Inia boliviensis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Delfino boliviano
Dauphinrose bolivie
Inia boliviensis
Stato di conservazione
Status none NE.svg
Specie non valutata
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Cetacea
Sottordine Odontoceti
Famiglia Iniidae
Genere Inia
Specie I. boliviensis
Nomenclatura binomiale
Inia boliviensis
d'Orbigny, 1834
Areale

Areale in viola
Cetacea range map Amazon River Dolphin.PNG

Il delfino boliviano (Inia boliviensis (d'Orbigny, 1834)) è un delfino di fiume endemico della Bolivia.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Per molto tempo è stato considerato solo una sottospecie della specie Inia geoffrensis. Studi genetici hanno dimostrato che si tratta di una specie distinta, che sono isolate geneticamente e fisicamente da cascate insuperabili per qualsiasi delfino [1]. Comunque, alcune pubblicazioni (inclusa l'IUCN) continuano a considerarlo una sottospecie[2]. Uno studio della sequenza del DNA mitocondriale ha stimato che il tempo di divergenza dalla Inia geoffrensis è di circa 2,9 milioni di anni[3].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Si differenzia dalle altre specie per il maggior numero di denti, le dimensioni maggiori e una cavità cranica minore [4]. Gli studi sulla sua biologia sono scarsi. In uno di questi è stato esaminato il contenuto gastrico di due cadaveri nei quali si sono trovate almeno 12 specie di pesci appartenenti a 4 famiglie: Doradidae (67%), Eptapteridae (17%), Auchenipteridae (8%) e Characidae (8%)[5].

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Si trova nella parte alta del bacino del fiume Madeira (In Bolivia). È ristretta al fiume Mamoré e al suo principale affluente (fiume Guaporé), includendo la zona bassa dei suoi tributari fra i 100 e i 300 m s.l.m.. La sottospecie pare che si sia isolata dalle altre a causa dei 400 km di rapide tra Porto Velho fino alla Riberalta sul fiume Beni in Bolivia [6].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Martínez-Agüero, M., S. Flores-Ramírez, and M. Ruiz-García, First report of major histocompatibility complex class II loci from the Amazon pink river dolphin (Genus Inia) (PDF), in Genetics and Molecular Research, vol. 5, 2006, 421-431. URL consultato il 15 marzo 2015 (archiviato dall'url originale il 26 settembre 2011).
  2. ^ Reeves, R.R., Jefferson, T.A., Karczmarski, L., Laidre, K., O’Corry-Crowe, G., Rojas-Bracho, L., Secchi, E.R., Slooten, E., Smith, B.D., Wang, J.Y. & Zhou, K., Inia geoffrensis, su iucnredlist.org, 2008. URL consultato il 13 marzo 2015.
  3. ^ Tomas Hrbek; Vera Maria Ferreira da Silva; Nicole Dutra; Waleska Gravena; Anthony R. Martin; Izeni Pires Farias, A New Species of River Dolphin from Brazil or: How Little Do We Know Our Biodiversity, in PLOS ONE, vol. 9, 2014.
  4. ^ Enzo Aliaga-Rossel, Situación actual del delfín de río (Inia geoffrensis) en Bolivia, in Ecologia en Bolivia, vol. 38, 2003, 167-177.
  5. ^ Enzo Aliaga-Rossel, Stomach Content of a Juvenile Bolivian River Dolphin (Inia geoffrensis boliviensis) from the Upper Madeira Basin, Bolivia, in Aquatic Mammals, vol. 20, 2010.
  6. ^ Rice DW, Marine mammals of the world: systematics and distribution, Society for Marine Mammalogy, Special Publication Number 4, 1998, p. 231, ISBN 1891276034.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi