Infinity Engine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Infinity Engine
Infinity in azione su Planescape: Torment.
Infinity in azione su Planescape: Torment.
SviluppatoreBioWare
Data prima versione30 novembre 1998; 19 anni fa[1]
Sistema operativoMultipiattaforma
Linguaggio
GenereMotore grafico
LicenzaSoftware proprietario[2]
Sito web

L'Infinity Engine è un motore grafico sviluppato dalla software house canadese BioWare, creato per supportare il videogioco di ruolo Baldur's Gate.[2][3]

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

L'Infinity è stato concepito da BioWare, in principio, come pilastro per una complessa tech demo nota come Battleground Infinity, che sarebbe poi divenuta Baldur's Gate, nella sua forma completa.[2] Il motore grafico è mosso dalle API di OpenGL[2] ed è stato creato appositamente per i videogiochi di ruolo, infatti, è basato su una costruzione dello scenario in visuale isometrica, con sfondi in pre-rendering 2D e personaggio giocante e PNG basati su sprite.[2][3]

Nel dicembre 2000, dopo il rilascio di Baldur's Gate II: Shadows of Amn, Ray Muzyka decise di intraprendere lo sviluppo ed il rilascio di una patch, sui giochi BioWare, per portare l'Infinity a supportare la più alta risoluzione di 800×600 pixel.[4] L'ultimo videogioco di ruolo ad utilizzare Infinity fu Icewind Dale II, nel 2002;[5] fino a quando nel 2016, a distanza di 17 anni dalla pubblicazione del gioco originale, è stata rilasciata l'espansione Siege of Dragonspear per Baldur's Gate, che utilizza appunto il medesimo motore grafico.[6]

La naturale evoluzione di Infinity è stato l'Aurora Engine che BioWare ha utilizzato per la prima volta nel 2002 con Neverwinter Nights.[7]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Baldur's Gate, su GameFaqs. URL consultato il 14 giugno 2016.
  2. ^ a b c d e (EN) Infinity Engine, su moddb.com. URL consultato il 14 giugno 2016.
  3. ^ a b (EN) Infinity Engine, su giantbomb.com. URL consultato il 14 giugno 2016.
  4. ^ Bioware, una patch alta risoluzione per i suoi RPG, su multiplayer.it, 13 dicembre 2000. URL consultato il 14 giugno 2016.
  5. ^ (EN) Icewind Dale II Review, su gamespot.com, 6 settembre 2002. URL consultato il 14 giugno 2016.
  6. ^ (EN) Baldur's Gate: Enhanced Edition Review, su gamespot.com, 14 aprile 2016. URL consultato il 14 giugno 2016.
  7. ^ (EN) Aurora Engine, su giantbomb.com. URL consultato il 14 giugno 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]