Isidoro (gatto)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Isidoro (fumetto))
Isidoro
Universo Isidoro
Nome orig. (Heatcliff)
Autore George Gately
Specie gatto
Sesso Maschio

Isidoro (in originale Heathcliff) è un gatto, personaggio di una serie di strisce a fumetti di George Gately creata nel 1973. In Italia le sue vignette sono apparse negli anni 70 e 80 del XX secolo sul settimanale Topolino. Oltre al fumetto è stato protagonista di due serie animate prodotte nel 1980 e nel 1984.

Le storie attualmente sono scritte e disegnate da Peter Gallagher, nipote di Gately, che ha assunto la direzione della striscia nel 1998.[1]

La serie prevede generalmente una vignetta singola dal lunedì al sabato e una striscia la domenica.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Isidoro è un gatto dal pelo arancione grassoccio e molto astuto. Nelle strisce compare a volte con indosso una giacca di pelle e degli occhiali da sole da vero bullo. Isidoro appartiene alla famiglia Nutmeg (letteralmente "Noce moscata"), composta dal nonno, dalla nonna e dai bambini Iggy e Marcy; mentre gli adulti spesso sono in conflitto con il gatto, i bambini lo adorano ed è il loro migliore compagno di giochi. La striscia si svolge in una città portuale chiamata Westfinster.

Isidoro trascorre le sue giornate a spasso nel quartiere, dove compie le sue scorribande come un bullo: terrorizza gli altri animali domestici, litiga col bulldog Spike - vincendo sempre ridicolizzando il padrone, un bulletto locale - ruba nel negozio di pescheria, assalta il furgoncino della consegna del latte, rovescia i secchioni dell'immondizia mentre stanno arrivando gli spazzini ecc. A volte lo si vede di fronte al giudice che sta per condannarlo ma anche in quel caso non perde il suo sangue freddo e cerca di trovare una scappatoia.

Un visitatore occasionale è il padre di Isidoro che indossa una iconica divisa carceraria a strisce bianche e nere.

Dopo il pesce fresco ed il latte, Isidoro ha un solo amore, la gatta persiana Sonia per la quale egli diventa il più adorabile dei gatti.

Il gatto Garfield è chiaramente ispirato graficamente a Isidoro.

Il nome nelle altre lingue[modifica | modifica wikitesto]

Serie TV[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Isidoro Show e Isidoro (serie animata).

Isidoro è stato protagonista anche di alcune serie tv. La prima (Isidoro Show) apparsa negli schermi americani dal 4 ottobre del 1980 è durata 25 episodi finendo il 18 settembre 1982 grazie alla Ruby-Spears Productions. La serie viene divisa in due parti: la prima vede il gatto alle prese con il cane Spike, e si innamora della gatta Sonia. Vengono poi introdotti Dingbat, il cane vampiro con la sua banda dei Creeps, Spare Rib lo scheletro trasformista e la zucca capo Nobody. La seconda parte introduce Marmaduke (l'alano Sansone).

La seconda serie (Isidoro) iniziò ad essere trasmessa dal 5 settembre 1984 fino al 1987 per un totale di 86 episodi, grazie alla DiC Entertainment. Anche questa serie fu divisa in due parti: la prima fu largamente la più influente con 65 puntate del totale, dove si incentra maggiormente l'incontro con Riff Raff e la sua gang dei gatti.

Il film[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Heathcliff: The Movie.

La DiC Entertainment ha realizzato anche un film sul gatto trasmessa nei cinema americani a partire dal 17 gennaio del 1986.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Isidoro: il gatto burlone ancora sulla breccia, su TVBlog.it. URL consultato il 12 luglio 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]