Irina Shayk

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Irina Sheik)
Irina Shayk
Irina Shayk (Straighten Crop).jpg
Irina Shayk nel 2012, a un evento Intimissimi
Altezza 178[1] cm
Misure 86,5-58-88[1]
Taglia 34[1] (UE) - 4[1] (US)
Scarpe 38[1] (UE) - 7[1] (US)
Occhi Verdi
Capelli Castani

Irina Valer'evna Šajchlislamova (rus. Ирина Валерьевна Шайхлисламова; Emanželinsk, 6 gennaio 1986) è una supermodella russa, nota semplicemente con il nome di Irina Shayk.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Irina Shayk è figlia di un minatore di carbone tataro di religione musulmana, Valery Shaykhlislamov e di un'insegnante di musica russa, Olga; ha una sorella maggiore di nome Tat'jana. Inizia a suonare il pianoforte all'età di sei anni, e a nove s'iscrive a una scuola di musica dove studia per i successivi sette anni. Resta orfana all'età di quattordici anni, quando suo padre muore per delle complicazioni dovute a una polmonite. Inizia così per la famiglia un periodo di povertà e nonostante un aiuto economico dalla nonna paterna, la madre di Irina ha due lavori e lei e la sorella la aiutano a coltivare l'orto di casa per sussistenza. Dopo la scuola superiore le due sorelle si trasferiscono a Čeljabinsk dove Irina inizia a studiare marketing al Collegio Economico mentre la sorella maggiore entra in una scuola per estetiste.[2][3] Qui viene notata da un'agenzia di modelle locale; nel 2004 partecipa quindi a un concorso di bellezza, Miss Čeljabinsk, vincendolo.[4]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Modella[modifica | modifica wikitesto]

Irina Shayk (talvolta accreditata anche come Sheik[1]) è comparsa sulle copertine di numerose riviste come Annabelle (maggio 2005), Woman (luglio 2005), Jalouse (febbraio 2006), Bolero (giugno 2005). La modella è inoltre stata la testimonial delle campagne pubblicitarie internazionali di El Corte Inglés, Replay, Lacoste, Martini & Rossi, del profumo Oceano by La Perla, Paciotti 4US e Triumph; dal 2007 è il volto di Intimissimi, dal 2008 anche di Guess? Nel febbraio del 2011 è una dei protagonisti nel videogioco Need for Speed: The Run della Electronic Arts,[5] e del marchi di abiti da sposa Pronovias.[6]

Nel 2007 fa il suo debutto sulla rivista annuale Sports Illustrated Swimsuit Issue,[7] per il quale viene confermata ininterrottamente fino al 2016, apparendo per 10 volte sulla rivista e facendo di lei la terza modella a raggiungere quota 10 presenze.[8] Nel 2011 inoltre appare sulla copertina della prestigiosa rivista.[9]

Nel corso del 2012 è stata testimonial per Morellato,[10] Agua Bendita, Blanco, e nell'autunno dello stesso anno per il marchio spagnolo di calzature XTI Shoes.[11] Inoltre è stata conduttrice, in patria, della quarta edizione del reality show Top Model po-russki. Nel 2013 è testimonial degli abiti da sposa Alessandro Angelozzi Couture,[12] viene riconfermata per la campagne Morellato, Beach Bunny,[13] XTI Shoes e Agua Bandita, inoltre nel mese di marzo sfila per Givenchy alla settimana della moda di Parigi. A fine anno viene eletta dalla rivista russa Maxim la donna più sexy del pianeta.[14] Tra il 2013 e il 2014 è volto collezione di Agent Provocateur per cui gira uno spot diretto dall'attrice Penelope Cruz.[15]

Nel febbraio del 2014 sfila in esclusiva per il brand Desigual in occasione della Barcellona Fashion Week, per la collezione autunno/inverno,[16] e nel mese di maggio è sulla cover di Vogue Spagna accanto all'allora fidanzato Cristiano Ronaldo.[17] Nell'ottobre del 2015 firma un contratto con la L'Oreal come nuova testimonial del brand, accanto a Bianca Balti, Doutzen Kroes e molte altre modelle.[18]

Nel 2016 è protagonista della campagna pubblicitaria di Givenchy Jeans, accanto al modello Chris Moore[19] e torna a essere testimonial di Intimissimi, marchio che la lanciò nel 2007.[20]

Attrice[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2014 debutta come attrice al cinema, interpretando la moglie di Eracle nel film Hercules - Il guerriero, accanto a Dwayne Johnson.[21] L'anno successivo è protagonista del videoclip Yo Tambien di Romeo Santos, accanto a Marc Anthony,[22]

Agenzie[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Video musicali[modifica | modifica wikitesto]

Campagne pubblicitarie[modifica | modifica wikitesto]

  • Alessandro Couture (2013)
  • Agent Provocateur (2013)
  • Agua Bendita P/E (2014-2015)
  • Armani Exchange P/E (2010)
  • Armani Exchange Summer (2010)
  • Avon (2012-presente)
  • Beach Bunny Swimwear (2013-2014)
  • Bebe (2014-2016)
  • Bebe Jeans (2014)
  • Bebe Sports (2015)
  • Blanco Suiteblanco Summer (2012)
  • Cesare Paciotti P/E (2007)
  • Fay A/I (2013)
  • Givenchy A/I (2016)
  • Givenchy Jeans P/E (2016)
  • Guess (2008-2009)
  • Guess Jeans (2009)
  • Intimissimi (2007-2012; 2016)
  • John John Denim P/E (2011)
  • L'Oreal (2015-presente)
  • Lacoste P/E (2007)
  • La Clover P/E (2014) A/I (2014)
  • Lilly Pullitzer P/E (2014)
  • Linda Farrow P/E (2015)
  • Lord & Taylor (2014)
  • Love Republic P/E (2015) A/I (2015)
  • Morellato (2012-2013)
  • Miiyu (2013)
  • Network A/I (2015)
  • Qela A/I (2013)
  • Pronovias
  • Replay A/I (2011) P/E (2012)
  • Roberto Cavalli for C&A (2013)
  • Sacoor Brothers P/E (2014)
  • Saks Fifth Avenue P/E (2014)
  • Samsung Galaxy (2015)
  • Scoop A/I (2014)
  • Simons Canada (2015)
  • Suiteblanco A/I (2014)
  • Triton P/E (2015)
  • Twin-Set A/I (2014)
  • Twin-Set Handbags A/I (2014)
  • Via Spiga A/I (2014)
  • Victoria's Secret (2009-2011)
  • Vigoss P/E (2014)
  • Xti (2011-2015)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g (EN) Irina Shayk, su Fashion Model Directory, Fashion One Group.
  2. ^ Прости, сестра: Ирина Шейк опубликовала забавное фото с сестрой Татьяной
  3. ^ IRINA SHAYK, LA TOP MODEL CON UNA TRISTE STORIA: DALLA PERDITA DEL PADRE A UN'INFANZIA POVERA
  4. ^ Irina Shayk: «Cercate le top nella campagna russa», in bluewin.ch, 12 gennaio 2012.
  5. ^ Need for Speed The Run con Irina Shayk, in datasport.it, 23 novembre 2011. URL consultato il 5 gennaio 2012.
  6. ^ Francesca Bottini, Abiti da sposa Pronovias: Irina Shayk nuova testimonial, in matrimonio.pourfemme.it, 12 maggio 2011.
  7. ^ (EN) Swimsuit Collection 2007, sportsillustrated.cnn.com. URL consultato il 14 maggio 2009.
  8. ^ Irina Shayk Talks 10 Years of Sports Illustrated Swimsuit Issues and Yeezy, wwd.com, 14 febbraio 2016. URL consultato il 15 febbraio 2016.
  9. ^ Sports Illustrated, è Irina Shayk la donna copertina, archivio.panorama.it. URL consultato il 15 febbraio 2016.
  10. ^ Caterina Di Iorgi, Irina Shayk è la nuova testimonial di Morellato per la campagna autunno - inverno 2012/13, in styleandfashion.blogosfere.it, 16 maggio 2012.
  11. ^ Irina Shayk per XTI Shoes, in iltuostile.it, 10 novembre 2012.
  12. ^ Alessandro Couture 2013: la sposa elegante rappresentata da Irina Shayk, in ameliste.it.
  13. ^ Irina testimonial di lusso, in d.repubblica.it, 29 agosto 2013.
  14. ^ Irina Shayk votata donna più sexy del pianeta, calciomercato.it, 3 dicembre 2013. URL consultato il 17 dicembre 2013.
  15. ^ Penelope Cruz e Irina Shayk, insieme per lo spot della lingerie, repubblica, 1 agosto 2015. URL consultato il 9 novembre 2015.
  16. ^ Irina Shayk in passerella alla sfilata Desigual a 080 Barcelona Fashion, ELLE. URL consultato il accesso05 febbraio 2014.
  17. ^ Vogue Spagna: copertina hot con Cristiano Ronaldo e Irina Shayk, tvzap.kataweb.it, 19 maggio 2014. URL consultato il 19 gennaio 2015.
  18. ^ Irina Shayk, l’ingresso social nel team L’Oréal Paris, iodonna, 29 ottobre 2015. URL consultato il 30 ottobre 2015.
  19. ^ Irina Shayk senza veli per Givenchy Jeans, luxgallery.it, 21 gennaio 2016. URL consultato il 22 gennaio 2016.
  20. ^ Irina Shayk hot in lingerie per il marchio che la lanciò nel 2007, video.gazzetta.it, 9 marzo 2016. URL consultato il 12 marzo 2016.
  21. ^ Mirko D'Alessio, La modella Irina Shayk si unisce al cast dell'Hercules di Brett Ratner, in badtaste.it, 4 giugno 2013.
  22. ^ Irina Shayk nell'ultimo video musicale do Romeo Santos, video.gazzetta.it. URL consultato il 30 gennaio 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]