Isabella di Villehardouin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Isabella di Villehardouin

Isabella di Villehardouin (126323 gennaio 1312) fu principessa d'Acaia e di Morea dal 1289 al 1307.

Coat of arms of the principality of Achaea.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era figlia di Guglielmo II di Villehardouin, principe di Acaia e di Morea, e di Anne Ange. Nel 1259 il padre aveva subito un'importante sconfitta a Pelagonia ed aveva dovuto cedere nel 1262 alcune piazzeforti in Laconia. Costantemente minacciato dal despota di Mistra, si pose sotto la protezione di Carlo I d'Angiò e fidanzò la figlia Isabella con Filippo d'Angiò (1256 – 1277), figlio cadetto di Carlo. Questo fidanzamento, cui seguì il matrimonio che avvenne il 28 maggio 1271, fu definito parallelamente al Trattato di Viterbo (maggio 1267) stipulato fra Carlo I d'Angiò, Baldovino II di Costantinopoli e Guglielmo II di Villehardouin. Filippo ricevette nel 1274 il titolo di re di Salonicco ma premorì al suocero, cosicché, con il decesso di Guglielmo, avvenuto nel 1278, in base al trattato, toccò a Carlo d'Angiò governare la Morea al posto della nuora Isabella. Dopo la sua cacciata dalla Sicilia nel 1282 (Vespri Siciliani), Carlo non poté dedicare più tempo alla Morea. Successivamente la nobiltà della medesima inviò a Napoli una delegazione per lamentare l'eccessiva imposizione fiscale da parte degli angioini. Succeduto Carlo II d'Angiò al padre, questi decise di restituire ad Isabella il potere sulla Morea, con l'intenzione di mantenervi così la sua sovranità.

Isabella, vedova di Filippo d'Angiò, sposò quindi il 16 settembre 1289 Florent de Hainaut (12551297) e la Morea rimase alla coppia di sposi con il patto che, in caso di decesso di Florent, Isabella avrebbe dovuto chiedere il consenso per nuove nozze a Carlo II di Angiò, pena la perdita del titolo. Florent assicurò la pace con i greci con il trattato di Clarentza del 1290. La pace durò fino al 1293, allorché i greci si ripresero Kalamata ma Florent persuase Michele VIII Paleologo a restituirla. Nel 1296 I greci ripresero il castello di San Giorgio in Arcadia. Florent lo mise sotto assedio, ma morì 23 gennaio 1297 senza averlo riconquistato. Florant non aveva avuto figli maschi da Isabella.

Quest'ultima, nuovamente vedova, sposò il 12 febbraio 1301 Filippo di Savoia (1278 – 1334). Filippo, piuttosto bellicoso, si intestò di riconquistare[non chiaro] tutta la Laconia ma il suo carattere autoritario lo rese inviso alla nobiltà locale e fu infine costretto ad accettare l'istituzione di un parlamento dei nobili, che avrebbe ovviamente contenuto la sua autorità. Poco dopo tuttavia, una rivolta di contadini, esasperati dall'eccessiva pressione fiscale, fece sì che Carlo II d'Angiò, nel 1306, richiamasse a Napoli Filippo ed Isabella. Filippo fu accusato di slealtà e di aver fallito nel sostenere Carlo in una campagna militare contro l'Epiro e Isabella di non aver richiesto il consenso del sovrano prima di sposare il Savoia. Carlo II d'Angiò tolse l'Acaia ai due coniugi assegnandola al figlio Filippo I di Taranto che divenne così Filippo II di Acaia.

In cambio della rinuncia all'Acaia, Filippo di Savoia ottenne, nel maggio 1307, la Contea di Alba. La coppia si divise e, mentre Filippo tornò in Piemonte, Isabella andò a vivere nell'Hainaut senza rinunciare ai suoi diritti sull'Acaia.

Un anno dopo la sua morte, morì anche Filippo I di Taranto e la figlia di Isabella e Florant, Matilde, divenne principessa di Acaia.

Matrimoni e discendenza[modifica | modifica wikitesto]

Da Florent de Hainaut, Isabella ebbe una sola figlia:

  • Matilde (1293 – 1331), principessa d'Acaia e di Morea, sposatasi quattro volte:
    • con Guy de la Roche († 1308), duca d'Atene; poi
    • con (1313) con Luigi di Borgogna (1297 – 1316), re di Salonicco e principe d'Acaia;
    • con (1318) Giovanni d'Angiò (1294 – 1336), duca di Durazzo e principe d'Acaia, dal quale si separò nel 1321;
    • con Ugo de La Palice

Dal matrimonio con Filippo di Savoia nacquero:

  • Maria (1301, morta giovanissima);
  • Alice († 1368), andata sposa a Manfredo del Carretto, marchese di Savona, e poi nel 1354 ad Antelmo d'Urtières;
  • Margherita (1303 – dopo il 1371), andata sposa nel 1324 a Renaud († 1370), conte di Forez.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • René Grousset, L'empire du Levant: histoire de la question d'Orient, Payot, Paris 1946.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Principessa d'Acaia Successore Armoiries Achaïe.svg
Carlo II d'Angiò 1278 – 1289
con Florent de Hainaut (fino al 1297)
con Filippo di Savoia (fino al 1307)
Filippo I di Taranto
Controllo di autoritàVIAF: (EN144490991