Isole Incoronate

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Incoronate
Kornati
Kornati.jpg
Geografia fisica
LocalizzazioneMar Adriatico
Coordinate43°47′N 15°20′E / 43.783333°N 15.333333°E43.783333; 15.333333Coordinate: 43°47′N 15°20′E / 43.783333°N 15.333333°E43.783333; 15.333333
Superficie69[1] km²
Numero isole147
Geografia politica
StatoCroazia Croazia
Regioneregione di Sebenico e Tenin
Cartografia
Croatia - Kornat.PNG
Mappa di localizzazione: Croazia
Incoronate
Incoronate

[senza fonte]

voci di isole della Croazia presenti su Wikipedia

Le isole Incoronate (Kornati in croato) sono un arcipelago dell'Adriatico, situato di fronte alla Dalmazia (Croazia), a 15 miglia nautiche a ovest di Sebenico e 15 a sud di Zara. L'arcipelago prende nome dall'isola maggiore: l'Isola Incoronata. Plinio il Vecchio le chiamava Crateae[2].

È l'arcipelago con il maggior numero d'isole dell'intero Mediterraneo, infatti è composto da 147 tra isole, isolotti e grossi scogli. Amministrativamente l'arcipelago ricade sotto la giurisdizione della regione di Sebenico e Tenin, non ha insediamenti permanenti. Dal 1980, parte del territorio è classificato come parco nazionale, ed è composto da 89 fra isole, isolotti e scogli[3]. L'isola Incoronata occupa da sola due terzi del parco.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

L'arcipelago si trova a sud-est dell'isola Lunga, della quale sono la naturale continuazione, e a sud di Pasman. Sono disposte in quattro file parallele da nord-ovest a sud-est. La fila più interna, vicina a Pasman è composta da Sit, Sitno e Gangarol, la seconda da Zut, la terza dall'isola Incoronata, e la quarta, verso il mare aperto, inizia con Abba Grande, prosegue con Scillo, Lavernata, Peschiera, Laussa, e termina con Curba Grande. Tra questi allineamenti si aprono tre canali: il canale di Sit (Sitski kanal), il canale di Zut (Žutski kanal) e il canale dell'Incoronata (Kornatski kanal). Le isole sono formate da calcare cretaceo[1].

Le principali isole dell'arcipelago (elencate da nord a sud) sono di seguito elencate, isolotti e scogli sono inseriti nelle singole voci nella sezione "isole adiacenti":

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Alberto Rizzi, Guida della Dalmazia, vol. I, 2010, Trieste, ed. Italo Svevo, p. 572.
  2. ^ Dario Alberi, Dalmazia. Storia, arte, cultura, 2008, Trebaseleghe (PD), Lint Editoriale, pp. 646-647.
  3. ^ Kornati, su np-kornati.hr. URL consultato il 29 dicembre 2016.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN233877128