Inter Fútbol Sala

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da InterMovistar Alcalá)
Inter Fútbol Sala
Calcio a 5 Futsal pictogram.svg
Campione d'Europa in carica Campione d'Europa in carica
Campione della  Spagna in carica Campione della Spagna in carica
Detentore della Coppa della Spagna
Boomerang Interviú FS.png
La Máquina Verde
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali 600px horizontal HEX-09872C White.svg Bianco · verde
Dati societari
Confederazione UEFA
Paese Spagna Spagna
Federazione Flag of Spain.svg LNFS
Città Alcalá de Henares
Fondazione 1977
Presidente Spagna Manuel Saorín Piñera
Allenatore Spagna Jesús Velasco
Palmarès
10 Liga spagnoleLiga spagnola10 Coppe del Re10 Supercoppe spagnoleSupercoppa spagnola
Titoli di Spagna 11
Trofei nazionali 10 Coppe di Spagna
11 Supercoppe di Spagna
Trofei internazionali 4 Coppe Uefa
5 Coppe Intercontinentali
Impianto
Caja Madrid de Alcalá de Henares
4 500 posti
Contatti
C/ Condado de Treviño nº 34, 1º A (28033-Madrid)
www.interviufs.com

L'Inter Fútbol Sala è una della più prestigiose squadre spagnole di calcio a 5. Fondata nel 1977 con il nome di Hora XXV, ha al suo attivo ben sedici titoli nazionali e nove coppe di Spagna, vinte dapprima nel campionato FFS e successivamente nella LNFS. La formazione madrilena inoltre è una delle più titolate a livello internazionale, avendo conquistato quattro Coppe UEFA e cinque Coppe Intercontinentali.

Storia del club[modifica | modifica wikitesto]

Fondazione e primi trionfi[modifica | modifica wikitesto]

Il club Hora XXV venne fondato nel 1977 con lo scopo di giocare partite benefiche e di esibizione, per presentare in Spagna il calcio a 5, già diffuso in Sud America e che in Europa muoveva i suoi primi passi. Ne facevano parte giocatori quali José María García, Ufarte, Adelardo, Amancio, Peinado, Goyanes, Paco García.

In quegli anni andava formandosi anche il primo organismo di governo della disciplina; la FEF disputò il suo primo campionato nella stagione 1978-79. In tale stagione l'Hora XXV guadagnò il diritto a giocare la prima divisione per l'anno seguente. Nel 1979-1980 alla sua prima stagione di massimo campionato, con il nome di Interviú Hora XXV e il patrocinio delle Ediciones Zeta, vinse il suo primo campionato.

Interviú Lloyd's[modifica | modifica wikitesto]

Il dominio sul campionato spagnolo, per la compagine in maglia verde, durò anche le successive due stagioni. A partire dal 1981-1982 la squadra variò denominazione in Interviú Lloyd's, dando avvio ad un binomio decennale ricchissimo di soddisfazioni a partire appunto dal campionato di quella stagione, vinto con il patrocinio del El Corte Inglés, e seguito da altri sei titoli nazionali e tre coppe di Spagna. In questi anni per l'Interviú si registra anche una finale prestigiosissima, sotto l'egida della FIFUSA partecipa alla finale del campionato mondiale per club, battuto di misura 2-1 dai brasiliani del Bradesco.

Nel momento in cui la gestione del calcio a 5 passò alla LNFS, l'Interviú non perse il suo smalto di dominatrice, conquistando anche i titoli 1989-1990 e 1990-1991, la coppa di Spagna del 1990 e le due Supercoppe del 1990 e del 1991; ma anzi diede al suo prestigio un valore finalmente internazionale vincendo l'European Champions Tournament del 1991.

Boomerang Interviú[modifica | modifica wikitesto]

All'inizio della stagione 1991-1992 la squadra, con la collaborazione di El Corte Inglés e Grupo Zeta, cambia denominazione in Interviú Boomerang, questo binomio rimarrà, con fasi alterne sino alla fine della stagione 2006-2007. L'iniziale denominazione non porta molti allori, sino alla stagione 1995-1996 con il campionato, la coppa e la successiva supercoppa di Spagna. L'innalzamento del livello del futsal spagnolo e soprattutto europeo ha fatto sì che il Boomerang non riuscisse più a fare incetta di titoli a partire dalla seconda parte degli anni 1990. CLM Talavera, ElPozo Murcia Turística, Caja Segovia Fútbol Sala e Playas de Castellón hanno tenuto la squadra madrilena lontana dal titolo sino alla stagione 2001-2002.

Il ritorno in auge del Boomerang è stato comunque tra i più forti, dando vita ad un ciclo aureo che si è riflettuto anche all'esterno dei confini spagnoli e sulla stessa nazionale spagnola a cui il club ha passato molti suoi giocatori. Tra il 2001 ed il 2007 sono finiti in bacheca quattro campionati di Spagna, cinque Coppe di Spagna, quattro Supercoppe, due UEFA Futsal Cup, tre edizioni della Coppa Intercontinentale di calcio a 5 ed una Copa Ibérica.

In mezzo a questa miriade di titoli, nel corso della stagione 2002-2003 il Boomerang è riuscito in una impresa difficilmente ripetibile, ovvero vincere tutti i trofei a disposizione: Campionato, Coppa nazionale, Supercoppa nazionale, Coppa Iberica e Futsal Cup.

Il trentennale e i nuovi successi internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Il Boomerang, di gran lunga la formazione più titolata di Spagna e tra le più titolate a livello mondiale, non è riuscito a festeggiare in modo degno il trentennale della sua fondazione: dopo una prima incoraggiante riconferma a campione del mondo nell'Intercontinentale contro il Malwee/Jaraguá battuto per 3-1 a Portimao in Portogallo, durante la stagione 2006-2007 si è fatta sfuggire la UEFA Futsal Cup sconfitta in finale per 2-1 dalla MFK Dinamo Moskva a Murcia, ed è stata sconfitta anche durante la finale del Campionato Spagnolo dal Murcia che ha battuto i castigliani per 8-7 a Henares e per 3-2 nuovamente a Murcia.

Il 2008 invece si è dimostrato ricco di soddisfazioni già nei primi mesi: l'Interviù Fadesa, così ridenominato all'inizio della stagione 2007-2008 ha vinto la Supercoppa 2007 battendo il Murcia per 6-4, il 27 gennaio 2008 ha poi battuto i connazionali del Lobelle de Santiago Fútbol Sala per 6-4 a Niš in Serbia conquistando la sua prima Coppa delle Coppe di calcio a 5. Il 9 aprile, infine, i castigliani si sono confermati per la quarta volta consecutiva campioni del mondo battendo il Malwee/Jaraguá per la quarta volta nelle ultime quattro edizioni.

Nella stagione 2008/2009 la Máquina Verde ha poi collezionato la sua terza Futsal Cup battendo nettamente i campioni uscenti del MFK Viz-Sinara Ekaterinburg, raggiungendo la finale del campionato seppur battuti dai rivali del Murcia con un secco 2-0 nella serie finale. La successiva stagione invece segna uno dei punti più bassi dello straordinario cammino dei verdi castigliani: non giungono alla finale della Supercoppa, mancano la Coppa di nuovo ad appannaggio del Murcia, e nella concentrazione per l'obiettivo della riconferma a campioni d'Europa perdono terreno con la prima piazza, ancora di colore murciano.

Nella final four di UEFA Cup a Lisbona si sbarazzano degli azeri dell'Araz in semifinale e giungono all'atto finale contro i padroni di casa del Benfica che, sostenuti dall'impianto pieno, battono gli spagnoli e conquistano la loro prima storica coppa. Il contraccolpo sull'Interviù è talmente forte che la squadra castigliana esce immediatamente anche dai playoff per il titolo, sconfitti dal MRA Navarra giunto settimo nella stagione regolare.

Denominazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • dal 1977 al 1979: Hora XXV
  • dal 1979 al 1981: Interviú Hora XXV
  • dal 1981 al 1991: Interviú Lloyd's
  • dal 1991 al 1996: Interviú Boomerang
  • dal 1996 al 1999: Boomerang Interviú
  • Stagione 1999/2000 : Airtel Boomerang
  • dal 2000 al 2002 : Antena3 Boomerang
  • dal 2002 al 2007 : Boomerang Interviú
  • Stagione 2007/2008: Interviú Fadesa
  • dal 2008 : InterMovistar Alcalá

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

Numero Nome Nome completo Ruolo Nazione
1 J. Herrero Jesús Herrero Parrón Portiere Spagna
15 Álex González Alejandro González Pérez Portiere Spagna
28 Denis Denis Rincón Palacios Portiere Spagna
4 Lolo Manuel Urbano Cañete Difensore Spagna
14 Rafael Rafael França Bezerra Difensore Brasile Italia
23 Ortiz Carlos Ortiz Jiménez Difensore Spagna
6 Daniel Daniel Shiraishi Rollemberg Laterale Brasile
7 Pola Adrián Alonso Pereira Laterale Spagna
8 Rivillos Mario Rivillos Plaza Laterale Spagna
10 Ricardinho Ricardo Filipe da Silva Braga Laterale Portogallo
12 Borja Borja Díaz Torres del Molino Laterale Spagna
13 Darlan Darlan Henrique Lopes Laterale Brasile
20 David David Pazos Fuentes Laterale Spagna
31 Gadeia Fabricio Bastezini Laterale Brasile
3 Humberto Francisco Humberto de Araujo Alves Pivot Brasile
11 Taffy Bruno Nogueira Aguiar Pivot Spagna

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

1989-90, 1990-91, 1995-96, 2001-02, 2002-03, 2003-04, 2004-05, 2007-08, 2013-14, 2014-15, 2015-16, 2016-17
1989-90, 1995-96, 2000-01, 2003-04, 2004-05, 2006-07, 2008-09, 2013-14, 2015-16, 2016-2017
1990, 1991, 1996, 2001, 2002, 2003, 2005, 2007, 2008, 2011, 2015
2003-04, 2005-06, 2008-09, 2016-17
1990-91
2007-08
2005, 2006, 2007, 2008, 2011

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio