Io e la vacca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Io e la vacca
GoWest.JPG
Una scena del film
Titolo originale Go West
Paese di produzione USA
Anno 1925
Durata 69 min
Colore B/N
Audio muto
Genere commedia
Regia Buster Keaton
Soggetto Buster Keaton, Lex Neal[1]
Sceneggiatura Raymond Cannon[2]
Produttore Joseph M. Schenck
Fotografia Bert Haines, Elgin Lessley
Scenografia Fred Gabourie
Interpreti e personaggi

Io e la vacca (Go West) è un film del 1925 diretto e interpretato da Buster Keaton.

Conosciuto in Italia anche come Andate al West, è il primo film di Keaton senza i collaboratori che lo avevano accompagnato nelle pellicole precedenti: Jean Havez, Clyde Bruckman e Joseph Mitchell.

Esiste una versione ridotta di 55 mn., generalmente trasmessa sul piccolo schermo[3].

Nel 1995 il chitarrista Bill Frisell pubblicò il suo sesto album Go West: Music for the Films of Buster Keaton con musiche di accompagnamento al film di Keaton[4].

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un giovane solitario e senza soldi, Friendless (Senzamici), si avvia verso il Far West in cerca di fortuna: caduto dal treno, si ritrova nel mezzo al deserto. Riesce a raggiungere un ranch, dove viene assunto per accudire il bestiame. Qui incontra la mucca Brown-eyes che diventa la sua migliore amica. Quando il proprietario del ranch vende il bestiame, Friendless non potendo accettare che Brow-eyes finisca al macello, tenta in vari modi di salvarla e finisce con l'imbarcarsi sul treno che sta trasportando il bestiame a Los Angeles. Giunti in stazione, Friendless libera Brow-eyes e le altre mucche che invadono la città. Il propietario del ranch viene avvertito che nessun capo del bestiame è giunto a destinazione ed egli rischia così la rovina. Parte immediatamente per Los Angeles insieme a sua figlia e arriva giusto in tempo per vedere Friendless riportare il bestiame nel recinto. Salvato dalla rivona, il propietario del rach è disposto a concedere a Friendless qualsiasi cosa vorrà chiedergli. "Lei", risponde Friedless e il propietario del Ranche crede per un momento che si tratti di sua figlia la quale si trova proprio accanto al ragazzo. Ma è Brow-eyes che Friendless chiede come ricompensa.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

  • (...) forse, il solo film in cui con discrezione pudica si avvicina al pathos di Chaplin"[5]
  • (...) "il ritorno al West, ai grandi spazi naturali, gli permette di giocare ampiamente su certi gag di sproporzione (il deserto troppo grande, il protagonista troppo piccolo)" [6].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Scheda IMDb
  2. ^ Cremonini, p. 101
  3. ^ P. Mereghetti, Il Mereghetti Dizionario dei film 2002, Baldini & Castoldi, Milano ottobre 2001, pag. 1070
  4. ^ Nonesuch.com - Go West: Music for the Films of Buster Keaton
  5. ^ M. Morandini - Il Morandini 2003 - Dizionario dei film, Zanichelli, Bologna ottobre 2002, p. 686
  6. ^ Cremonini, p. 57.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Jean-Pierre Coursodon, Buster Keaton, Parigi, Lherminier 1986
  • Giorgio Cremonini, Buster Keaton, Milano, Il Castoro cinema, 1996.ISBN
  • Buster Keaton, Memorie a rotta di collo, Milano, Feltrinelli, 1995, ISBN 88-07-81354-8.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità GND: (DE4391891-8
Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema