Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Isabella

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Isabella (disambigua).

Isabella è un nome proprio di persona italiano femminile[1][2][3][4][5].

Varianti[modifica | modifica wikitesto]

Varianti in altre lingue[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito si trova una lista delle varianti del nome in altre lingue[a 1]:

  • Inglese: Isabel, Isabelle, Isabella, Isbel, Isebella, Izabelle, Isobel[senza fonte]
    • Ipocoristici: Ibb[8], Ibbie, Issy, Izzy, Izzie, Libbe[8], Libbie, Libby, Bella, Belle, Sabella
  • Irlandese: Isibéal, Sibéal
  • Olandese: Isabella, Isabelle
  • Polacco: Izabela, Izabella
  • Portoghese: Isabela, Isabel
    • Ipocoristici: Belinha
  • Rumeno: Isabela, Isabella, Izabela, Izabella
  1. ^ Tutte le varianti elencate in questa sezione sono verificabili, salvo diversamente specificato, alla nota 2.

Origine e diffusione[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di una forma di Elisabetta[1][2][3][4][5][8] ormai divenuta nome autonomo[5], originatasi in Provenza o in Spagna nel Medioevo[2][5][8][4] tramite la forma Elisabel (che, a differenza delle altre lingue europee, acquisì una terminazione in -bel anziché in -bet)[3]. Sebbene Isabella (o Isabel), nelle regioni di lingua spagnola e portoghese, sostituisca ancora completamente il nome Elisabetta (che invece resiste in catalano nella forma Elisabet), nelle altre culture viene usato parallelamente ad esso.[2] Si sono sviluppate ad ogni modo alcune altre interpretazioni che attribuiscono al nome un'origine diversa, fra le quali spicca quella che lo ricollega (o gli dà lo stesso significato) al nome biblico Gezabele[7][9][10], asserendo che l'avvicinamento a Elisabetta è frutto di una successiva paretimologia dovuta al suono simile[7].

Il nome acquisì ampia diffusione in Spagna, Portogallo e Francia divenendo d'uso comune nelle case reali nel XII secolo; raggiunse la notorietà in Inghilterra nel secolo successivo, quando Isabella d'Angoulême sposò Giovanni d'Inghilterra, e venne ulteriormente reso celebre dal matrimonio fra Isabella di Francia ed Edoardo II nel XIV secolo[2]. In Italia il nome è giunto tramite la forma spagnola, Isabel[3], aiutato anche dalla fama di alcuni personaggi letterari[10]; è ben attestato su tutto il territorio nazionale, con un picco in Puglia dove si trova oltre un terzo delle donne così chiamate[3]; si registra, anche se con una scarsissima diffusione, anche in forma mascolinizzata[4]. Negli Stati Uniti, negli anni 2009 e 2010, è stato il quarto nome più usato per le bambine neonate[11].

Il nome è entrato in uso sin dal 1600 anche per indicare una particolare tonalità di giallo grigiastro (tipica del piumaggio di alcuni uccelli o del mantello di certe razze equine), ma l'Isabella che le ha dato il nome non è stata identificata[8] (secondo una tradizione sarebbe stata una regina spagnola che avrebbe fatto voto di non cambiarsi l'abito bianco fino a che il marito non fosse riuscito a conquistare la città di Ostenda[4]).

Onomastico[modifica | modifica wikitesto]

L'onomastico si può festeggiare in memoria di più sante e beate, nei giorni seguenti:

Va tenuto a mente, comunque, che Isabella è una variante di Elisabetta, e come tale si può festeggiarne l'onomastico anche lo stesso giorno (senza contare il fatto che molte sante di nome Elisabetta in Spagna vengono appunto chiamate Isabella).

Persone[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Persone di nome Isabella.

Variante Isabelle[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Persone di nome Isabelle.
Isabelle de Charrière

Variante Isabel[modifica | modifica wikitesto]

Altre varianti[modifica | modifica wikitesto]

Il nome nelle arti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Accademia della Crusca, p. 633.
  2. ^ a b c d e f (EN) Isabel, su Behind the Name. URL consultato il 3 maggio 2012.
  3. ^ a b c d e f g Galgani, p. 321.
  4. ^ a b c d e f La Stella T., p. 201.
  5. ^ a b c d e Tagliavini, p. 181.
  6. ^ Galgani, p. 242.
  7. ^ a b c d e f Albaigès i Olivart, p. 144.
  8. ^ a b c d e (EN) Isabel, su Online Etymology Dictionary. URL consultato il 3 maggio 2012.
  9. ^ Burgio, p. 216.
  10. ^ a b c Curzi, p. 80.
  11. ^ (EN) Popularity of a Name, su Social Security Online. URL consultato il 3 maggio 2012.
  12. ^ a b c Sante di nome Isabella, su Santi, beati e testimoni. URL consultato il 3 maggio 2012..
  13. ^ Ferrari Bandini Buti, p. 301
  14. ^ Beata Maria Purissima della Croce (Maria Isabel Salvat Romero), su Santi, beati e testimoni. URL consultato il 24 ottobre 2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Antroponimi Portale Antroponimi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di antroponimi