Iporanga

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Iporanga
comune
Iporanga – Stemma Iporanga – Bandiera
Iporanga – Veduta
Localizzazione
StatoBrasile Brasile
Stato federatoBandeira do estado de São Paulo.svg San Paolo
MesoregioneItapetininga
MicroregioneCapão Bonito
Amministrazione
SindacoValmir da Silva
Territorio
Coordinate24°35′08″S 48°35′32″W / 24.585556°S 48.592222°W-24.585556; -48.592222 (Iporanga)Coordinate: 24°35′08″S 48°35′32″W / 24.585556°S 48.592222°W-24.585556; -48.592222 (Iporanga)
Altitudine81 m s.l.m.
Superficie1 152,049 km²
Abitanti4 299[1] (2010)
Densità3,73 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale18330-000
Prefisso15
Fuso orarioUTC-3
Codice IBGE3521200
Nome abitantiiporanguense
Cartografia
Mappa di localizzazione: Brasile
Iporanga
Iporanga
Iporanga – Mappa
Sito istituzionale

Iporanga è un comune del Brasile nello Stato di San Paolo, parte della mesoregione di Itapetininga e della microregione di Capão Bonito.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Si trova nel cuore della Foresta Atlantica, lungo le rive del fiume Ribeira de Iguape e alla foce del Ribeirão Iporanga. È nota come "Capitale delle Grotte", per l'elevata incidenza di grotte calcaree nel territorio comunale. Ci sono circa 360 grotte catalogate, la più grande concentrazione in Brasile e forse nel mondo.

Comunicazione[modifica | modifica wikitesto]

La città era servita dalla Società di telecomunicazioni statale di San Paolo (COTESP), che nel 1974 costruì la centrale telefonica ancora utilizzata. Nel 1975 ha iniziato ad essere assistito da Telecomunicações de São Paulo (TELESP) , fino a quando nel 1998 questa azienda è stata privatizzata e venduta a Telefônica. Nel 2012 l'azienda ha adottato il marchio Vivo per le sue operazioni di telefonia fissa.[2][3][4][5]

Turismo[modifica | modifica wikitesto]

Il comune è circondato da unità di conservazione, tra cui spiccano il Parco Statale della Caverna do Diabo e il Parco Statale Turistico dell'Alto Ribeira - PETAR , che si estende per circa 35712 ettari e contiene il prezioso patrimonio naturale, composto da siti speleologici e paleontologici , archeologico e storico, oltre alla grande diversità biologica caratteristica della Foresta Atlantica conservata in tutta la sua estensione. Nel 1999, questa regione è stata riconosciuta come Patrimonio dell'Umanità da parte dell'UNESCO.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (PT) Scheda del comune dall'IBGE - Censimento 2010, su cod.ibge.gov.br. URL consultato il 29 settembre 2015.
  2. ^ TELESP servirà altre 86 città nello stato., su acervo.folha.com.br.
  3. ^ Beni di COTESP incorporati da TELESP., su imprensaoficial.com.br.
  4. ^ La nostra storia., su ri.telefonica.com.br.
  5. ^ Telefônica conclude lo scambio di marchio con Vivo., su g1.globo.com.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN130173663 · LCCN (ENn79072996
Brasile Portale Brasile: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Brasile