Isole Ponziane

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Isole Ponziane / Isole Pontine
Pontinian islands (LT).png
Panorama aereo di Palmarola, Ponza e Zannone
Geografia fisica
LocalizzazioneMare Tirreno
Coordinate40°53′05″N 13°19′15″E / 40.884722°N 13.320833°E40.884722; 13.320833Coordinate: 40°53′05″N 13°19′15″E / 40.884722°N 13.320833°E40.884722; 13.320833
Superficie11,39 km²
Numero isole6
Isole principaliIsola di Ponza, Isola di Ventotene
Altitudine massima280 m s.l.m.
Geografia politica
StatoItalia Italia
RegioneLazio Lazio
ProvinciaLatina Latina
Porti principaliPonza, Ventotene
Demografia
Abitanti4 066 (2009)
Densità357 ab./km²
Cartografia
Pontine Islands map ita.png
Mappa di localizzazione: Italia
Isole Ponziane / Isole Pontine
Isole Ponziane / Isole Pontine
voci di isole d'Italia presenti su Wikipedia
Isole Ponziane
Ponza chiaia di luna.JPG
Chiaia di Luna
StatoItalia Italia
Altezza280 m s.l.m.
Ultima eruzionePleistocene
Codice VNUM211814

Le isole Ponziane[1][2] o isole Pontine[3], chiamate anticamente in latino Pontiae īnsulae dal nome dell'isola maggiore Ponza (lat. Pontia, gr. Ποντία Pontìa) sono un arcipelago di origine vulcanica situato nel Mar Tirreno, al largo delle coste del golfo di Gaeta (Lazio meridionale), estendendosi complessivamente per circa 12 km² con una popolazione complessiva di circa 4.000 abitanti (ponzesi), che nel periodo estivo aumenta sensibilmente a causa di un intenso movimento turistico.

Frequentate fin da epoca preistorica, le isole furono abitate anche in età romana. Durante il medioevo appartennero al ducato di Gaeta e da esso passarono sotto il Regno di Sicilia, in cui restarono fino all'Unità d'Italia. I comuni dell'arcipelago, inquadrati dal 1860 al 1927 nella provincia di Terra di Lavoro, in Campania, dopo la soppressione di questa furono attribuiti alla provincia di Napoli. Solo nel 1934, sotto il Fascismo, vennero trasferiti nel Lazio e aggregati alla neonata provincia di Littoria (poi Latina), insieme con l'ex circondario di Gaeta.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

L'arcipelago comprende sei isole maggiori, divise in due gruppi principali:


Le isole sono raggiungibili in traghetto o aliscafo da Formia, Anzio, Terracina, San Felice Circeo, Napoli, Pozzuoli e Ischia.

Fauna endemica[modifica | modifica wikitesto]

Le Isole Ponziane ospitano due specie endemiche, la farfalla di Ponza (Hipparchia sbordonii) e la lucertola di Lataste (Podarcis latastei), scoperta nel 2019 e diffusa nelle sole isole settentrionali.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cfr. "Ponza" nell'enciclopedia Treccani.
  2. ^ Cfr. "Ponziane, ìsole-" nell'enciclopedia Sapere.
  3. ^ Isole Pontine nell'enciclopedia Treccani.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN1685145424711086830473
  1. ^ frontespizio in Wikimedia Commons (altri progetti)