Innico d'Avalos d'Aragona

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Innico d'Avalos d'Aragona, O.S.
cardinale di Santa Romana Chiesa
Cardinalbishop.svg
Nato 1536, Napoli
Consacrato vescovo 1566
Creato cardinale 26 febbraio 1561 da papa Pio IV
Deceduto 20 febbraio 1600, Roma

Innico d'Avalos d'Aragona, o Ignazio (Napoli, 1536Roma, 20 febbraio 1600), è stato un cardinale e vescovo cattolico italiano.

Appartenente ad una delle più nobili famiglie del Regno di Napoli, era figlio di Alfonso d'Avalos d'Aquino d'Aragona, marchese del Vasto e di Pescara, e di Maria d'Aragona di Montalto. In Spagna, altro cardinale membro di questa famiglia è stato Gaspar Dávalos de la Cueva.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Stemma della famiglia d'Avalos

Prima di intraprendere la carriera ecclesiastica, si dedicò a quella amministrativa, arrivando a ricoprire la carica di Cancelliere del Regno.

Dopo la sua ordinazione sacerdotale, papa Pio IV lo innalzò alla dignità cardinalizia nel concistoro del 26 febbraio 1561: fu dapprima cardinale diacono di Santa Lucia in Silice, poi di Sant'Adriano al Foro.

Il 3 gennaio 1563 fu nominato arcivescovo di Torino, mentre nel 1565 Papa Pio V lo assegnò alla sede di Mileto, che lasciò nel 1573 per tornare all'amministrazione dello Stato Pontificio: fu infatti nominato governatore della città di Benevento.

Promosso all'ordine dei presbiteri, ebbe il titolo di San Lorenzo in Lucina.

Dal 1578 al 1579 fu Camerlengo del Sacro Collegio.

Fu cardinale-vescovo delle sedi suburbicarie di Sabina, poi di Frascati e infine di Porto.

Morì a Roma e fu sepolto nella basilica di Santa Maria sopra Minerva.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]