Inauguratio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

L'inauguratio era la cerimonia con la quale, nel diritto romano arcaico, s'invocava la protezione degli dei sul nuovo re. Il termine è ripreso dal collegio degli auguri, un corpo sacerdotale molto importante ed influente.

Quando il re moriva, dato che la monarchia non era ereditaria, bisognava eleggerne uno nuovo.

Nell'intervallo di tempo in cui bisognava individuare il nuovo rex, i senatori provvedevano ogni 5 giorni all'elezione dell'interrex, finché i patres non trovavano un accordo sul nuovo re.

Una volta individuato, egli era presentato al popolo, e successivamente si procedeva appunto all'inauguratio.

Poi si procedeva ad una delibera, la lex curiata de imperio, venuta in uso nella fase etrusco-latina della monarchia romana: essa serviva a conferire al rex l'imperium, cioè il comando militare dell'exercitus in battaglia, quindi divenne magister populi.[non chiaro]

Per il nuovo re si distingue:

  • la creatio che è la fonte dei poteri civili
  • l'inauguratio che è la fonte dei poteri religiosi
  • la lex curiata de imperio che è la fonte dei poteri militari

In particolare l'inauguratio non costituisce la semplice consultazione degli dei nazionali, ma costituisce una ricerca di individuazione del volere divino, con incremento e sacralizzazione del rex.

Il ricordo dell'inauguratio del periodo regio rimase ad indicare l'inizio del conferimento dell'imperium ai consoli e poi, con particolare solennità, nel periodo imperiale.

Il ricordo è rimasto anche nelle epoche successive: il più importante è l'Inauguration Day dei Presidenti degli Stati Uniti d'America.