Isole delle Hawaii

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Immagine satellitare delle isole delle Hawaii
Mappa

Le isole delle Hawaii , o isole avajane in italiano arcaico[1], costituiscono un arcipelago di otto isole grandi, numerosi atolli e numerosi piccoli isolotti, nonché montagne sottomarine nel nord dell'oceano Pacifico. Esse si estendono per circa 2400 km dall'isola di Hawaii (estremità sud) all'atollo di Kure (estremità nord).

Quando furono scoperte da James Cook, nel 1778, le isole furono chiamate "Isole Sandwich". Questo nome fu scelto in onore di John Montagu, IV conte di Sandwich. Il nome attuale deriva dall'isola di Hawaii, che è la più grande dell'arcipelago.

Lo Stato federato degli Stati Uniti d'America delle Hawaii occupa quasi interamente l'arcipelago, comprese le isole Hawaii nordoccidentali, che sono disabitate. L'unica eccezione è rappresentata dall'atollo di Midway, che è un territorio non incorporato compreso tra le isole minori esterne degli Stati Uniti d'America.

Le isole delle Hawaii sono le cime esposte di una grande catena montuosa sottomarina conosciuta come catena sottomarina Hawaii-Emperor, formata dall'attività vulcanica di diversi punti caldi del mantello terrestre.

Le isole distano circa 3.000 km dal continente americano. La superficie totale del gruppo di isole è di circa 16640 chilometri quadrati.

Isole[modifica | modifica wikitesto]

Isole principali[modifica | modifica wikitesto]

Le otto maggiori isole delle Hawaii (anche chiamate isole del vento) sono:

Isole più piccole, atolli e barriere[modifica | modifica wikitesto]

Le isole più piccole, gli atolli e gli scogli formano complessivamente le cosiddette isole Hawaii nordoccidentali (o isole del sottovento):

Isolotti[modifica | modifica wikitesto]

Lo Stato delle Hawaii conta circa 137 isolotti nella catena delle Hawaii.[2] Questo numero include tutte le isole minori, gli isolotti al largo delle isole principali e degli atolli. Alcuni di essi sono:

Geologia[modifica | modifica wikitesto]

Questo arcipelago si è sviluppato quando la placca del Pacifico si mosse lentamente verso nord-ovest su un punto caldo nel mantello terrestre ad una velocità di circa 51 km ogni milione di anni. È per questo che, siccome più esposte all'erosione, le isolette dell'estremità nord-ovest dell'arcipelago sono più vecchie e in genere più piccole.

Quasi tutto il magma del punto caldo è composto di barlume e così i vulcani delle Hawaii sono costituiti quasi esclusivamente da questa roccia ignea.

Nelle isole delle Hawaii vi sono molti terremoti, generalmente causati da attività vulcanica. Le isole sono anche soggette a tsunami causati da terremoti che si svolgono in punti relativamente non distanti nel Pacifico.

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Il clima è di tipo tropicale, anche se vi sono molte precipitazioni e tempeste tropicali, nonché occasionali uragani.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Trattato di amicizia, di commercio e di navigazione fra il Regno d’Italia e quello delle Isole Avajane, sottoscritto a Parigi il 22 luglio 1863. Testo completo del trattato ( in italiano e in inglese) nel seguente link: https://hawaiiankingdom.org/pdf/Annex%2045.pdf URL consultato il 17 maggio 2019
  2. ^ Hawai'i Facts & Figures (PDF), State of Hawaii Dept. of Business, Economic Development & Tourism.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENsh85068529
Geografia Portale Geografia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di geografia