Isole Kamennye

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Isole Kamennye
Каменные острова
Geografia fisica
LocalizzazioneMare di Kara
Coordinate74°07′N 82°48′E / 74.116667°N 82.8°E74.116667; 82.8Coordinate: 74°07′N 82°48′E / 74.116667°N 82.8°E74.116667; 82.8
Numero isole21
Altitudine massima159 m s.l.m.
Geografia politica
NazioneRussia Russia
Circondario federaledella Siberia
KrajTerritorio di Krasnojarsk
RajonTajmyrskij
Demografia
Abitanti0
Cartografia
Kamennyye.PNG
Mappa di localizzazione: Mar Glaciale Artico
Isole Kamennye
Isole Kamennye
Mappa di localizzazione: Federazione Russa
Isole Kamennye
Isole Kamennye
Kara seaKM.PNG
voci di isole della Russia presenti su Wikipedia

Le isole Kamennye (in russo Каменные острова, Kamennye ostrova, in italiano "isole di pietra")[1] sono un gruppo di isole russe bagnate dal mare di Kara.

Amministrativamente fanno parte del distretto di Tajmyr del Territorio di Krasnojarsk, nel Circondario federale della Siberia.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Le isole sono situate poco a ovest del golfo della Pjasina, delle isole Zveroboj e delle isole Labirintovye, a sud-ovest delle isole Plavnikovye e circa 11 km a nord (nel punto più vicino) della costa di Pëtr Čičagov (берег Петра Чичагова, bereg Petra Čičagova), nella parte occidentale della penisola del Tajmyr. Fanno parte della Riserva naturale del Grande Artico.[2]
Sulle isole non è presente una popolazione permanente, ma ci sono alcune strutture per la pesca.

Si tratta di 4 isole principali e di altre piccole isole, alcune delle quali senza nome individuale, che si sviluppano da nord-ovest a sud-est e sono separate dal continente dallo stretto di Kuročkin (пролив Курочкина, proliv Kuročkina). Il punto più alto del gruppo è di 159 m s.l.m. sull'isola Zapadnyj Kamennyj.
Il territorio è coperto da vegetazione tipica della tundra.

In particolare, le isole sono:

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le isole sono state scoperte nel 1900-1903 dalla spedizione polare russa dell'Accademia delle Scienze, guidata dal barone Ėduard Vasil'evič Toll' con la partecipazione dell'ammiraglio Aleksandr Vasil'evič Kolčak.[3]

L'isola di Rastorguev è stata così chiamata in onore del sergente cosacco Stepan Innokent'evič Rastorguev, che aveva partecipato alla spedizione Toll'.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dizionario di Russo-Italiano, su lingvopro.abbyyonline.com.
  2. ^ (EN) Informazioni sulla Riserva dell'Artico su Bigartic.ru, su bigarctic.ru. URL consultato il 6 gennaio 2012 (archiviato dall'url originale il 24 aprile 2008).
  3. ^ (EN) Informazioni sulle spedizioni di Toll' su Shparo.com, su shparo.com. URL consultato il 16 gennaio 2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]