Isola di Olango

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Isole di Olango
Olango Island near Cebu City, the Philippines.jpg
L'isola di Olango
Geografia fisica
LocalizzazioneVisayas
Coordinate10°14′27″N 124°02′05″E / 10.240833°N 124.034722°E10.240833; 124.034722Coordinate: 10°14′27″N 124°02′05″E / 10.240833°N 124.034722°E10.240833; 124.034722
ArcipelagoVisayas
Superficie10,3 km²
Geografia politica
StatoFilippine Filippine
RegioneVisayas Centrale
ProvinciaCebu
ComuneLapu-Lapu
Demografia
Abitanti1 026 ((EN) Population and Housing, National Statistics Office. URL consultato il 17 maggio 2013.)
EtnicoCebuani
Cartografia
Ph locator map Olango.png
Mappa di localizzazione: Filippine
Isole di Olango
Isole di Olango
voci di isole delle Filippine presenti su Wikipedia

L'isola di Olango è una delle sette che compongono un piccolo gruppo di isolette e isolotti che si trovano fra l'isola di Mactan, e l'isola di Bohol, a est dell'isola di Cebu, nella parte centrale dell'arcipelago delle Filippine. L'isola è separata da Mactan dallo stretto canale di Hilutungan e da Bohol dal più ampio canale di Olango.

Dal basso: le isole di Cebu, Mactan e Bohol: a destra l'isoletta di Olango (illustrazione tratta dal Diario di Pigafetta, circa 1523)

Le sette isole sono amministrativamente dipendenti dalle municipalità di Lapu-Lapu,[1] provincia di Cebu, e di Cordova e nel 2013 risultavano abitate da un totale di 1026 persone distribuite su una superficie di poco più di 10 chilometri quadrati. Il piccolo gruppo di isole, oltre a Olango, la più grande, è composto dagli isolotti di Sulpa, Hilutangan, Nalusuan, Caohagan, Pangan-an e Camung, ed è meta preferita per brevi escursioni dagli abitanti di Cebu e di Mactan

L'isola di Olango era già conosciuta al navigatore portoghese Magellano che, insieme al suo compagno di viaggio e biografo Pigafetta, le scoperse all'Occidente nel 1521 e nei suoi pressi perse la vita nella celebre battaglia di Mactan del 27 aprile di quell'anno.

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Suddivisioni amministrative[modifica | modifica wikitesto]

L'isola di Olango è divisa in 8 quartieri o baranggay (balangay in lingua cebuana) appartenenti a Lapu-Lapu:

  • Baring
  • Caw-oy
  • Sabang
  • Santa Rosa
  • Talima
  • Tingo
  • Tunga-san
  • San Vicente

Le due isole di Hilutangan e di Nalusuan, facenti parte di baranggay Hilutangan, sono invece sotto la giurisdizione della municipalità di Cordova.[2]

Oasi avifaunistica dell'isola di Olango[modifica | modifica wikitesto]

La parte meridionale di Olango ospita l'Oasi avifaunistica dell'isola di Olango (Olango Island Wildlife Sanctuary), area naturale protetta istituita nel 1992 dall'allora presidente Corazon Aquino[3], che accoglie la maggiore concentrazione di uccelli migratori nelle Filippine. Nel 1994 l'oasi è stata inserita nella lista delle zone umide di importanza internazionale della Convenzione di Ramsar[4]. L'area è inoltre classificata come Important Bird Area (IBA)[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) About Lapu-Lapu City, su Sito istituzionale di Lapu-Lapu City, http://www.lapulapucity.gov.ph/. URL consultato il 9 agosto 2014.
  2. ^ (EN) Olango Island, su Bohol Philippines, http://www.bohol-philippines.com/. URL consultato il 9 agosto 2014.
  3. ^ (EN) Proclamation No. 903, s. 1992, su Gazzetta Ufficiale delle Filippine, http://www.gov.ph/, 14 maggio 1992. URL consultato il 9 agosto 2014.
  4. ^ (EN) Olango Island, in Wetlands in the Philippines, Society for the Conservation of Philippine Wetlands. URL consultato il 9 agosto 2014.
  5. ^ (EN) Olango Wildlife Sanctuary Official Website, su olangowildlifesanctuary.org. URL consultato il 9 agosto 2014.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]