Isola di Oak

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Curly Brackets.svg
Oak Island in una mappa del Canada

L'Isola di Oak (Oak Island), è un'isola della contea di Lunenberg nel sud della regione della Nuova Scozia in Canada. Quest'isola ha le dimensioni di 140 acri (57 ha) e si eleva per un massimo di 11 m sopra il livello del mare. Essa è una delle 360 isole della baia di Mahone. L'isola è di proprietà privata e richiede un permesso per essere visitata.

Storia[modifica | modifica sorgente]

L'isola di Oak è famosa per la fossa molto profonda che fu trovata sull'isola. Si ritiene che il fosso sia un condotto a delle caverne sotterranee e che esso contenga un tesoro dei templari, una misteriosa tomba oppure uno scrigno di piombo contenente l'Arca dell'alleanza. Il fosso è caratterizzato da innumerevoli trappole e barriere disposte ogni tre metri, costituite da tronchi e pietre non locali. La costruzione di questo fosso, dimostra che i costruttori erano abili ingegneri e che avevano conoscenze architettoniche avanzate. Il fosso non è ancora stato scoperto del tutto e gli scavi sono a circa 200 m. Oak Island diviene famosa nel 1795, quando il giovane Daniel McGinnis (1777-1862), mentre passeggiava tranquillo, viene incuriosito da una depressione del terreno situata vicino ad una vecchia quercia, tra i rami della quale spiccava un palanco, una sorta di carrucola usata anche sulle navi.

Il giorno dopo Daniel, in compagnia di due amici al corrente di antiche leggende locali su pirati e tesori nascosti, iniziarono gli scavi. Ma ben presto si resero conto che quella depressione nascondeva un pozzo assai particolare. Andando in profondità, ogni tre metri trovavano una piattaforma di tavole in legno di quercia ma, arrivati al terzo strato, furono costretti ad abbandonare l'impresa, troppo ardua per loro. Nacque così la leggenda di Oak Island. Quel pozzo prese il nome di Money Pit, il pozzo del denaro.

Nel 1802, una compagnia privata, la Onslow Company, dando credito alle storie, riprese gli scavi. Furono trovati alcuni strati di carbone e argilla ma, soprattutto, fibre di cocco, che sicuramente non erano del luogo, perché in Canada la palma da cocco non cresce.

A 30 metri di profondità il morale degli uomini andò alle stelle. Si trovarono di fronte a un'enorme lastra di pietra che recava incisioni indecifrabili. Era ormai notte quando, sondando il terreno sottostante con un piede, sentirono qualcosa di resistente. Si dice che fosse lo scrigno di un possibile tesoro, o un'altra lastra.

I lavoratori, esausti, decisero di rimandare la scoperta al giorno dopo, ma li aspettava una brutta sorpresa. Nel corso della notte l'acqua dell'Atlantico aveva completamente allagato il pozzo, e i tentativi di svuotarlo furono vani, il livello dell'acqua rimaneva costante. Era come se, per svuotare il pozzo, bisognasse svuotare l'intero oceano. Nel corso degli anni sono stati fatti circa un altro centinaio di tentativi, l'ultimo dei quali, datato 1966, fu un ennesimo insuccesso.

Ipotesi[modifica | modifica sorgente]

Sono state avanzate varie ipotesi sul presunto tesoro che il pozzo di Oak Island custodirebbe gelosamente. C'è chi pensa che si tratti del tesoro della corona inglese, o del tesoro dei Cavalieri Templari, comprendente, a detta di alcuni, persino l'Arca dell'alleanza. Alcuni studiosi ritengono che la stessa storia di Daniel McGinnins sia una leggenda e hanno notato particolari analogie tra la vicenda, i tre ragazzi e le caratteristiche del pozzo, e la Massoneria e le allegorie riguardanti Re Salomone. Inoltre, a Oak Island vi sono numerosissime cavità come il presunto Money Pit e quindi ce ne potrebbero essere altri di presunti tali.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Nel videogame Assassin's Creed III viene citato il pozzo e Oak Island. All'interno del pozzo vi è posto un potente manufatto risalente alla Prima Civilizzazione. Il manufatto era uno scudo energetico portatile (a forma di anello) che era stato nascosto dal Capitano Kidd.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]