Infernetto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Infernetto
frazione
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Lazio Coat of Arms.svg Lazio
Provincia Provincia di Roma-Stemma.png Roma
Comune Roma-Stemma.png Roma Capitale
Territorio
Coordinate 41°44′08″N 12°21′38″E / 41.735556°N 12.360556°E41.735556; 12.360556 (Infernetto)Coordinate: 41°44′08″N 12°21′38″E / 41.735556°N 12.360556°E41.735556; 12.360556 (Infernetto)
Altitudine m s.l.m.
Abitanti
Altre informazioni
Cod. postale 00124
Prefisso 06
Fuso orario UTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Infernetto

Infernetto è una frazione di Roma Capitale (zona "O" 51)[1][2][3], situata in zona Z. XXX Castel Fusano, nel territorio del Municipio Roma X (ex Municipio Roma XIII).

Il toponimo indica anche la zona urbanistica 13i dell'ex Municipio Roma XIII. Popolazione della zona urbanistica: 25.823[4] abitanti.

Si estende sul lato orientale di via Cristoforo Colombo, di fronte alla zona di Casal Palocco.

Il nome attuale, così insolito, è frutto dell'uso che veniva fatto di grosse carbonaie nella zona che, impegnate per produrre lentamente carbone, producevano grandi fuochi che rendevano, viste da lontano, l'idea dell'inferno.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

L'area del quartiere include le due zone diversificate di Castelfusano e dell'Infernetto. La superficie è totalmente ubicata al lato dell'importante via di comunicazione C. Colombo e per un'estensione che va dalla tenuta di Castelfusano, estesa fino al mare, a quella del Presidente della Repubblica di Castelporziano.

La spartizione del territorio, secondo il catasto Alessandrino del 1660, divideva così la zona: Tumoletto, Quarto del Casale, Spinerba, Macchia del Guerrino, Fusano.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

Luogo sussidiario di culto della parrocchia di San Tommaso apostolo.
Progetto dell'architetto Marco Petreschi. Parrocchia eretta il 19 febbraio 1964 con il decreto del cardinale vicario Clemente Micara "Cum sanctissimus dominus". La chiesa è stata consacrata dal cardinale Agostino Vallini il 13 aprile 2013.[5]

Scuole[modifica | modifica wikitesto]

  • Istituto comprensivo Francesco Cilea, in via Francesco Cilea
  • Istituto comprensivo W.A. Mozart, in viale di Castel Porziano
  • Scuola primaria in via Bedollo
  • Scuola secondaria di primo grado in via Cles

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Zona O 51, Infernetto – Macchione.
  2. ^ Nucleo 13.04, Infernetto - Ponte Olivella.
  3. ^ Nucleo 13.08, Infernetto - Via Lotti.
  4. ^ Roma Capitale - Dipartimento risorse tecnologiche - servizi delegati - statistica. Iscritti in anagrafe al 31-12-2010.
  5. ^ Antonella Pilia e Michela Altoviti.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Roma Portale Roma: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Roma