Investimenti stranieri nella Repubblica Popolare Cinese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Gli Investimenti stranieri nella Repubblica Popolare Cinese sono tutti quei tipi di partecipazione economica di soggetti esteri allo Stato ed i privati cinesi. Vengono considerati cittadini esteri anche cinesi non residenti in Cina e gli abitanti di Macao, Hong Kong e Taiwan.

Fino agli '80 questo tipo di attività economica era impensabile all'interno della Cina in quanto l'economia nazionale era fortemente statalizzata e chiusa verso l'esterno. A seguito della teoria del Socialismo di mercato di Deng Xiaoping c'è stata una sensibile e costante apertura della Cina nei confronti dei mercati esteri, culminato con l'ingresso della stessa al WTO, e degli investitori esteri nei mercati interni.

A causa dell'evoluzione storico-politica cinese tuttavia questo fenomeno è molto complesso e particolare. Oltre alle continue ingerenze del potere pubblico sotto forma di controlli e autorizzazioni, salvo in un caso ogni investitore straniero dovrà comunque cercare un partner cinese e molte volte anche una società cinese sponsor per ottenere delle autorizzazioni.

Tipologie[modifica | modifica wikitesto]

Foreign Invested Commercial Enterprise[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Foreign Invested Commercial Enterprise.

Foreign Invested Company Limited by Shares[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Foreign Invested Company Limited by Shares.

Joint-venture[modifica | modifica wikitesto]

La Joint-venture è entrata regolarmente nel panorama degli investimenti esteri nel mercato cinese ed è stata la prima a comparire nel 1979. Il legislatore cinese ha fatto innanzitutto la distinzione tra Equity JV e Cooperative JV. Il secondo tipo è più elastico in termini di capitale da versare e di quote sociali. La Equity JV ha requisiti molto ferrei come il termine massimo di membri, massimo 50, e le quote minime massime per l'investitore straniero, rispettivamente 25% e 50% (anche se la massima non è sempre prevista). La CJV, più flessibile ma meno diffusa, può essere pura ed ibrida: nel secondo caso sia avvicina ad una EJV in quanto ha il capitale sociale limitato e deve avere autonomia patrimoniale perfetta.

Wholly Foreign Owned Enterpries[modifica | modifica wikitesto]

La WFOE è l'unico tipo di società prevista dall'ordinamento cinese che può operare nel mercato e nel territorio della Cina senza avere un partner cinese. Il capitale è, ovviamente, totalmente straniero e, a causa della sua composizione totalmente straniera, la società può operare solo in settori del mercato previsti dalla legge. Può avere un amministratore unico al contrario delle altre figure.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]