In viaggio verso un sogno - The Peanut Butter Falcon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
In viaggio verso un sogno - The Peanut Butter Falcon
In viaggio verso un sogno - The Peanut Butter Falcon.png
Una scena del film
Titolo originaleThe Peanut Butter Falcon
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2019
Durata97 min
Dati tecniciColore
rapporto: 2,39:1
Genereavventura, commedia, drammatico
RegiaTyler Nilson, Michael Schwartz
SceneggiaturaTyler Nilson, Michael Schwartz
ProduttoreAlbert Berger, Christopher Lemole, Lije Sarki, David Thies, Ron Yerxa, Tim Zajaros
Produttore esecutivoCarmella Casinelli, Manu Gargi, Aaron Scotti, Tim Shriver, Michelle Sie Whitten
Casa di produzioneArmory Films, 1993, Lucky Treehouse, Nut Bucket Films, Tvacom Film and Tv
Distribuzione in italianoOfficine UBU
FotografiaNigel Bluck
MontaggioNat Fuller, Kevin Tent
MusicheZachary Dawes, Noam Pikelny, Jonathan Sadoff, Gabe Witcher
ScenografiaGabrael Wilson
CostumiMelissa Walker
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

In viaggio verso un sogno - The Peanut Butter Falcon (The Peanut Butter Falcon) è un film del 2019 scritto e diretto da Tyler Nilson e Michael Schwartz, con protagonisti Shia LaBeouf, Dakota Johnson, John Hawkes e Zack Gottsagen.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Zak, un ventiduenne con la sindrome di Down, fugge da un istituto di cura statale con l'aiuto del suo anziano compagno di stanza, con l'obiettivo di allenarsi come wrestler professionista sotto la guida del suo eroe, Salt Water Redneck. Nel frattempo Tyler, un uomo licenziato per aver catturato illegalmente dei granchi, decide di bruciare l'attrezzatura dei suoi rivali, Duncan e Ratboy, fuggendo da solo. Durante la fuga Zak e Tyler si incontrano e intraprendono un viaggio verso la scuola di wrestling del Salt Water Redneck, in North Carolina. La custode di Zak alla casa di cura, Eleanor, si mette sulle tracce di Zak, per trovarlo e riportarlo sano e salvo alla struttura.

Durante il viaggio Zak e Tyler diventano amici. Tyler insegna a Zak varie cose, tra cui come usare una pistola, e alla fine assume il ruolo di suo allenatore, mettendolo in forma e preparandolo per la sua formazione nel wrestling. Alla fine, dopo aver percorso il primo pezzo a piedi, i due costruiscono una zattera e iniziano a viaggiare sull'acqua. Eleanor li trova, ma - dopo aver appreso che il suo capo intende rinchiudere Zak in un altro istituto, dalle norme più severe - si unisce a loro per viaggiare verso sud. Una notte, Duncan e Ratboy raggiungono il trio e Zak li difende con un fucile.

Quando raggiungono Ayden, in North Carolina, Tyler viene a sapere che Salt Water Redneck si è ritirato e ha chiuso la scuola, ma lo convince a resuscitare il suo alter ego per Zak. Salt Water allena Zak come lottatore, inserendolo in un programma di lotta locale. Quando il combattimento ha luogo, l'avversario di Zak, Sam, non si trattiene e comincia a infierire sull'uomo; mentre Tyler tenta di intervenire, Duncan e Ratboy arrivano, e Duncan colpisce Tyler sulla testa con una chiave inglese, facendogli perdere i sensi, proprio mentre Zak riesce a sollevare Sam e a buttarlo con forza fuori dal ring. Il film termina con i tre, Tyler, Eleanor e Zak, stanno entrando in Florida, implicando l'inizio di una nuova vita per loro tre come famiglia.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il progetto prende vita nel giugno 2017, quando Shia LaBeouf, Dakota Johnson e Bruce Dern sono entrati a far parte del cast.[1]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il primo trailer del film viene diffuso il 20 giugno 2019.[2]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La pellicola è stata presentata al South by Southwest il 9 marzo 2019[3] e distribuita nelle sale cinematografiche statunitensi a partire dal 9 agosto 2019,[4] mentre in quelle italiane dal 12 marzo 2020.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Sull'aggregatore Rotten Tomatoes il film riceve il 97% delle recensioni professionali positive, con un voto medio di 7,71 su 10 basato su 63 critiche,[5] mentre su Metacritic ottiene un punteggio di 67 su 100 basato su 20 critiche.[6]

Grant Hermanns, critico di ComingSoon.net, posiziona il film al decimo posto tra i miglior del 2019, mentre Maggie Dela Paz dello stesso sito lo posiziona al quinto posto.[7]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Anita Busch, Dakota Johnson, Bruce Dern Joining ‘The Peanut Butter Falcon’ With T-Bone Burnett Soundtrack, su deadline.com, 14 giugno 2017. URL consultato l'8 agosto 2019.
  2. ^ Filmato audio RoadsideFlix, The Peanut Butter Falcon - Official Trailer - Roadside Attractions, su YouTube, 20 giugno 2019. URL consultato l'8 agosto 2019.
  3. ^ (EN) Gregg Kilday, SXSW: Olivia Wilde, Seth Rogen, Charlize Theron and Matthew McConaughey to Premiere New Work, su The Hollywood Reporter, 16 gennaio 2019. URL consultato l'8 agosto 2019.
  4. ^ (EN) Patrick Hipes, SXSW Audience Winner ‘The Peanut Butter Falcon’ Acquired By Roadside Attractions For Summer Bow, su deadline.com, 15 maggio 2019. URL consultato l'8 agosto 2019.
  5. ^ (EN) In viaggio verso un sogno - The Peanut Butter Falcon, su Rotten Tomatoes, Fandango Media, LLC. URL consultato il 16 agosto 2019. Modifica su Wikidata
  6. ^ (EN) In viaggio verso un sogno - The Peanut Butter Falcon, su Metacritic, Fandom, Inc. URL consultato il 16 agosto 2019. Modifica su Wikidata
  7. ^ (EN) Max Evry, ComingSoon’s Top 10 Films of 2019!, su comingsoon.net, 26 dicembre 2019. URL consultato il 1º gennaio 2020.
  8. ^ (EN) Anthony D'Alessandro, ‘The Irishman’ Named Best Film By National Board Of Review, Quentin Tarantino Wins Best Director, su deadline.com, 3 dicembre 2019. URL consultato il 3 dicembre 2019.
  9. ^ (EN) Rosemary Rossi, ‘Running With Beto,’ Shia LaBeouf’s ‘Peanut Butter Falcon’ Win SXSW Audience Awards, su thewrap.com, 16 marzo 2019. URL consultato l'8 agosto 2019.
  10. ^ (EN) DGA Announces Nominees for Outstanding Directorial Achievement in Theatrical Feature Film for 2019, su Directors Guild of America Award, 7 gennaio 2020. URL consultato l'8 gennaio 2020.
  11. ^ (EN) THURSDAY, JANUARY 2, 2020, su Palm Springs International Film Festival, 2 gennaio 2020. URL consultato il 3 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 24 gennaio 2020).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]