Internazionali d'Italia 1983

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Internazionali d'Italia 1983
Sport Tennis pictogram.svg Tennis
Data 2 maggio - 8 maggio (donne)
16 maggio - 5 giugno (uomini)
Edizione 40a
Superficie Terra rossa
Campioni
Singolare maschile
Stati Uniti Jimmy Arias
Singolare femminile
Ungheria Andrea Temesvári
Doppio maschile
Paraguay Francisco González / Paraguay Víctor Pecci
Doppio femminile
Romania Virginia Ruzici / Regno Unito Virginia Wade
Left arrow.svg 1982 1984 Right arrow.svg

Gli Internazionali d'Italia 1983 sono stati un torneo di tennis giocato sulla terra rossa. È stata la 40ª edizione degli Internazionali d'Italia, che fa parte del Volvo Grand Prix 1983 e del Virginia Slims World Championship Series 1983. Il torneo maschile si è giocato al Foro Italico di Roma in Italia, quello femminile nello Junior Tennis Perugia di Perugia.

Campioni[modifica | modifica wikitesto]

Singolare maschile[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Internazionali d'Italia 1983 - Singolare maschile.

Stati Uniti Jimmy Arias ha battuto in finale Spagna José Higueras 6–2, 6–7, 6–1, 6–4

Singolare femminile[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Internazionali d'Italia 1983 - Singolare femminile.

Ungheria Andrea Temesvári ha battuto in finale Stati Uniti Bonnie Gadusek 6–1, 6–0

Doppio maschile[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Internazionali d'Italia 1983 - Doppio maschile.

Paraguay Francisco González / Paraguay Víctor Pecci hanno battuto in finale Svezia Jan Gunnarsson / Stati Uniti Mike Leach 6–4, 6–2

Doppio femminile[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Internazionali d'Italia 1983 - Doppio femminile.

Romania Virginia Ruzici / Regno Unito Virginia Wade hanno battuto in finale Argentina Ivanna Madruga / Francia Catherine Tanvier 7–6(5), 1–6, 6–4

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]