuki.

La bambola di Ugaki si chiama Geselle (ゲゼル Gezeru?) e ha la forma di un'enorme e mostruosa creatura nera con il corpo ricoperto di linee rossastre e delle enormi zanne, in grado di muoversi liberamente fra le ombre e sparire e riapparire in esse a piacere. Quando utilizza il suo potere abbinato ad una particolare carta, Ugaki può far mutare gli arti di Geselle nell'arma disegnata sulla carta o sfruttare semplicemente la forza bruta, tattica che combinata rende Geselle quasi imbattibile.

Yoshi[modifica | modifica wikitesto]

Yoshi (ヨシ?) è una Bount donna dai lunghi capelli verdi e con l'innata propensione al combattimento. Sfrutta la sua bambola come un'arma e combatte lei stessa contro l'avversario, adoperando anche uno stile di combattimento con i calci simile al wushu. Viene affrontata e sconfitta da Ishida; poco prima di morire, rivela al suo avversario di essersi molto divertita nello scontro. È doppiata da Yoko Soumi.

La bambola di Yoshi si chiama Nieder (ニーダー Nīdā?) e ha la forma di una spada ed un ventaglio collegati da una catena, dotati di grande potenza d'attacco e utilizzabili anche come armi a distanza grazie alla lunghezza della catena. Yoshi può scegliere di adoperare la sua bambola in due modi differenti: quando tutto il potere viene concentrato sulla spada, si generano una copertura per il viso e uno spallaccio sulla spalla sinistra; in questa forma Nieder può generare diverse lame di luce oltre alla lama della spada che possono essere usate sia per attaccare come una frusta, sia per essere scagliate contro il nemico a distanza. Quando invece il potere viene concentrato sul ventaglio, la copertura e lo spallaccio appaiono sulla spalla destra e il ventaglio si apre ad ombrello, difendendo Yoshi da qualsiasi attacco. Quando non è nella sua forma potenziata, la bambola parla attraverso bocche che si aprono sulle impugnature della spada e del ventaglio.

Zanpakutō[modifica | modifica wikitesto]

Muramasa[modifica | modifica wikitesto]

Muramasa (一 村正?) è il principale antagonista e orchestratore della saga filler della storia alternativa delle zanpakutō. Diverse centinaia di anni prima dell'inizio della trama principale, Muramasa era stato la zanpakuto di Kōga Kuchiki, comandante di terzo seggio della sesta divisione. Quando Kōga si ribellò contro la Soul Society, perse la capacità di comunicare ed usare il potere di Muramasa, ciò gli fece credere che Kōga lo avesse abbandonato e Muramasa cadde nella disperazione, fino a quando scoprì che Kouga era stato sigillato[16]. Tenta di liberare tutte le zanpakutō dalla "schiavitù" degli Shinigami e le incita ad attaccare i loro padroni, con lo scopo segreto di liberare il suo ex padrone. Anche se Muramasa riesce a liberare il suo padrone, Kōga lo pugnala dopo il suo risveglio, dicendo che si trattava di una punizione per il suo abbandono. Viene ucciso dopo varie trasformazioni da Ichigo.

Appare come un uomo alto e trasandato, dalla pelle pallida. I suoi capelli sono corti e di color castano scuro, mentre gli occhi sono di color turchese, circondati da segni di viola. Indossa una lunga veste bianca, che ricorda le uniformi degli Arrancar, ma con il colletto coperto da una spessa pelliccia. La cosa che più si nota sono le sue unghie, bianche e molto lunghe. In quanto zanpakutō, Muramasa in origine aveva l'aspetto di una spada, che nella forma sigillata ha l'aspetto di una katana, con l'impugnatura viola e la guardia con la forma simile all'emblema dei Corpi del Kidō, un cerchio con tre cunei a uguale distanza tra loro. Muramasa è una zanpakuto di tipo illusorio[16]. Il suo shikai, che Kōga rilasciava al comando "sussurra" (囁け sasayake?), genera un'ondata di energia viola, che colpisce a 360°, capace di alterare la stabilità energetica tra una zanpakuto e il suo possessore, permettendogli di costringere lo spirito di una zanpakutō a manifestarsi e ad attaccare i propri alleati, o addirittura il proprio padrone[17], il quale non potrà utilizzare né shikai né bankai. È doppiato da Yūichi Nakamura.

Fullbringer[modifica | modifica wikitesto]

I Fullbringer (フルブリンガー Furuburingā?) sono umani che hanno acquisito poteri particolari quando le loro madri sono state attaccate da Hollow[18]. Il loro potere, denominato Fullbring (完現術 Furuburingu?), è un'abilità che si manifesta tramite un oggetto e attraverso la quale i Fullbringer possono manipolare l'essenza stessa della materia con gli effetti più disparati. L'unico modo per un Fullbringer di liberarsi dei suoi poteri è quello di trasferirli ad un umano con poteri da shinigami. In Bleach compare Xcution (エクスキューション Ekusukyūshon?), un'organizzazione segreta i cui membri sono tutti Fullbringer. I componenti del gruppo affermano di voler diventare normali esseri umani trasferendo i loro poteri ad un umano con abilità da shinigami ed è per questo che entrano in contatto con Ichigo. Successivamente viene rivelato che il loro vero scopo è quello di incrementare i loro poteri rubandoli ad Ichigo. Per far questo usano il Fullbring di uno dei membri, Shūkurō Tsukishima, per manipolare i ricordi degli amici dell'ex shinigami e degli altri Fullbringer, rendere più credibile l'inganno e spingerlo a sviluppare il suo Fullbring per poi rubarglielo.

Kūgo Ginjō[modifica | modifica wikitesto]

Kūgo Ginjō sulla copertina del volume 50 di Bleach

Kūgo Ginjō (銀城 空吾 Ginjō Kūgo?) è uno shinigami che possiede anche poteri Fullbring; riveste il ruolo di leader di Xcution e di antagonista principale della saga dei Fullbring. Kūgo ha occhi marroni e lunghi capelli neri pettinati all'indietro. È alto 1,87 ed indossa dei pantaloni neri, una maglietta bianca ed un giacchetto nero con un collo di pelliccia chiara. Indossa un pendente a forma di X che è l'oggetto del suo Fullbring[19]. Kūgo viene presentato come un personaggio calmo e dal sangue freddo, ed anche come un manipolatore. Convince infatti Ichigo ad interessarsi ad Xcution tramite diversi sotterfugi, tra cui rivolgersi all'agenzia dove lavora per fargli controllare il passato di Isshin Kurosaki fingendo di non sapere che sia suo padre[20].

Kūgo è stato il primo Sostituto Shinigami, tuttavia ha rinunciato alla posizione ed è scomparso. Qualche tempo dopo si è unito all'organizzazione Xcution sotto la guida di Shūkurō Tsukishima. In seguito, lo stesso Kūgo è diventato il leader dell'organizzazione. Diciassette mesi dopo lo scontro con Aizen, invita Ichigo a raggiungerlo presso la sede Xcution, dove gli spiega la natura dei Fullbringer e gli offre la possibilità di riguadagnare i suoi poteri. Dopo aver fatto risvegliare i poteri di Ichigo, Kūgo improvvisamente si rivolta contro il ragazzo, rivelando il complotto ai suoi danni. Dopo l'arrivo degli shinigami, Kūgo, spostato in un'altra dimensione dal Fullbring di Yukio, combatte con Ichigo e Uryū e viene infine sconfitto dal Sostituto Shinigami. Insieme a Giriko e a Tsukishima, viene salvato dal Rukongai da Kūkaku Shiba. Dopo che Ichigo lascia la Soul Society alla volta del Palazzo Reale, la donna ordina a loro e a Ganju Shiba di allenarsi, per prepararsi all'imminente battaglia con il Vandenreich. È doppiato da Hiroki Tōchi.

Kūgo è uno spadaccino esperto e possiede grandi velocità e resistenza, come dimostra affrontando Tsukishima e lo stesso Ichigo, riuscendo persino a sconfiggere quest'ultimo in allenamento benché privo dei suoi poteri da shinigami. È inoltre in grado di percepire la reiatsu al punto da riuscire a vedere le anime dei defunti e gli shinigami. Il suo potere si chiama Cross of Scaffolds (クロス·オブ·スキャッフォルド Kurosu obu Sukyafforudo?) e l'oggetto del suo Fullbring è il suo pendente, che può trasformare in una spada con uno spazio vuoto sopra all'elsa. In questo stadio, Kūgo può ricoprire la lama con un'aura di energia per poi colpire il suo avversario causando un'esplosione.

Shūkurō Tsukishima[modifica | modifica wikitesto]

Shūkurō Tsukishima (月島 秀九郎 Tsukishima Shūkurō?) è un ragazzo alto con i capelli neri lunghi fino alle spalle. Indossa una camicia bianca e dei pantaloni scuri con le bretelle. Ha una cicatrice sopra il sopracciglio sinistro. Il suo Fullbring, che si focalizza sul suo segnalibro, si chiama Book of the End (ブック·オブ·ジ·エンド Bukku obu ji Endo?) e gli permette, colpendo la sua vittima con la spada, di inserire la sua presenza nel suo passato. Tsukishima è un personaggio freddo e calcolatore, e viene inizialmente presentato come ex membro di Xcution e attuale avversario. È stato lui a formare l'organizzazione per poter aiutare i Fullbringer a liberarsi dei loro poteri, ma in seguito ha cambiato idea ed ha deciso di accrescere le sue abilità sfruttando i sostituti shinigami. In seguito viene rivelato che Tsukishima era d'accordo con gli altri membri di Xcution fin dall'inizio, e che l'intera organizzazione condivide il suo obiettivo di derubare Ichigo dei suoi poteri. Quando gli Shinigami giungono in soccorso di Kurosaki affronta Byakuya Kuchiki, venendo da lui sconfitto. Dopo la sua morte, Tsukishima, insieme a Giriko e a Ginjō, viene salvato dal Rukongai da Kūkaku Shiba. Dopo che Ichigo lascia la Soul Society alla volta del palazzo reale, la donna ordina a loro e a Ganju Shiba di allenarsi, per prepararsi all'imminente battaglia con il Vandenreich. È doppiato da Daisuke Ono.

Riruka Dokugamine[modifica | modifica wikitesto]

Riruka Dokugamine (毒ヶ峰 リルカ Dokugamine Riruka?) è una ragazza con gli occhi e i capelli color magenta, indossa un cappello chiaro, un vestito scuro e degli stivali alti. Riruka viene rappresentata come una ragazza sicura di sé e dal carattere giocoso; è una chiacchierona irascibile. Il suo Fullbring, che si focalizza su qualsiasi cosa lei trovi carina, si chiama Dollhouse (ドールハウス Dōruhausu?) e le permette di trasferire a suo piacimento cose e persone all'interno di oggetti che lei trova carini. Dopo aver ricevuto parte dei poteri di Ichigo, il suo Fullbring cambia aspetto ricoprendole gli avambracci, il petto e le gambe con un'armatura e facendo spuntare sul suo cappello delle orecchie da coniglio. Dopo essere brevemente apparsa in compagnia di Kūgo e Giriko, Riruka viene ufficialmente introdotta come un membro di Xcution presso la loro base, dove aiuta Ichigo nei suoi allenamenti grazie al suo Fullbring. Quando arriva il momento di tradire Ichigo e appropriarsi dei suoi poteri sembra restia e, nello scontro con gli shinigami giunti a salvare Kurosaki, affronta con poca convinzione Rukia Kuchiki. È doppiata da Megumi Toyoguchi.

Yukio Hans Vorarlberna[modifica | modifica wikitesto]

Yukio Hans Vorarlberna (雪绪・ハンス・フォラルルベルナ Yukio Hansu Foraruruberuna?) è un ragazzino con i capelli biondi e gli occhi verdi, indossa un basco, un cappotto, dei pantaloni e degli stivali tutti scuri. Si prende spesso gioco di chi gli sta intorno sottolineando la sua natura critica; è molto egocentrico, al punto da autoproclamarsi Dio, ed è alquanto spietato, cosa che dimostra gioendo della rovina della sua famiglia e del suicidio del padre. Il suo Fullbring, che si focalizza sulla sua console portatile — nel manga una Nintendo 3DS mentre nell'anime una PSP — si chiama Invaders Must Die (インヴェイダーズ·マスト·ダイ Inveidāzu Masuto Dai?) e gli permette di trasportare chiunque dentro ad un videogioco del quale lui stabilisce le regole. Dopo aver ricevuto parte di poteri di Ichigo, il suo Fullbring cambia aspetto ricoprendogli le braccia e le gambe con un'armatura e facendogli spuntare in testa due antenne. Questo aumento di potenza gli consente di manipolare anche la realtà al di fuori del suo videogioco e di creare delle dimensioni isolate che chiama "Chatroom". Anche lui aiuta Ichigo nel suo allenamento sfruttando le proprietà del suo Fullbring e quando i membri di Xcution si scontrano con gli shinigami è lui a creare le dimensioni per separare le varie coppie e si trova ad affrontare Tōshirō Hitsugaya, venendo da lui sconfitto. È doppiato da Mitsushiro Ichiki.

Jackie Tristan[modifica | modifica wikitesto]

Jackie Tristan (トリスタン ジャッキー Tristan Jackie?) è una donna alta e prosperosa con i capelli neri a caschetto, labbra carnose e dalla pelle scura, indossa una maglia scura a maniche lunghe, dei pantaloni attillati chiari e degli stivali. Viene rappresentata come una persona piuttosto taciturna e dimostra la sua anima caritatevole quando decide di sacrificarsi per salvare Renji che l'aveva risparmiata. Il suo Fullbring, che è focalizzato sui suoi stivali, si chiama Dirty Boots (ダーティ・ブーツ Dāti Būtsu?) e le permette di aumentare la potenza dei suoi calci sporcandosi gli stivali. Dopo aver ricevuto parte di poteri di Ichigo, il suo Fullbring cambia aspetto ricoprendogli la maggior parte del corpo con un'armatura e facendole comparire addosso un motore di motocicletta da cui può far uscire un liquido nero col quale sporcare il mantello del suo Fullbring e fortificarsi ulteriormente. Jackie viene presentata per la prima volta presso il quartier generale di Xcution, dove aiuterà in seguito Ichigo nel suo allenamento facendogli da sparring partner. Nello scontro tra gli shinigami e Xcution viene facilmente sconfitta da Renji Abarai che tuttavia si rifiuta di finirla. Per evitare che Yukio faccia collassare la dimensione nella quale erano rinchiusi uccidendo entrambi, Jackie, commossa dal gesto di Renji, si sacrifica facendosi esplodere. Alla fine della battaglia, si scopre che è ancora viva, tuttavia ha perduto i suoi poteri Fullbring. È doppiata da Atsuko Yuya.

Giriko Kutsuzawa[modifica | modifica wikitesto]

Giriko Kutsuzawa (沓沢 ギリコ Kutsuzawa Giriko?) è un uomo di mezza età alto con i capelli scuri corti, i baffi ed una benda sull'occhio destro, resasi necessaria quando il potere Fullbring di Giriko è fuoriuscito proprio dal suo occhio destro. Indossa una camicia bianca, un gilet scuro e un cravattino e porta spesso con sé un bastone da passeggio. Apparentemente calmo e controllato, durante lo scontro con Kenpachi, Giriko mostra la sua vera natura arrogante. Il suo Fullbring, che si focalizza sul suo orologio da taschino, si chiama Time Tells No Lies (タイム·テルズ·ノー·ライズ Taimu Teruzu Nō Raizu?) e grazie ad esso egli può applicare delle regole spazio-temporali a cose e persone che, se non vengono rispettate, ne causano la distruzione. Giriko può inoltre lanciare i numeri sul suo orologio come proiettili per causare danni diretti al suo avversario. Dopo aver ricevuto parte di poteri di Ichigo, il suo Fullbring cambia aspetto ricoprendo il suo corpo e la sua benda con un'armatura, facendogli comparire attorno nove orologi fluttuanti e donandogli la capacità di stipulare dei contratti che gli forniscono tanta più forza quanto più semplice è la formula del contratto stesso. Dopo essere fugacemente apparso assieme a Kūgo e Riruka, Giriko viene presentato presso la sede di Xcution dove sembra svolgere le mansioni di barista. Col suo Fullbring imposta dei limiti di tempo per l'allenamento di Ichigo nella casa delle bambole di Riruka e, quando poi gli shinigami giungono in soccorso di Kurosaki, affronta Kenpachi Zaraki, dal quale viene ucciso e tagliato in due in un istante. Dopo la sua morte, Giriko, insieme a Ginjō e a Tsukishima, viene salvato dal Rukongai da Kūkaku Shiba. Dopo che Ichigo lascia la Soul Society alla volta del palazzo reale, la donna ordina a loro e a Ganju Shiba di allenarsi, per prepararsi all'imminente battaglia con il Vandenreich. È doppiato da Atsushi Ono.

Moe Shishigawara[modifica | modifica wikitesto]

Moe Shishigawara (獅子河原 萌笑 Shishigawara Moe?) è un ragazzo con i capelli rasati e la cresta, ed indossa un'informe scolastica che porta sbottonata. Shishigawara è piuttosto arrogante e sicuro di sé, ma è anche timido con le ragazze ed è testardo, cosa che dimostra rifiutandosi di ritirarsi nonostante gli ordini di Tsukishima. Il suo Fullbring, che si focalizza sul suo tirapugni, si chiama Jackpot Knuckle (ジャックポット・ナックル Jakkupotto Nakkuru?) e gli permette di manipolare le probabilità in suo favore. Quando colpisce qualcosa, questa si rompe "per caso". Shishigawara viene presentato come un alleato di Tsukishima quando questi sembra essere un avversario di Xcution e lo accompagna da Orihime, che non riesce a colpire per via della sua avvenenza. Compare nuovamente quando Ichigo si scontra per la seconda volta con Tsukishima e si batte con Kūgo. Successivamente, nello scontro con gli shinigami, affronta Ikkaku Madarame, venendo sconfitto dopo una feroce battaglia a mani nude. È doppiato da Hiroyuki Yoshino.

Quincy[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Quincy (Bleach).

Quincy (滅却師(クインシー) Kuinshī?) sono un clan di umani discendenti da Yhwach. Esseri spiritualmente consapevoli, i Quincy possono modellare le particelle spirituali chiamate reishi in vari tipi di archi e frecce, armi ed esplosivi. Nel periodo del loro massimo splendore, i Quincy utilizzavano i loro poteri per combattere gli Hollow e proteggere gli umani in modo più efficace rispetto agli Shinigami. Tuttavia, a differenza degli Shinigami che purificano gli Hollow, i Quincy distruggono completamente le anime e creando così uno squilibrio tra il mondo dei vivi e dei morti. Per questo gli Shinigami sterminarono gran parte dei Quincy, laciando solo pochi sopravvissuti; i Quincy da allora nutrono un forte risentimento nei confronti degli Shinigami. Kubo creò i Quincy come rivali degli Shinigami e ciò risultò nel loro uso di armi da lancio, in opposizione alle zanpakuto, e nei loro vestiti bianchi, in antitesi all'uniforme nera degli Shinigami[21].

Il Vandenreich (見えざる帝国(ヴァンデンライヒ) Vandenraihi?) sono un gruppo di Quincy guidato da Yhwach che costituisce l'antagonista principale nell'ultimo arco narrativo della serie. Il loro abbigliamento è composto da un trench, un mantello, una cintura e il simbolo dei Quincy sull'uniforme. Fondato dai supertiti del genocidio dei Quincy, il Wandenreich ha atteso per secoli il risveglio del loro leader Yhwach per vendicarsi degli Shinigami.

Altri personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Famiglia Kurosaki[modifica | modifica wikitesto]

Isshin Kurosaki[modifica | modifica wikitesto]

Alcuni membri della famiglia Kurosaki: Da sinistra Yuzu, Isshin e Karin

Isshin Kurosaki (黒崎 一心 Kurosaki Isshin?), è il padre di Ichigo. Si presenta come un uomo dai capelli corti, scuri e dritti in testa, e con la barba lunga. Generalmente veste una camicia e dei pantaloni sotto al camice da dottore. Il suo carattere è giocoso e allegro, ma soffre molto per la mancanza della moglie, arrivando a parlare con un suo poster gigante appeso in salotto. È solito tentare di colpire Ichigo appena questi si sveglia al mattino per affinarne i riflessi; pare inoltre molto interessato a come i figli vivono la fase dell'adolescenza.

In passato era membro del clan Shiba, con il nome di Isshin Shiba (志波 一心 Shiba Isshin?), e ricopriva il ruolo di capitano della Decima Divisione nel Gotei 13 con luogotenente Rangiku Matsumoto. Recatosi a Naruki City per indagare sulla morte di uno Shinigami, viene attaccato da un Hollow artificiale chiamato White, creato da Sōsuke Aizen per hollowificare gli Shinigami, venendo salvato da una Quincy di nome Masaki Kurosaki. Con l'aiuto di Kisuke Urahara e Ryūken Ishida, riuscirà ad evitare la morte della ragazza, sacrificando però i suoi poteri da Shinigami. Confinato nel mondo umano, lavorerà come medico dirigendo una clinica, e si sposerà con Masaki, avendo tre figli ai quali decide di nascondere il suo passato. Si schiera in difesa del figlio durante lo scontro con Aizen nella falsa Karakura, proprio mentre questi rivelava ad Ichigo la vera natura del padre[22]. Mentre Ichigo combatte contro Gin, Isshin tiene testa ad Aizen, facendolo arrivare allo stremo delle sue forze da shinigami e costringendolo a trasformarsi. Nonostante l'aiuto di Urahara e Yoruichi, i tre shinigami non riescono a infliggere nessun danno serio alla nuova forma del nemico, che li spazza via con un solo colpo. Tuttavia, Isshin riesce a riprendersi e con il figlio entra nel Dangai, dove insegna il Getsuga Tenshō Finale a Ichigo. È doppiato da Toshiyuki Morikawa.

Il nome della zanpakutō di Isshin è Engetsu (剡月? lett. "Luna crescente"). In forma sigillata assomiglia ad una katana dalla tsuba esagonale e dal manico rosso, alla cui estremità è legata una corda azzurra. Lo shikai viene rilasciato al comando "brucia" (燃えろ moero?), che ne ricopre la lama di pura energia spirituale. Uno dei poteri relativi alla forma sigillata è quello di lanciare il Getsuga Tenshō.

Karin Kurosaki[modifica | modifica wikitesto]

Karin Kurosaki (黒崎 夏梨 Kurosaki Karin?) è una delle due sorelle di Ichigo. È una persona sensibile, tuttavia non si fa problemi a sgridare e a picchiare il padre per i suoi comportamenti immaturi e fa risaltare spesso il suo lato testardo e protettivo. Karin è stata, fra i tre figli di Isshin, quella che più di tutti è rimasta sconvolta dalla morte di sua madre. Dopo questo tragico evento, la ragazza ha preso la decisione di non piangere più per non far preoccupare la sua famiglia. Karin, al contrario della sorella, riesce, già all'inizio della storia, ad avvertire la presenza degli Hollow. Nelle puntate ambientate nella città di Karakura durante la saga nella Soul Society, si dimostra un'abile combattente contro gli Hollow, impersonando Karakura Red, ranger della squadra formata da Don Kanonji. Dopo la sconfitta di Aizen, quando oramai il fratello ha perso ogni potere spirituale, sorprendentemente quelli di Karin subiscono un'impennata, consentendole di interagire con vari plus come faceva Ichigo all'inizio della storia. È doppiata da Rie Kugimiya.

Yuzu Kurosaki[modifica | modifica wikitesto]

Yuzu Kurosaki (黒崎 遊子 Kurosaki Yuzu?) è la sorella gemella eterozigote di Karin. È più dolce e responsabile rispetto alla sorella, e si prende cura della casa. Il suo passatempo preferito è giocare con Kon, che chiama, non sapendo chi sia in realtà, Bostaph, vestendolo con abiti femminili e aggiungendogli accessori di ogni sorta. Yuzu è molto affezionata a suo fratello, infatti è il componente della famiglia che avverte di più la sua mancanza quando era ad allenarsi con i Vizard. Spesso si dimostra gelosa nei suoi confronti, arrabbiandosi quando la sorella Karin lo chiama "pervertito" affermando invece che Ichigo è diverso dagli altri adolescenti. Tiene inolte molto al giudizio di suo fratello, come avviene nel capitolo 424 in cui si rivede la ragazza da adolescente con i capelli un po' più lunghi, chiedendo ad Ichigo se la trova carina con la nuova uniforme scolastica. È doppiata da Tomoe Sakuragawa.

Masaki Kurosaki[modifica | modifica wikitesto]

Masaki Kurosaki (黒崎 真咲 Kurosaki Masaki?) era la moglie di Isshin, nonché madre dei tre fratelli Kurosaki. Appare come una donna dalla pelle chiara e dai lunghi capelli castano chiaro, dall'espressione sempre dolce e sorridente, che amava profondamente la sua famiglia. Masaki incontra Isshin per la prima volta da adolescente. Dopo averlo salvato da un Hollow sperimentale, creato da Sosuke Aizen per hollowificare gli Shinigami, ella si presentò a lui come una Quincy. Tuttavia, subendo ella stessa gli effetti della trasformazione in Hollow, Ryuken la portò da Kisuke Urahara, il quale riuscì a fermare la morte di Masaki al prezzo dei poteri di Isshin. Muore uccisa da Grand Fisher nell'intento di proteggere suo figlio Ichigo, che allora aveva appena sei anni. Stando alle parole di Isshin, Masaki avrebbe potuto sconfiggere Grand Fisher senza problemi, ma perse il combattimento quando Yhwach assorbì i poteri dei mezzi-quincy che lui riteneva impuri per ripristinare i suoi. È doppiata da Sayaka Ohara.

Karakura Town[modifica | modifica wikitesto]

Tatsuki Arisawa[modifica | modifica wikitesto]

Tatsuki Arisawa (有沢 竜貴 Arisawa Tatsuki?) è la migliore amica di Orihime Inoue. Cerca di proteggerla da chiunque cerchi di ottenere un appuntamento con lei, e da chiunque cerchi di farla piangere. Conosce Ichigo da quando avevano quattro anni, infatti è l'unica amica a chiamarlo per nome senza alcun suffisso. Quando erano bambini gli ha prestato più volte soccorso salvandolo da altri ragazzini che volevano picchiarlo. Membro del club di karate, è cintura nera secondo dan. Cerca di difendere la sua amica Inoue dall'attacco di un Hollow: in un primo momento sconfigge i compagni controllati dal potere del mostro, ma alla fine soccombe e sarà proprio la sua amica a salvarla. Tatsuki arriva vicino alla morte per mano del decimo Espada Yammy Rialgo, che usa una speciale tecnica di assorbimento delle anime umane. L'intervento di Ichigo e compagni impedirà la triste fine. Come molti amici di Ichigo anche lei possiede una notevole forza spirituale: sente la presenza di Orihime ovunque essa sia e può percepire fantasmi ed hollow. È doppiata da Junko Noda.

Keigo Asano[modifica | modifica wikitesto]

Keigo Asano (浅野 啓吾 Asano Keigo?) si trova nella stessa classe di Ichigo. È estremamente attivo e spesso sdramatizza ogni momento drammatico con i suoi interventi. Ikkaku Madarame gli salva la vita contro un Arrancar e per sdebitarsi lo invita a casa sua con Yumichika Ayasegawa come ospite. Anche Keigo ha dei poteri, anche se poco sviluppati; infatti riesce a vedere Ikkaku nella forma di shinigami e lo vediamo serio una volta nella puntata 142 dell'anime e un'altra nel numero 412 del manga in cui prende la zampakuto dello shinigami Zennosuke Kurumadani per difendere Tatsuki da Aizen. Solitamente è sempre in compagnia di Mizuiro Kojima. Quest'ultimo afferma che è una persona molto intelligente, anche se solitamente si comporta in modo infantile e non fa altro che lamentarsi o scherzare. È doppiato da Katsuyuki Konishi.

Mizuiro Kojima[modifica | modifica wikitesto]

Mizuiro Kojima (小島 水色 Kojima Mizuiro?) è ragazzo di buone maniere ed ottimo amico di Keigo. Nella serie, infatti, Mizuiro è sempre in sua compagnia. Ha un debole per le donne più anziane di lui. È doppiato da Jun Fukuyama.

Chizuru Honshō[modifica | modifica wikitesto]

Chizuru Honshō (本匠千鶴 Honshō Chizuru?) è una ragazza con gli occhiali e i capelli rossi. Apertamente lesbica, rivolge spesso molte avances alle sue amiche, soprattutto nei confronti di Orihime. È doppiata da Saki Nakajima.

Don Kanonji[modifica | modifica wikitesto]

Don Kanonji (ドン・観音寺?), il cui vero nome è Misaomaru Kanonji (観音寺 ミサオ丸 Kanonji Misaomaru?) è un famoso medium che ha un suo popolare show televisivo chiamato Raid inaspettati in luoghi infestati (ぶらり霊場突撃の旅 Burari reijō totsugeki no tabi?), guardato dal 25% della popolazione giapponese. Alto e snello, ha dei lineamenti ben definiti e cura molto i suoi baffi, ma si fa notare soprattutto per i suoi vistosissimi abiti. Parla un misto di giapponese e inglese e il suo segno caratteristico è gridare "Bwa-ha-ha-ha-ha" con le braccia incrociate sul petto e le mani semichiuse. Il gesto viene spesso emulato dai suoi fan. Il suo speciale attacco, chiamato Kanonball, è una piccola sfera di energia: con essa salverà Ichigo dall'attacco di un Hollow, liberandone la zanpakuto incastrata nel soffitto dell'ospedale abbandonato dove si stava svolgendo lo scontro. Più tardi formerà negli episodi filler i supereroi di Karakura, un gruppo composto da lui, Karin Kurosaki e dai bambini dell'emporio Urahara. La sua principale apparizione ufficiale è nel volume numero 4, mentre molte delle sue apparizioni successive sono dovute a degli episodi filler non presenti nel manga originale. Lo si rivede nel manga numero 46, mentre, insieme ai compagni di Ichigo, tenta di difendere Karakura dall'attacco di Aizen. È doppiato da Shigeru Chiba.

Guardiani dei cancelli del Seireitei[modifica | modifica wikitesto]

Jidanbō Ikkanzaka[modifica | modifica wikitesto]

Jidanbō Ikkanzaka (一貫坂 兕丹坊 Ikkanzaka Jidanbō?) è il guardiano del cancello ovest del Seireitei, Hakutōmon, e il fratello di Jirōbō Ikkanzaka. È un gigante di buon cuore e molto attento al rispetto e all'onore. Nella saga della Soul Society, Jidanbō cerca di fermare l'avanzata di Ichigo e compagni, ma viene sconfitto dal ragazzo senza il minimo sforzo. Quindi si convince che, avendo perso, deve permettere agli intrusi di entrare, ma si trova di fronte Gin Ichimaru che lo ferisce al braccio. Guarisce grazie alle arti magiche di Orihime Inoue, diventando amico suo e del resto del gruppo. È doppiato da Takashi Nagasako.

Anime modificate[modifica | modifica wikitesto]

Le anime modificate (改造魂魄 kaizō konpaku?) sono creature artificiali create dal Soul Society tramite il progetto chiamato "Spearhead". Lo scopo delle anime modificate era quello di dare la caccia agli Hollow utilizzando corpi umani privi d'anima, con alcuni particolari aspetti potenziati; a causa della troppa crudeltà nell'utilizzo di cadaveri per combattere, gli Shinigami decisero di abbandonare il progetto e di distruggere tutte le anime modificate create e quelle ancora rinchiuse nelle pillole, anche se alcune di queste riuscirono a scappare.

Kon[modifica | modifica wikitesto]

Kon (コン?) è la prima anima modificata che appare nell'anime e l'unica ad apparire nel manga. Si tratta di un esemplare difettato che per errore è stato rilasciato a Rukia, finendo infine in possesso di Ichigo. Riveste un ruolo comico all'interno della serie, venendo spesso snobbato dagli altri personaggi per via della sua natura perversa. È attratto dalle ragazze con un seno prosperoso e quando occupa un corpo non suo cerca spesso di guardare sotto alle gonne delle ragazze. Occupa un peluche in foggia di leone, di cui va mlto fiero. Quando Ichigo veste i panni di shinigami, Kon è incaricato di prendere possesso del suo corpo e non far insospettire la sua famiglia. Sebbene faccia solo comparse sporadiche all'interno della serie, Kon appare spesso negli speciali della serie, autoproclamandosi la mascotte della serie. È doppiato da Mitsuaki Madono.

Ririn[modifica | modifica wikitesto]

Ririn (りりん?) è una delle tre anime modificate create da Kisuke Urahara. Il gigai da lei utilizzato ha l'aspetto di una piccola ragazza con capelli biondi corti con punte rosa e scarpe rosse. Quando non è nel suo gigai risiede all'interno di un pupazzo a forma di un uccello, avvolto da un mantello con cappuccio azzurro e con un papillon rosso. Mostra sempre un atteggiamento da leader del gruppo delle tre anime modificate ed ha un debole per i giochi. All'inizio odia Ichigo per la sua personalità conflittuale, ma in lei cresce con il passare del tempo un affetto che la porterà ad essere invidiosa di Rukia Kuchiki. Ririn spesso è anche arrogante, ma dimostra di essere una vera amica per i suoi compagni. Nel corso dell'arco narrativo dei Bount, Ririn aiuta gli amici di Ichigo contro Yoshi. In seguito verrà sconfitta insieme ai suoi compagni da Maki Ichinose. La sua abilità speciale è quella di creare illusioni. È doppiata da Yumi Kakazu.

Kurōdo[modifica | modifica wikitesto]

Kurōdo (蔵人?) è una delle anime modificate create da Kisuke Urahara. Il gigai solitamente utilizzato da Kurōdo ha l'aspetto di un uomo con dei baffi e con i capelli bicolori: neri a destra e biondi a sinistra. Indossa una tuba e con il suo aspetto ricorda un manager di un circo. Quando esce dal suo gigai, entra in un pupazzo a forma di coniglio. È un codardo, ha paura dei serpenti ed è attratto allo stesso modo di Kon dalle belle ragazze. Rukia ha un debole per lui in forma coniglio perché le ricorda Chappy il coniglio, che desiderava tanto. Nella saga dei Bount aiuterà gli amici di Ichigo contro Yoshi, che prima di lui aveva combattuto anche con la sua compagna Ririn. In seguito anche con l'aiuto dei suoi compagni verrà sconfitto da Maki Ichinose. Possiede l'abilità di cambiare il proprio aspetto ma non acquisisce le abilità di chi si trasforma. È doppiato da Nobuo Tobita.

Nova[modifica | modifica wikitesto]

Nova (之芭 Noba?) è una delle anime modificate create da Kisuke Urahara. Il suo gigai ha l'aspetto di un giovane ragazzo che indossa una specie di cappotto con uno scudo dietro la schiena ed una maschera che copre il suo volto, da cui spunta un ciuffo di capelli rossi. Quando esce dal suo gigai entra nel corpo di una tartaruga verde. È molto silenzioso e quando si imbarazza si chiude la maschera coprendo anche gli occhi. Nella saga dei Bount, aiuta gli amici di Ichigo più volte, la prima contro i due gemelli ed in seguito contro Sawatari. Alla fine verrà sconfitto con i suoi amici da Maki Ichinose. Nova possiede il potere di teletrasportare se stesso o gli altri in un luogo a sua scelta, a patto che ci sia già stato in precedenza. Egli può anche creare una sorta di scudo che deflette i vari attacchi nemici e può assorbire il fuoco. Quando si trova nella tartaruga può teletrasportarsi nel raggio di due metri. È doppiato da Tomokazu Sugita.

Nozomi Kujō[modifica | modifica wikitesto]

Nozomi Kujō (九条 望実 Kujō Nozomi?) è un'anima modificata che appare solo nell'anime. Scappata dalla Soul Society poiché ricercata da Kagerōza Inaba e dai regai, Nozomi arriva nella città di Karakura Town, dove viene trovata da Kon. Si scoprirà successivamente che lei è stata la prima anima modificata creata insieme a Kagerōza Inaba durante il progetto "Spearhead" ad opera di Ōko Yushima. È doppiata da Hisako Kanemoto.

Lurichiyo Kasumiōji[modifica | modifica wikitesto]

Lurichiyo Kasumiōji (霞大路 瑠璃千代 Kasumiōji Rurichiyo?) è una bambina dai capelli biondi e il leader del Clan Kasumiōji. Estremamente viziata, parla sempre di sé usando la prima persona plurale. Ha un carattere molto sensibile e curioso. È la principessa di una delle famiglie più importanti della Soul Society. Ha con sé due Shinigami che sono anche le sue guardie del corpo, Kenryū (犬龍?) ed Enryū (猿龍?).

Insieme ai suoi due accompagnatori si trasferisce nella casa accanto a quella di Ichigo e frequenterà la sua stessa classe; ella è infatti in fuga da Gyōkaku Kumoi (雲井 尭覚 Kumoi Gyōkaku?), consigliere della famiglia Kasumiōji che vorrebbe sbarazzarsi di lei per fare in modo di diventare il capo della famiglia. Con la principessa sulla terra, l'uomo invia degli assassini per ucciderla; anche se lei è ignara di tutto perché i due shinigami non vogliono che lei sia preoccupata per la sua vita e cercano di distrarla sempre senza mai dirle la verità. Lurichiyo poi capirà che Kumoi sta facendo di tutto pur di ucciderla e deciderà di andare nella Soul Society per sposare il suo fidanzato Shū Kannogi (菅ノ木 愁 Kannogi Shū?). Però appena arriva nella Soul Society verrà catturata da Kumoi e i suoi scagnozzi e Kumoi la sostituirà con un sosia al matrimonio e sembrerà ipnotizzata. Liberatasi, Ichigo avrà il compito di salvarla prima da Kumoi e poi da Shūsuke Amagai. Alla fine diventerà lei il capo della famiglia e saluterà Ichigo sperando che un giorno lo possa rincontrare. È doppiata da Reiko Takagi.

Re Spirito[modifica | modifica wikitesto]

Il Re Spirito (霊王 Reiō?) è il sovrano della Soul Society e colui che regola il flusso di anime tra essa e il mondo dei vivi. Senza di esso, la Soul Society e tutte le dimensioni collegate ad essa svanirebbero[23]. Egli risiede in una dimensione separata, protetta dalla Guardia Reale. Il suo aspetto è umanoide, sebbene gli manchino braccia e gambe, e risiede all'interno di una speciale capsula al centro del suo palazzo. Durante la saga della guerra dei mille anni, il figlio del Re Spirito, Yhwach, invade la dimensione reale e trafigge il padre al petto[24]; quando Ichigo tenta di rimuovere la spada, il sangue Quincy al suo interno lo forza a colpire il Re Spirito, tagliandolo a metà[25]. Sacrificando la sua vita, Jūshirō Ukitake intercede presso Mimihagi affinché salvi la vita del sovrano, ma Yhwach interrompe il processo assorbendo sia Mimihagi che il Re Spirito al suo interno[26].

Mimihagi[modifica | modifica wikitesto]

Mimihagi (ミミハギ?) è un dio caduto che agisce come vassallo del Re Spirito, di cui rappresenta il braccio destro. Il suo aspetto è infatti in forma di braccio, con un solo occhio sul viso dalle fattezze di mano. Mimihagi è stato dimenticato dalla maggior parte della Soul Society, ma è ancora riverito in aree periferiche del Rukongai Est per la sua abilità di prolungare la vita di una persona estraendole la parte del corpo ammalata e dandole modo di vivere tramite il Kamikake (神掛?): l'abilità di compensare gli effetti derivanti da tale assenza. È il caso di Jūshirō Ukitake, i cui polmoni sono stati rimossi da Mimihagi sotto richiesta dei genitori del bimbo. Durante la seconda invasione del Vandenreich, Ukitake attiva il Kamikake per offrire il suo corpo a Mimihagi e ripristinare così il Re Spirito; Mimihagi accetta il sacrificio ma viene fermato da Ywhach e assorbito dal Quincy.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Saga del Pendolo, ep. 206-212.
  2. ^ Manga di Bleach, cap. 479.
  3. ^ Manga di Bleach, cap. 377.
  4. ^ Bleach, vol. 54, cap. 479.
  5. ^ Manga di Bleach, cap.495.
  6. ^ Manga di Bleach, cap. 376.
  7. ^ Manga di Bleach, cap. 479.
  8. ^ Manga di Bleach, cap. 216.
  9. ^ Manga di Bleach, cap. 377.
  10. ^ a b Manga di Bleach, cap. 376.
  11. ^ Manga di Bleach, cap. 368.
  12. ^ Manga di Bleach, cap. 366.
  13. ^ Bleach, episodio 83.
  14. ^ Bleach, anime, episodio 95.
  15. ^ Anime di Bleach, Episodio 107.
  16. ^ a b Anime di Bleach, episodio 251.
  17. ^ Anime di Bleach, episodio 248.
  18. ^ Bleach, vol. 50, cap. 433.
  19. ^ Bleach, vol. 51, Profili dei personaggi.
  20. ^ Bleach, vol. 49, cap. 427.
  21. ^ (EN) Deb Aoki, Interview: Tite Kubo, About.com, p. 2. URL consultato il 10 novembre 2015.
  22. ^ Manga di Bleach, cap. 397.
  23. ^ Bleach, cap. 615, pagg. 14-15.
  24. ^ Bleach, cap. 611, pagg. 16-17.
  25. ^ Bleach, capitolo 614, pagg. 10-16.
  26. ^ Bleach, cap. 625, pag. 17.
anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga