Imnos is tin Eleftherian

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ύμνος εις την Ελευθερίαν
Ýmnos is tin Eleftherían
Solomos portrait 4.jpg
Il compositore dell'inno Dionysios Solomos
CompositoreDionysios Solomos (testo)
Nikolaos Mantzaros (musica)
Epoca di composizione1823-1864
Ascolto
(info file)

L'Inno alla libertà (in greco moderno: Ύμνος εις την Ελευθερίαν; Ýmnos is tin Eleftherían) è il cosiddetto Ethnikós Ýmnos tis Ellinikís Dimokratías/Εθνικός Ύμνος της Ελληνικής Δημοκρατίας, ovvero letteralmente l'inno nazionale della Repubblica Ellenica nonché dello Stato Cipriota, esattamente uguale per entrambe le entità statali, nel testo e nella musica.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il testo è composto dalle prime due strofe dell'omonima poesia composta nel maggio del 1823 da Dionysios Solomos (1798-1857), e musicata poi nel 1828 da Nikolaos Mantzaros (1795-1873); è stato adottato come inno ufficiale greco nel 1864 dal re Giorgio I, durante le fasi del conseguimento dell'indipendenza nazionale nella lotta contro i turchi.

È stato poi adottato come inno nazionale cipriota nel 1966,[1] dopo che i turco-ciprioti si staccarono dal governo, in un periodo alquanto turbolento, dove un forte movimento nazionalista tendeva a promuovere l'unione di Cipro alla Grecia. È questo uno dei pochi casi esistenti al mondo di nazioni che usano lo stesso inno nazionale, ma nello specifico è l'unico caso al mondo di due nazioni che utilizzano stesso testo e stessa musica.

Testo[modifica | modifica wikitesto]

Testo greco
Σε γνωρίζω από την κόψη
του σπαθιού την τρομερή,
Σε γνωρίζω από την όψη,
που με βια μετρά[ει] τη[ν] γη.
Απ' τα κόκαλα βγαλμένη
των Ελλήνων τα ιερά,
Και σαν πρώτα ανδρειωμένη,
χαίρε, ω χαίρε Ελευθεριά.
Traslitterazione
Se gnōrízō apó tin kópsī
tou spathioú tīn tromerí,
Se gnōrízō apo tin ópsī
pou me viá metrá[ij] tī[n] jī.
Ap'ta kokkala vgalménī
tōn Ellínon ta ierá,
Ke san próta andrijōménī,
chére, o chére, Eleftheriá!
Traduzione in italiano
Ti riconosco dal taglio
terribile della tua spada,
ti riconosco dal tuo volto
che con foga definisce la terra.
Risollevata dalle ossa
sacre dei Greci,
e valorosa come prima,
ave, o ave, libertà.

Testo polifonico[modifica | modifica wikitesto]

Testo greco
Σὲ γνωρίζω ἀπὸ τὴν κόψη
τοῦ σπαθιοῦ τὴν τρομερή,
σὲ γνωρίζω ἀπὸ τὴν ὄψη,
ποῦ μὲ βία μετράει τὴ γῆ.
Ἀπ᾿ τὰ κόκαλα βγαλμένη
τῶν Ἑλλήνων τὰ ἱερά,
καὶ σὰν πρῶτα ἀνδρειωμένη,
χαῖρε, ὢ χαῖρε, Ἐλευθεριά!
Traslitterazione
Sè gnōrízō apò tèn kópsē
toû spathioû tèn tromeré,
sè gnōrízō apò tèn ópsē,
poû mè vía metráei tè gê
Ap' tà kókala vgalménē
tôn Hellénōn tà hierá,
kaì sàn prôta andreiōménē,
chaîre, ò chaîre, Eleutheriá!

Collegamenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Presidency of the Republic of Cyprus - The National Anthem, su presidency.gov.cy. URL consultato il 14 febbraio 2011 (archiviato dall'url originale il 21 agosto 2011).(EN)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

  • Il Coro Rosarte nel eseguì l'Inno alla cerimonia di apertura delle Olimpiadi speciali del 2011

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]