Isola del Sud

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Isola del Sud
Geografia fisica
LocalizzazioneOceano Pacifico
Coordinate43°59′10″S 170°28′38.65″E / 43.986111°S 170.477403°E-43.986111; 170.477403Coordinate: 43°59′10″S 170°28′38.65″E / 43.986111°S 170.477403°E-43.986111; 170.477403
Superficie151.215 km²
Geografia politica
StatoNuova Zelanda Nuova Zelanda
Demografia
Abitanti1.027.500
Cartografia
NZSouthIsland.png
Mappa di localizzazione: Nuova Zelanda
Isola del Sud
Isola del Sud
voci di isole della Nuova Zelanda presenti su Wikipedia

L'Isola del Sud (in inglese] South Island) o Te Waipounamu (nome ufficiale in lingua māori)[1] è la più grande delle due maggiori isole che compongono la Nuova Zelanda (l'altra è l'Isola del Nord).

Origini del nome[modifica | modifica wikitesto]

Il nome in māori significa l'acqua della pietra verde[2], dove la pietra verde è la giada (forse un'evoluzione di Te Wāhi Pounamu, cioè il palazzo di pietra verde). L'isola è anche conosciuta con il nome di Te Waka a Māui, cioè la canoa di Māui in contrapposizione all'Isola del Nord chiamata Te Ika-a-Māui cioè il pesce di Māui.

Nel XIX secolo su alcune mappe l'Isola del Sud era chiamata Middle Island (Isola di Mezzo) o New Ulster, mentre Isola del Sud (o New Leinster) era il nome riservato all'odierna Stewart Island[3].

Nel 2009 il New Zealand Geographic Board constatò che i due nomi South Island e North Island, benché in uso circa dalla metà del XIX secolo, non erano mai stati ufficializzati[4], in seguito ad una consultazione popolare, nel 2013 vennero ufficialmente riconosciuti i nomi in lingua inglese e māori[1].

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

L'Isola del Sud si estende su una superficie di 151.215 chilometri quadrati[5], il che la rende la dodicesima isola più grande del mondo. Lungo la sua costa occidentale si trova la catena montuosa delle Alpi meridionali, dove si trova il Monte Cook, alto 3.754 metri sul livello del mare, nella parte nordorientale dell'isola si trovano le catene montuose Kaikoura Ranges che prendono il nome dalla cittadina di Kaikōura e che raggiungono la massima altitudine con 2885 m s.l.m. del monte Tapuae-o-Uenuku.

A ovest delle Alpi meridionali la parte costiera delle pendici delle Alpi è caratterizzate dalla presenza di foreste pluviali, la costa occidentale è frastagliata, nella parte più meridionale si trova la regione geografia dello Fiordland con numerosi fiordi. Le Alpi ad ovest dello spartiacque hanno numerosi laghi di origine glaciale e diversi ghiacciai tra i quali il ghiacciaio Franz Josef e il ghiacciaio Fox entrambi situati nella parte più a meridionale. A est delle Alpi, nella parte centrale dell'isola si trova una vasta zona di piane alluvionali, chiamata Canterbury Plains, caratterizzata da numerosi corsi d'acqua provenienti dai rilievi. Anche nel lato orientale delle Alpi si trovano dei ghiacciai, i principali sono i ghiacciai Mueller, Tasman, il Hooker e il Murchinson.

Sull'Isola del Sud si trovano anche 8 dei 10 principali laghi della Nuova Zelanda, tutti di origine glaciale, comprendono il lago Wakatipu, il lago Tekapo e il lago Manapouri. Milioni di anni fa nella parte centrale della regione di Otago si trovava un enorme lago, il lago Manuherikia che progressivamente si riempì, nell'area sono stati ritrovati numerosi fossili.

La penisola di Banks di forma circolare con molte baie e due porti naturali.

Sull'Isola del Sud si trovano 4 aree vulcaniche estinte, tutti sulla costa orientale.

La penisola di Banks è la formazione di origine vulcanica più caratteristica, comprende i resti erosi di due vulcani a scudo formatisi nel miocene, i due crateri sono le attuali baie di Lyttelton e Akaroa.

Le Canterbury Plains formate dall'erosione delle Alpi meridionali e dai conoidie di deiezione degli ampi fiumi a canali intrecciati che la attraversano.

La Otago Harbour è formata dai resti di un enorme vulcano a scudo la cui ultima fase eruttiva fu dieci milioni di anni fa e dalla quale residua il rilievo del Mount Cargill.

Timaru è costruita sulle colline create dai flussi di lava dell'estinto Mount Horrible, la cui ultima eruzione risale a diverse migliaia di anni fa.

Secondo la mitologia dei Māori, l'Isola del Sud esisteva prima dell'affioramento sopra le onde dell'oceano dell'Isola del Nord. Qui vive circa un quarto della popolazione neozelandese. Storicamente (ma anche più recentemente) sull'isola è stato attivo un Movimento per l'indipendenza dell'Isola del Sud, che reclamava una forma di auto-governo finanziario ed amministrativo per l'isola.

L'Isola del Sud ripresa dal satellite artificiale Terra della NASA, il 23 ottobre 2002

Suddivisione amministrativa[modifica | modifica wikitesto]

Da un punto di vista amministrativo, delle sedici regioni della Nuova Zelanda sei sono nell'Isola del Sud e sono:

Regione Capoluogo Centri abitati principali
Canterbury Christchurch Ashburton, Kaiapoi, Rangiora
Marlborough Blenheim
Nelson Nelson
Otago Dunedin Mosgiel, Oamaru, Queenstown
Southland Invercargill Bluff
Tasman Richmond Brightwater
West Coast Greymouth Hokitika

Le regioni sono suddivise in 23 autorit à territoriali; 4 distretti urbani e 19 distretti. Tre di questi (Nelson, Tasman e Marlborough) ricoprono anche la carica di consiglio regionale e sono quindi chiamati autorità unitaria (unitary authorities).

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Turismo[modifica | modifica wikitesto]

Whale watching in Kaikoura

Il turismo è un settore economico primario per l'isola del Sud, le principali attrattive dell'isola sono legate all'ambiente naturale. Tra le attività preferite l'escursionismo, il kayaking e il campeggio. Numerosi sono i percorsi escursionistici che attraversano il territorio dell'isola. Voli internazionali raggiungono le città di Christchurch, Dunedin e Queenstown.

Tra le mete principali vi sono i dieci parchi nazionali:

Gli ultimi quattro parchi fanno parte dell'area denominata Te Wahipounamu che dal 1990 fa parte del Patrimonio dell'umanità dell'UNESCO[6]

Mete turistiche sono anche le cittadine di Queenstown, Kaikoura e la regione dei Marlborough Sounds.

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese di molti film sono state effettuate in larga parte nell'Isola del Sud; i più famosi sono senza dubbio quelli che compongono la trilogia de Il Signore degli Anelli, tratta dai libri di Tolkien, e Le cronache di Narnia - Il leone, la strega e l'armadio, del 2005.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Two official options for NZ island names, su nzherald.co.nz, 10 ottobre 2013. URL consultato il 26 aprile 2020.
  2. ^ (EN) 1000 Māori place names, su nzhistory.govt.nz. URL consultato il 26 aprile 2020.
  3. ^ (EN) New Leinster, New Munster, and New Ulster, su teara.govt.nz. URL consultato il 26 aprile 2020.
  4. ^ (EN) The New Zealand Geographic Board Considers North and South Island Names, su linz.govt.nz. URL consultato il 26 aprile 2020 (archiviato dall'url originale il 14 febbraio 2013).
  5. ^ (EN) Geography and geology, su teara.govt.nz. URL consultato il 26 aprile 2020.
  6. ^ (EN) Te Wahipounamu – South West New Zealand, su whc.unesco.org. URL consultato il 27 aprile 2020.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN248142231 · LCCN (ENsh2003011232 · GND (DE4210770-2 · WorldCat Identities (ENlccn-no2014089707