Interleuchine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Interleuchina)
Jump to navigation Jump to search
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

Le interleuchine sono proteine secrete da cellule del sistema immunitario (Linfociti, cellule NK, fagociti, cellule dendritiche) e, in alcuni casi, anche da cellule endoteliali e cellule epiteliali, durante la risposta immunitaria. il termine interleukina non deriva da inter leucociti come si potrebbe interpretare ma dal nome della citta di Interlaken dove un gruppo di ricercatori riuniti in una birreria conio'questo nome in omaggio alla città.( citato da Alberto Mantovani Alla ricerca del se:lo stato dell arte in immunologia di base .in Immunologia La scienza della resistenza naturale.Tessere .SISSA LIS laboratorio interdisciplinare

Funzioni[modifica | modifica wikitesto]

Grazie alla secrezione di interleuchine le cellule del sistema immunitario possono regolare l'attività di altre cellule, innescando uno dei più importanti meccanismi di comunicazione cellulare a livello del sistema immunitario. La loro azione può essere autocrina, paracrina e, in rari casi, endocrina.

Tipologia[modifica | modifica wikitesto]

Al 2011 sono note 35 forme di interleuchine (più diversi trascritti alternativi per alcune di esse).

  • Interleuchina-1, ha la funzione di attivazione di particolari tipi di cellule e stimola la sintesi di linfochine. La sua secrezione regola l'alta temperatura corporea (febbre) quando l'organismo combatte i batteri che infettano le ferite.[1] Attualmente si sta studiando come poter utilizzare le sue funzioni anche contro la proliferazione tumorale.
  • Interleuchina-2, viene impiegato nei laboratori per clonare le cellule T, tramite studi clinici hanno testato la sua utilità contro le forme tumorali, ma comporta una tossicità troppo elevata a fronte di risultati modesti. Garantisce l'espansione clonale dei linfociti T ed il differenziamento e la sopravvivenza dei linfociti T regolatori
  • Interleuchina-3, fra i suoi compiti favorisce la crescita dei mastociti
  • Interleuchina-4, definito anche in letteratura fattore-1 stimolante le cellule B (Linfociti B), (per la sua attività di fattore di crescita per tali cellule) ha una funzione particolare: stimola o sopprime le cellule progenitrici ematopoietiche. Sempre nei Linfociti B induce "switch isotipico" verso IgE. Inibisce attivazione Macrofagi. Promuove differenziamento dei Ly Th0 verso Ly Th2 (ed inibisce differenziamento verso Linfociti Th1)
  • Interleuchina-5, fra i suoi compiti stimola le cellule B (a sintetizzare IgA), media maturazione e adesione degli eosinofili alla parete sanguigna ed inoltre potenzia la loro attività. Essa viene prodotta dalle cellule T helper 2, dalle mastcellule, dagli eosinofili e da cellule tessutali.
Struttura della forma umana dell'Interleuchina-5. (da Protein Data Bank)

Patologie correlate[modifica | modifica wikitesto]

Alcuni disordini dell'omeostasi delle interleuchine hanno un ruolo eziopatogenico in diverse malattie, scoperte negli ultimi anni:

Farmaci[modifica | modifica wikitesto]

Fra i principi attivi utilizzati per combattere le varie malattie che insorgono per uno scompenso delle interluchine, vengono utilizzati i farmaci immunoterapici:[18]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dizionario De Agostini [collegamento interrotto], su humanitasonline.com.
  2. ^ BIOLOGIA MOLECOLARE DELLA CELLULA – III edizione italiana Zanichelli (PDF), su biologia.unige.it. URL consultato il 19-07-2008.
  3. ^ Kiessling S, Muller-Newen G, Leeb SN, Hausmann M, Rath HC, Strater J, Spottl T, Schlottmann K, Grossmann J, Montero-Julian FA, Scholmerich J, Andus T, Buschauer A, Heinrich PC, Rogler G., Functional expression of the interleukin-11 receptor alpha-chain and evidence of antiapoptotic effects in human colonic epithelial cells., in J Biol Chem., vol. 279, 2004, pp. 10304-10315.
  4. ^ Le cellule natural killer (NK) hanno la capacità di uccidere cellule neoplastiche soltanto se vengono precedentemente stimolate, normalmente vengono attivate da altri mediatori gli interferoni
  5. ^ Zhang C, Zhang J, Niu J, Zhou Z, Zhang J, Tian Z., Interleukin-12 improves cytotoxicity of natural killer cells via upregulated expression of NKG2D., in Hum Immunol., luglio 2008.
  6. ^ Tanabe S, Kinuta Y, Saito Y., Int J Mol Med., 2008.
  7. ^ Schmitz J, Owyang A, Oldham E, Song Y, Murphy E, McClanahan TK, Zurawski G, Moshrefi M, Qin J, Li X, Gorman DM, Bazan JF, Kastelein RA., IL-33, an interleukin-1-like cytokine that signals via the IL-1 receptor-related protein ST2 and induces T helper type 2-associated cytokines., in Immunity., vol. 23, 2005, pp. 479-490..
  8. ^ Abul K. Abbas e Andrew H. Lichtman, Basic Immunology, Elsevier, 2011, pp. 131–151, ISBN 9781416055693.
  9. ^ Abul K. Abbas e Andrew H. Lichtman, Basic Immunology, Elsevier, 2011, pp. 131–151, ISBN 9781416055693. URL consultato il 9 luglio 2018.
  10. ^ Kapessidou P, Poulin L, Dumoutier L, Goldman M, Renauld JC, Braun MY., Is Interleukin-22 deficiency accelerates the rejection of full major histocompatibility complex-disparate heart allografts., in Transplant Proc., vol. 40, giugno 2008, pp. 1593-1597.
  11. ^ Yoshida H, Miyazaki Y., Interleukin 27 signaling pathways in regulation of immune and autoimmune responses., in Int J Biochem Cell Biol., giugno 2008.
  12. ^ http://www.nature.com/leu/journal/vaop/ncurrent/full/leu2011158a.html
  13. ^ Belazarian L., New insights and therapies for teenage psoriasis., in Curr Opin Pediatr., 2008.
  14. ^ Renauld JC., Role of interleukin-9 in asthma and allergic reactions, in Bull Mem Acad R Med Belg., vol. 162, 2007, pp. 275-82.
  15. ^ Liu W, Tang Q, Jiang H, Ding X, Liu Y, Zhu R, Tang Y, Li B, Wei M., Promoter Polymorphism of Interleukin-18 in Angiographically Proven Coronary Artery Disease., in Angiology., 2008.
  16. ^ Li HH, Hsu YH, Wei CC, Lee PT, Chen WC, Chang MS., Interleukin-20 induced cell death in renal epithelial cells and was associated with acute renal failure., in Genes Immun.., maggio 2008.
  17. ^ Emilie D., Interleukin 10 in disseminated lupus erythematosus, in J Soc Biol., vol. 196, 2002, pp. 19-21.
  18. ^ Research Laboratories Merck, The Merck Manual quinta edizione pag 1407-1408, Milano, Springer-Verlag, 2008, ISBN 978-88-470-0707-9.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Douglas M. Anderson, A. Elliot Michelle, Mosby’s medical, nursing, & Allied Health Dictionary sesta edizione, New York, Piccin, 2004, ISBN 88-299-1716-8.
  • Renzo Dionigi, Chirurgia basi teoriche e Chirurgia generale, Milano, Elsevier-Masson, 2006, ISBN 978-88-214-2912-5.
  • Research Laboratories Merck, The Merck Manual quinta edizione, Milano, Springer-Verlag, 2008, ISBN 978-88-470-0707-9.
  • Abul K. Abbas, Andrew H. Lichtmann, Le basi dell'immunologia, Fisiopatologia del Sistema Immunitario, Vicenza, Elsevier-Masson, 2006, ISBN 88-85675-85-9.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]