Ironsides

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ironsides
Descrizione generale
Attiva XVII secolo
Nazione Inghilterra Inghilterra
Alleanza Roundheads
Servizio esercito
Tipo cavalleria pesante
Ruolo truppe d'assalto
Equipaggiamento archibugio, spadona, cappellina, corazza
Battaglie/guerre Guerra civile inglese
Comandanti
Comandante in Capo Oliver Cromwell

[senza fonte]

Voci su unità militari presenti su Wikipedia

Ironsides (in inglese "fianchi di ferro") era il soprannome dato alle unità di cavalleria pesante formate da Oliver Cromwell durante la guerra civile inglese (1642-1660), e che combatterono dalla parte dei Roundheads. Il nome fu loro dato a partire dall'appellativo Old Ironsides guadagnato da Cromwell dopo la sua vittoria nella battaglia di Marston Moor.
Le unità di Ironsides costituirono il nucleo attorno al quale Cromwell costituì, nel 1645, il New Model Army, il primo vero e proprio esercito regolare della storia inglese.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Al principio del 1643, Cromwell riceve il grado di colonnello e l'autorizzazione ad ampliare le fila dei suoi cavalieri sino a farne un vero e proprio reggimento. Il 28 luglio, di quell'anno, gli Ironsides presero parte alla Battaglia di Gainsborough, scontro durante il quale la cavalleria lealista venne sconfitta. Stando alla relazione di William Cavendish, I duca di Newcastle-upon-Tyne, a Gainsborough fu proprio uno dei capitani di Cromwell, James Berry, ad uccidere il generale Charles Cavendish.

Ranghi[modifica | modifica sorgente]

Nel 1643, la linea di comando degli Ironsides era così suddivisa:

Equipaggiamento[modifica | modifica sorgente]

Corazza ed elmo in dotazione alla cavalleria parlamentare - Museo di West Gate, Canterbury.

Nonostante quanto possa far supporre il loro nome, gli Ironsides non erano una truppa di corazzieri su modello austro-tedesco.
L'equipaggiamento degli Ironsides era quello comune ai vari gruppi di Harquebusier operanti in quei medesimi anni nell'Europa settentrionale:

  • la protezione del corpo era affidata unicamente ad una corazza priva di maniche, portata sopra ad un giaccone di tinta unita, solitamente giallognolo;
  • la testa era coperta da un elmetto, solitamente del tipo cappellina, volto a garantire la maggior visuale possibile;
  • guanti e stivali alti fin sopra il ginocchio, rigorosamente in cuoio, garantivano un minimo di protezione agli arti; raramente venivano portati i guanti d'arme.

Gli uomini di Cromwell erano armati di carabina, pistola, spadona (o della pesante Mortuary Sword o delle più agili Vallona-Pappenheimer) e scure d'arcione (più raramente picco d'armi).

Note[modifica | modifica sorgente]


Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Durston, Christopher (2000), 'Settling the Hearts and Quieting the Minds of All Good People': the Major-generals and the Puritan Minorities of Interregnum England, in History a. 2000, n. 85(278): pp. 247–267, ISSN 0018-2648.
  • Durston, Christopher (1998), The Fall of Cromwell's Major-Generals, in English Historical Review a. 1998, n. 113(450): pp. 18–37, ISSN 0013-8266.
  • Firth, C.H. (1921), Cromwell's Army, Greenhill Books, ISBN 1-85367-120-7.
  • Fraser, Antonia (1997), Cromwell : our chief of men, Londra, Arrow Books, ISBN 0-7493-0107-4.
  • Gillingham, J. (1976), Portrait Of A Soldier : Cromwell, Weidenfeld & Nicholson, ISBN 0-297-77148-5.
  • Kenyon, John [e] Ohlmeyer, Jane [a cura di] (2000), The Civil Wars : A Military History of England, Scotland, and Ireland 1638–1660, Oxford University Press, ISBN 0-19-280278-X.
  • Kitson, Frank (2004), Old Ironsides : The Military Biography of Oliver Cromwell, Weidenfeld Military, ISBN 0-297-84688-4.
  • MacKenzie, S.P. (1997), Revolutionary Armies in the Modern Era : A Revisionist Approach, New York, Routledge, ISBN 0-415-09690-1.
  • Marshall, Alan (2004)' Oliver Cromwell : Soldier: The Military Life of a Revolutionary at War, Brassey's, ISBN 1-85753-343-7.
  • McKeiver, Philip (2007), A New History of Cromwell's Irish Campaign, Advance Press, Manchester, ISBN 978-0-9554663-0-4.
  • Tincey, John ; [ill.] Turner, Graham (2002), Ironsides : English Cavalry 1588-1688, Oxford, Osprey Publishing, ISBN 1-84176-213-X.
  • Woolrych, Austin (1990), The Cromwellian Protectorate : a Military Dictatorship?, in History 1990 75(244): 207–231, ISSN 0018-2648 . Full text online at Ebsco.
  • Woolrych, Austin (1990), Cromwell as a soldier, in Morrill, John [a cura di], Oliver Cromwell and the English Revolution, Longman, ISBN 0-582-01675-4.
  • Young, Peter [e] Holmes, Richard (2000), The English Civil War, Wordsworth, ISBN 1-84022-222-0.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]