Individualismo aperto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

L'Individualismo aperto, o teoria dell'individualità aperta dell'identità personale, è un punto di vista filosofico secondo il quale esiste un solo soggetto, numericamente identico, che è lo stesso per tutti.[1] Rappresenta una soluzione teoretica alla questione dell'identità personale.

Il termine originale in inglese "open individualism" è stato introdotto dal filosofo Daniel Kolak, per quanto idee simili siano espresse già nelle Upanishads[senza fonte], e furono proposte anche da Aristotele, Averroè e dagli averroisti latini come Sigieri di Brabante, con il nome di monopsichismo. Più recentemente la stessa idea è stata sostenuta anche da eminenti fisici come Freeman Dyson ed Erwin Schrödinger.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Daniel Kolak, I Am You: The Metaphysical Foundations for Global Ethics, Springer, 2005, ISBN 1-4020-2999-3.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]