Isole Incoronate

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Incoronate
Kornati
Kornati.jpg
Geografia fisica
LocalizzazioneMar Adriatico
Coordinate43°47′N 15°20′E / 43.783333°N 15.333333°E43.783333; 15.333333
Superficie69[1] km²
Numero isole147
Geografia politica
StatoCroazia Croazia
Regioneregione di Sebenico e Tenin
Cartografia
Croatia - Kornat.PNG
Mappa di localizzazione: Croazia
Incoronate
Incoronate
voci di isole della Croazia presenti su Wikipedia

Le isole Incoronate (Kornati in croato) sono un arcipelago dell'Adriatico, situato di fronte alla Dalmazia (Croazia), a 15 miglia nautiche a ovest di Sebenico e 15 a sud di Zara. Fino al 1947 appartenevano al comune di Sale ed erano nella Provincia di Zara e Diocesi di Zara. Dal 1947 appartengono al comune di Murter. Curioso il fatto che le isole pur passando alla Provincia di Sebenico e incorporate nel Comune di Murter continuano ad appartenere alla Diocesi di Zara. L'arcipelago prende nome dall'isola maggiore: l'Isola Incoronata. Plinio il Vecchio le chiamava Crateae[2].

È l'arcipelago con il maggior numero d'isole dell'intero Mediterraneo, infatti è composto da 147 tra isole, isolotti e grossi scogli. Amministrativamente l'arcipelago ricade sotto la giurisdizione della regione di Sebenico e Tenin, non ha insediamenti permanenti. Comune di Murter dal 1947, Ex Comune di Sale fino al 1947

Dal 1980, parte del territorio è classificato come parco nazionale, ed è composto da 89 fra isole, isolotti e scogli[3]. L'isola Incoronata occupa da sola due terzi del parco.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

L'arcipelago si trova a sud-est dell'isola Lunga, della quale sono la naturale continuazione, e a sud di Pasman. Sono disposte in quattro file parallele da nord-ovest a sud-est. La fila più interna, vicina a Pasman è composta da Sit, Sitno e Gangarol, la seconda da Zut, la terza dall'isola Incoronata, e la quarta, verso il mare aperto, inizia con Abba Grande, prosegue con Scillo, Lavernata, Peschiera, Laussa, e termina con Curba Grande. Tra questi allineamenti si aprono tre canali: il canale di Sit (Sitski kanal), il canale di Zut (Žutski kanal) e il canale dell'Incoronata (Kornatski kanal). Le isole sono formate da calcare cretaceo[1]. Fino al 1947 le Isole erano parte del Comune di Sale, dal 1947 le isole sono passate al Comune di Stretto Murter. Le Isole appartengono alla Diocesi di Zara, ma Murter alla Diocesi di Sebenico.

Le principali isole dell'arcipelago (elencate da nord a sud) sono di seguito elencate, isolotti e scogli sono inseriti nelle singole voci nella sezione "isole adiacenti":

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Alberto Rizzi, Guida della Dalmazia, vol. I, 2010, Trieste, ed. Italo Svevo, p. 572.
  2. ^ Dario Alberi, Dalmazia. Storia, arte, cultura, 2008, Trebaseleghe (PD), Lint Editoriale, pp. 646-647.
  3. ^ Kornati, su np-kornati.hr. URL consultato il 29 dicembre 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN233877128