Ipotenusa d'amore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ipotenusa d'amore
Autore Alda Merini
1ª ed. originale 1992
Genere Poesia
Lingua originale italiano

« ...Era l'amor mio/ la foresta della mia pena d'amore,/ era la greppia delle mie paure,/ era il sole di agosto ed era inverno,/ era l'amore mio quasi l'inferno. - Alda Merini, Canzone d'amore[1] »

Ipotenusa d'amore è una breve raccolta poetica composta da quindici liriche e due racconti brevi, "La necrofora" e "La solfatara" della scrittrice italiana Alda Merini.

La prima edizione di questa raccolta, il cui tema centrale è l'amore, venne pubblicata nel 1992 seguita da altre edizioni accresciute da alcune poesie che la scrittrice pubblicò in proprio nel 1989 con il titolo "Le pietre" e da altre poesie, sempre d'amore, intitolate "Poesie gotiche" e scritte in epoca più recente. I disegni che corredano l'edizione del 1996 sono di Massimo Odoardo Geranio.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Alda Merini, Ipotenusa d'amore, Edizioni La Vita Felice, 1996, pag., 21

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura