Irina Aleksandrovna Viner

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Irina Viner
Церемония награждения медалью «Герой Труда Российской Федерации» 12.jpg
Irina Aleksandrovna Viner (2010)
Nome Irina Aleksandrovna Viner-Usmanova
Nazionalità Russa
Ginnastica ritmica Gymnastics (rhythmic) pictogram.svg
Statistiche aggiornate all'8 agosto 2012

Irina Aleksandrovna Viner-Usmanova (rus. Ирина Александровна Винер-Усманова; Samarcanda, 30 luglio 1948) è una ex ginnasta e allenatrice di ginnastica sovietica, dal 1992 russa, capo allenatore della nazionale russa di ginnastica ritmica, presidente della Federazione Russa di Ginnastica Ritimica, ex vice presidente della Federazione Internazionale di Ginnastica..

Ha allenato ginnaste che hanno segnato la storia della disciplina come Yana Batyršina, Alina Kabaeva, Irina Čaščina, Vera Sesina, Margerita Mamun. Nel 2015 ha ricevuto l'Ordine Olimpico in riconoscimento dei suoi altissimi meriti nel sport a livello mondiale, e questo l'ha resa il primo allenatore di ginnastica nella storia ad essere un destinatario del premio. Thomas Bach, Presidente del Comitato Olimpico Internazionale, ha consegnato personalmente il premio. [1] Irina Viner è uno dei migliori allenatori di ginnastica di tutti i tempi. Tra le sue pupille ci sono cinque campionesse olimpiche all-around: Margarita Mamun (2016), Evgeniya Kanaeva (2008 e 2012), Alina Kabaeva (2004) e Yulia Barsukova (2000) [2]

E 'sposata con il magnate Alisher Usmanov affari, l'uomo più ricco della Russia, che ha un patrimonio netto di più di $ 14 miliardi di dollari. [3]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Irina Viner è nata a Samarcanda (Uzbekistan, ex Unione Sovietica). Il padre, Alexander, è stato artista nazionale dell'URSS. La madre, Zoya, era un medico. Da giovane ha voluto intraprendere lo studio del balletto, ma all'età di 11 ha cominciato ad allenarsi in ginnastica. [2] È stata tre volte campionessa uzbeka e si è laureata presso l'Istituto di Stato Uzbeko di Cultura Fisica. Ha lavorato come allenatore della squadra nazionale di ginnastica ritmica a Tashkent, e sotto la sua tutela, Venera Zaripova divenne la sua prima ginnasta di successo. Nel 1990, si trasferisce in Gran Bretagna per allenare la nazionale inglese.

Nel 1992, è stata invitata a diventare capo allenatore della squadra nazionale russa e si è trasferisce a Mosca. Dal 2001, è il capo allenatore della formazione Centro Olimpico della ginnastica ritmica nazionale russa a Novogorsk e nel 2008 è diventata presidente della Federazione Russa di Ginnastica Ritmica. Nel 2015, le è stato assegnato l'Ordine Olimpico in riconoscimento dei suoi altissimi meriti nello sport a livello mondiale, questo rende Irina Viner il primo allenatore di ginnastica ad essere un destinatario del premio. Thomas Bach, il presidente del Comitato Olimpico Internazionale le ha consegnato personalmente il premio.

Irina Viner ha detto di ricevere il premio:... "Non mi aspettavo che mi sarebbe stato attribuito un tale importante ordine, è stato un onore che il Presidente del CIO, Thomas Bach è arrivato qui . lo Sport è l'unica guerra che ha una fine pacifica. Credo che tutto il mondo della ginnastica sia stato premiato, per le donne e le ragazze. E' importante che ci alleniamo insieme e aiutare altri paesi -.. questo è il motivo per cui un sacco di rappresentanti di altri paesi si allenano in Russia . Noi faremo del nostro meglio in modo che questo tipo di sport rimanga nel programma olimpico. Credo che non saremo mai gettati a bordo campo e la ginnastica ritmica resterà nella Famiglia olimpica "<

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze russe[modifica | modifica wikitesto]

Eroe del lavoro della Federazione Russa - nastrino per uniforme ordinaria Eroe del lavoro della Federazione Russa
«Per servizi all'impiego speciale, allo Stato e al popolo»
— 28 aprile 2015
Ordine d'Onore - nastrino per uniforme ordinaria Ordine d'Onore
«Per il suo grande contributo allo sviluppo della cultura e dello sport fisico e per gli ottimi risultati sportivi ai Giochi della XXVII Olimpiade di Sydney nel 2000»
— 9 giugno 2001
Ordine al merito per la Patria di IV Classe - nastrino per uniforme ordinaria Ordine al merito per la Patria di IV Classe
«Per il suo grande contributo allo sviluppo della cultura e dello sport fisico e per gli ottimi risultati sportivi ai Giochi della XXVIII Olimpiade di Atene nel 2004»
— 24 agosto 2005
Ordine al merito per la Patria di III Classe - nastrino per uniforme ordinaria Ordine al merito per la Patria di III Classe
«Per il contributo di rilievo allo sviluppo della cultura fisica e dello sport»
— 29 dicembre 2008
Ordine dell'Amicizia - nastrino per uniforme ordinaria Ordine dell'Amicizia
«Per la preparazione di successo degli atleti che hanno conseguito alti risultati sportivi ai Giochi della XXX Olimpiade 2012 a Londra (Regno Unito)»
— 2 febbraio 2013

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Collare d'Argento dell'Ordine Olimpico (CIO) - nastrino per uniforme ordinaria Collare d'Argento dell'Ordine Olimpico (CIO)
«In riconoscimento dei risultati eccezionali nel movimento internazionale dello sport e della fedeltà agli ideali olimpici»
— 19 luglio 2015

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN316391186
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie