Irene Sáez

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Irene Sáez Conde
Altezza178 cm
OcchiCastano
CapelliBiondi

Irene Lailin Sáez Conde (Caracas, 13 dicembre 1961) è una ex modella e politica venezuelana.

Vincitrice del concorso di bellezza Miss Universo 1981, per due mandati è stata sindaco della città di Caracas e dei quartieri ricchi del piccolo municipio Chacao. Fu candidata nel 1998 alla presidenza della Repubblica del Venezuela e nel 2000 al posto di governatore dello stato Nueva Esparta.

Miss Universo 1981[modifica | modifica wikitesto]

Irene Sáez acquisisce una enorme popolarità nel Venezuela dopo aver vinto il concorso di bellezza di Miss Universo a New York nel 1981. In quell'anno un'altra venezuelana, Pilín León, vinceva il concorso di Miss Mondo. I venezuelani da molto tempo sono affascinati dai concorsi di bellezza mondiali, ed il doppio trionfo ottenuto quell'anno, manda alle stelle la popolarità della Sáez.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Dopo avere studiato "Estudios Politicos y Administratívos" (Scienze Politiche) nell'Universidad Central de Venezuela, Sáez diventa sindaco del Municipio Chacao nella città di Caracas. Venne rieletta sindaco. La sua opera è diventata famosa nel mondo perché ampiamente pubblicizzata come fatto curioso e stravagante. Le persone che l'appoggiano politicamente mettono in risalto un'intensa opera di presa di coscienza civica, la creazione di un corpo di polizia rispettato, e molte migliorie estetiche del municipio. I suoi critici affermano che è stato un prodotto mediatico, che alla sua opera venne data una pubblicità eccessiva, considerando che il municipio era piccolo, abitato da persone di alto livello economico e sociale, alti redditi fiscali, bassa densità di popolazione, e pochi problemi municipali davvero complessi.

Partecipazione alle elezioni del Venezuela nel 1998[modifica | modifica wikitesto]

Partecipò alle elezioni presidenziali venezuelane del 1998, in competizione, tra gli altri, con l'attuale Presidente Hugo Chávez. Creò un suo partito, chiamato IRENE (Integrazione e Rinnovo Nuova Speranza) fondato quello stesso anno. Durante la complicata e lunga campagna presidenziale ottenne l'appoggio del partito social-cristiano COPEI (quando questo partito cambia ideologia e sostiene Henrique Salas Römer). Alla fine ottiene appena il 3% dei voti.

Eletta governatrice della regione Nueva Esparta nel 1999[modifica | modifica wikitesto]

Nonostante questa sconfitta nel 1999 Irene Sáez si candida per il governo di Nueva Esparta (isola di Margarita) dovuto alla morte repentina dell'allora governatore Rafael "Fucho" Tovar; nei comizi regionali di quello stesso anno, è appoggiata dal partito di sinistra Movimiento V República e da tutte le forze integrate nella coalizione Polo Patriótico. Venne duramente criticata per la disinvoluta con la quale ha transitato in diversi partiti e per il fatto che non sia mai stata domiciliata o residente in Nueva Esparta. Ma, alla fine tutto questo non le impedisce di candidarsi, e alla fine venne eletta con il 70% dei voti, sconfiggendo il candidato di Acción Democrática Gregorio Boadas, che concluse al 28,91%. Per motivi personali, all'undicesimo mese di mandato rinuncia alla carica di governatrice.

Si ritira definitivamente dalla vita politica nel 2000, contraendo nozze nel giugno del 2006.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN310576595 · GND (DE1057471259