Indemini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Indemini
frazione
Indemini – Stemma
Indemini visto dal Monte Gradiccioli
Indemini visto dal Monte Gradiccioli
Dati amministrativi
Stato Svizzera Svizzera
Cantone Wappen Tessin matt.svg Ticino
Distretto Locarno
Comune Gambarogno
Territorio
Coordinate 46°05′40″N 8°49′40″E / 46.094444°N 8.827778°E46.094444; 8.827778 (Indemini)Coordinate: 46°05′40″N 8°49′40″E / 46.094444°N 8.827778°E46.094444; 8.827778 (Indemini)
Altitudine 939 m s.l.m.
Superficie 11,32 km²
Abitanti 44 (2007;)
Densità 3,89 ab./km²
Altre informazioni
Lingue Italiano
Cod. postale 6571
Prefisso 091
Fuso orario UTC+1
Nome abitanti  
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Svizzera
Indemini
Indemini – Mappa
Sito istituzionale

1leftarrow.pngVoce principale: Gambarogno.

Indemini (pronunciato inˈdeːmini, (Indémen in dialetto ticinese)[1] in dialetto ticinese) è un ex comune del Canton Ticino, situato ai piedi del colle di Sant'Anna nella Val Veddasca che coi comuni di Caviano, Contone, Gerra (Gambarogno), Magadino, Piazzogna, San Nazzaro, Sant'Abbondio e Vira Gambarogno il 25 aprile 2010 si è fuso nel nuovo comune di Gambarogno[2].

Storia[modifica | modifica sorgente]

Nel 1800 la Confederazione svizzera aveva proposto lo scambio Indemini con Campione d'Italia, ma la questione non ebbe seguito.

Il patriziato[modifica | modifica sorgente]

Ogni famiglia originaria del luogo fa parte del cosiddetto comune patriziale ed ha la responsabilità della manutenzione di ogni bene ricadente all'interno dei confini del comune.[3]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Ottavio Lurati Nomi di luoghi e famiglie e i loro perché?... Lombardia-Svizzera-Piemonte, Varese, Pietro Macchione ec., 2011
  2. ^ Aggregazione nel nuovo comune di Gambarogno.
  3. ^ Annuario del Canton Ticino

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Siro Borrani, Il Ticino Sacro. Memorie religiose della Svizzera Italiana raccolte dal sacerdote Siro Borrani prevosto di Losone, Tip. e Libreria Cattolica di Giovanni Grassi, Lugano 1896.
  • Guglielmo Buetti, Note Storiche Religiose delle Chiese e Parrocchie della Pieve di Locarno, (1902), e della Verzasca, Gambarogno, Valle Maggia e Ascona (1906), II edizione, Pedrazzini Edizioni, Locarno 1969.
  • Bernhard Anderes, Guida d'Arte della Svizzera Italiana, Edizioni Trelingue, Porza-Lugano 1980, 150-151.
  • Flavio Maggi, Patriziati e patrizi ticinesi, Pramo Edizioni, Viganello 1997.
  • Luciano Vaccaro, Giuseppe Chiesi, Fabrizio Panzera, Terre del Ticino. Diocesi di Lugano, Editrice La Scuola, Brescia 2003, 403.
  • AA.VV., Guida d'arte della Svizzera italiana, Edizioni Casagrande, Bellinzona 2007, 155.
  • Urbano Pedroni, Stefano Vassere, (a cura di), Indemini, volume 26, Archivio di Stato, Bellinzona 2009.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


Frazioni di Gambarogno Stemma del Canton Ticino
Caviano | Contone | Gerra | Indemini | Magadino | Piazzogna | San Nazzaro | Sant'Abbondio | Vira (Gambarogno)
Locarno | Ticino | Svizzera