In the Land of Grey and Pink

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
In the Land of Grey and Pink
Artista Caravan
Tipo album Studio
Pubblicazione 1971
Durata 43 min : 18 s
Dischi 1
Tracce 5
Genere Rock progressivo
Etichetta Deram
Produttore David Hitchcock
Registrazione Tra il settembre 1970 ed il gennaio 1971 agli AIR & Decca Studios, Londra
Note Ingegneri del suono: John Punter, David Grinstead e Derek Varnals
Certificazioni
Dischi d'oro 1
Caravan - cronologia
Album successivo
(1972)

In the Land of Grey and Pink è il terzo album dei Caravan. Ritenuto da molti il loro capolavoro, è considerato una delle opere più rappresentative della scena di Canterbury e del rock progressivo in generale. L'alto livello artistico del disco si è accompagnato ad un buon successo commerciale, che ha fruttato alla band un disco d'oro.[1]

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Le tracce leggere, melodiche e solari si intrecciano a testi bizzarri espressi con elegante ironia dalle flautate voci di Pye Hastings e Richard Sinclair, incarnando lo spirito gioioso del gruppo. Con questo lavoro i Caravan raggiungono la maturità artistica e compiono un ulteriore salto di qualità rispetto al convincente album precedente.[2] I frequenti assoli dei fiati del cugino di Pye, Jimmy Hastings, di nuovo ospite aggiunto, danno risalto al lato fiabesco dell'album.

Un piccolo contributo viene offerto da Paul Beecham, che apre Golf Girl con il trombone, e dall'ingegnere del suono Dave Grinstead con il sintetizzatore che riproduce il suono di un cannone, una campana e uno strumento a fiato su Nine Feet Underground.[3]

La classica Golf Girl e la title track, scritte da Richard Sinclair con vellutata ironia, diventano brani cult per i sempre più numerosi ammiratori della band. Quella che viene considerata da molti il capolavoro dei Caravan è la lunga suite Nine Feet Underground,[2][4][5] scritta da un ispirato David Sinclair, il cui organo spazia con disinvoltura tra vari stili e stati d'animo, contrappuntato dalla chitarra di Pye Hastings, ed accompagnato con puntualità dal basso del cugino Richard e dalla batteria di Richard Coughlan. La traccia, che venne chiamata così perché fu composta da David in uno sgabuzzino sotterraneo fondendo insieme tre canzoni, si chiude con un crescendo vertiginoso di jazz-rock. Winter Wine si segnala per un altro armonioso assolo di David al pianoforte.

Dopo la realizzazione del disco, si registra la prima uscita dal gruppo di David Sinclair, che cerca nuove dimensioni con i Matching Mole di Robert Wyatt; tornerà nei Caravan e se ne riandrà più volte in seguito.[2]

Nel 2001 è stata pubblicata una versione rimasterizzata contenente cinque tracce aggiuntive, delle quali It's Likely to Have a Name Next Week e Group Girl sono demo di prova delle originali Winter Wine e Golf Girl, mentre Frozen Rose e Aristocracy erano brani realizzati durante le registrazioni originali ma non avevano trovato posto nel disco per motivi commerciali. Il brano Aristocracy era stato inserito in Waterloo Lily, il quarto album del gruppo.[2]

Nel 2011, per il quarantesimo anniversario dell'album, sono usciti 2 CD ed un DVD, che contengono una nuova rimasterizzazione, alcuni inediti ed alcuni brani dal vivo registrati nel 1971.[3]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Golf Girl – 5:00 (Richard Sinclair)
  2. Winter Wine – 7:36 (Richard Sinclair)
  3. Love to Love You (And Tonight Pigs Will Fly) – 3:04 (Pye Hastings)
  4. In the Land of Grey and Pink – 5:00 (Richard Sinclair)
  5. Nine Feet Underground – 22:43 (David Sinclair)
    • Nigel Blows a Tune
    • Love's a Friend
    • Make It 76
    • Dance of the Seven Paper Hankies
    • Hold Grandad by the Nose
    • Honest I Did!
    • Disassociation
    • 100% Proof

Durata totale: 43:23

Bonus tracks (2001)[modifica | modifica wikitesto]

  1. Frozen Rose[6] – 6:12 (Richard Sinclair)
  2. Aristocracy[7] – 3:42 (Pye Hastings)
  3. It's Likely To have A Name Next Week[8] – 7:48 (Richard Sinclair)
  4. Group Girl [9] – 5:04 (Richard Sinclair)
  5. Dissassociation/100% Proof[10]

Bonus tracks (2011)[modifica | modifica wikitesto]

CD1 (album originale + 3 bonus tracks)[modifica | modifica wikitesto]

  1. Frozen Rose[11] – 6:08
  2. Love To Love You (And Tonight Pigs Will Fly)[12]
  3. Nine Feet Underground[13] – 22:39

CD2[modifica | modifica wikitesto]

  1. Aristocracy[11] – 3:15
  2. It Doesn't Take A Lot[14] – 3:14
  3. Love To Love You (And Pigs Will Fly)[15] – 3:21
  4. It's Likely To Have A Title Next Week[16] – 7:48
  5. Nigel Blows A Tune[17] – 5:51
  6. Group Girl[18] – 5:14
  7. Love Song Without Flute[19] – 3:33
  8. In The Land of Grey and Pink[19] – 3:44
  9. Love To Love You (And Pigs Will Fly)[19] – 3:12
  10. Nine Feet Underground[20] – 14:27
  11. Feelin' Reelin' Squeelin'[20] – 9:30 (Kevin Ayers)

DVD (surround mix dell'intero album + bonus video registrati al Beat Club (TV tedesca) nel luglio del 1971)[modifica | modifica wikitesto]

  1. Golf Girl
  2. Winter Wine[21]

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

ospiti
  • Jimmy Hastings - flauto, sassofono
  • Dave Grinstead - cannone, campana e strumento a fiato su Nine Feet Underground
  • John Beecham - trombone su Golf Girl

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Biografia di Jimmy Hastings www.jimmyhastings.com
  2. ^ a b c d (EN) Planer, Lindsey: Recensione di In the Land of Grey and Pink Allmusic
  3. ^ a b (EN) Discografia dei gruppi di Canterbury, lettera C su Calyx
  4. ^ (EN) Recensione di In the Land of Grey and Pink Calyx, il sito della musica di Canterbury
  5. ^ Piero Scaruffi: I Caravan in History of Rock www.scaruffi.com
  6. ^ riportata erroneamente anche come I Don't Know Its Name (Alias The Word)
  7. ^ già pubblicata nel quarto album del gruppo
  8. ^ versione strumentale di Winter Wine
  9. ^ prima versione di Golf Girl con testo diverso e diversa sonorità della tastiera particolarmente nell'introduzione
  10. ^ nuovo missaggio
  11. ^ a b missaggio stereo
  12. ^ missaggio stereo della prima versione
  13. ^ missaggio stereo della versione alternativa con Dave Sinclair che canta in Disassociation
  14. ^ inedita cantata da Dave Sinclair
  15. ^ missaggio stereo dell'extended version
  16. ^ missaggio stereo di Winter Wine strumentale
  17. ^ prima versione inedita
  18. ^ missaggio stereo della prima versione di Golf Girl
  19. ^ a b c Sounds of the Seventies
  20. ^ a b John Peel Sunday Concert
  21. ^ inedito

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock progressivo Portale Rock progressivo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock progressivo