Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Imagawayaki

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Imagawayaki
Imagawayaki 001.jpg
Origini
Luoghi d'origineGiappone Giappone
Taiwan Taiwan
Dettagli
Categoriadolce
Ingredienti principalipastella, anko
 

L'Imagawayaki (今川焼き?) è un dessert giapponese. Si trova spesso in vendita nei banchi dei matsuri ed è consumato abitualmente anche a Taiwan (dove prende il nome di chēlún bǐng 車輪餅 o hóngdòu bǐng 紅豆餅). Viene preparato mettendo della pastella in una particolare padella — simile alla piastra per la preparazione dei waffle — e farcito con anko secondo la ricetta tradizionale. Con il tempo si sono diffuse molte varianti che prevedono un'ampia varietà di ripieni: crema alla vaniglia, creme e confetture di frutta, curry, carne, verdura, patate e maionese.[1][2]

Gli imagawayaki sono simili ai dorayaki, ma questi ultimi sono composti da due pancake tra i quali viene inserito il ripieno dopo la cottura e spesso vengono serviti freddi.

Questi dolci furono venduti per la prima volta nei pressi del ponte Imagawabashi a Kanda nell'era An'ei (anni 1772 - 1781) del periodo Edo; il nome imagawayaki per indicare i dolci nasce in questa occasione.

I vari nomi degli imagawayaki[modifica | modifica wikitesto]

La preparazione degli imagawayaki (del tipo gozasōrō) in un negozio posto in Sannomiya, un distretto di Kobe

Gli imagawayaki assumono vari nomi che variano a seconda delle zone di produzione, delle ditte che li vendono o del periodo storico:

Per area geografica[modifica | modifica wikitesto]

  • Ōban-yaki (大判焼き?) — utilizzato prevalentemente nel Kansai
  • Kaiten-yaki (回転焼き?) o Kaiten manjū (回転饅頭?) — utilizzato prevalentemente nel Kansai e nel Kyūshū
  • Nijū-yaki (二重焼き?)
  • Koban-yaki (小判焼き?)
  • Gishi-yaki (義士焼き?)
  • Tomoe-yaki (巴焼き?)
  • Taiko-yaki (太鼓焼き?) o Taiko manjū (太鼓饅頭?)
  • Bunka-yaki (文化焼き?)
  • Taishō-yaki (大正焼き?)
  • Jiyū-yaki (自由焼き?)
  • Fūfu manjū (夫婦饅頭?) o Fū man (フーマン?)
  • Oyaki (おやき?) — usato in alcune località della Prefettura di Aomori e in Hokkaidō; differisce dallo "oyaki" che si trova nella Prefettura di Nagano perché quest'ultimo è uno gnocco di grano saraceno fermentato
  • Kintsuba (きんつば?) — usato in alcune località della Prefettura di Niigata e della Prefettura di Fukushima

Per produttore[modifica | modifica wikitesto]

  • Gozasōrō (御座候?) — è il nome assegnato al dolce dalla Gozasōrō, società fondata nel 1950 a Himeji. Il nome deriva da un'espressione arcaica che significa "grazie per l'acquisto".[3]
  • Higiri-yaki (ひぎりやき?) — è il nome assegnato al dolce dalla Sawai Honpo, società della Prefettura di Ehime. Il nome prende origine dall'Higiri jizō che si trova nei pressi della stazione Matsuyama a Ehime.[4]

Storici e non più usati[modifica | modifica wikitesto]

  • Fukkō-yaki (復興焼き? lett. "gli yaki della ricostruzione") — in una canzone scritta per celebrare la ricostruzione seguente il Grande terremoto del Kantō del 1923 si afferma che gli imagawayaki presero il nome di fukkōyaki..[5]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Pleasure Palate: Japanese Pastry Aka Imagawa-Yaki Tasting at Fulfilled, pleasurepalate.blogspot.com, 5 maggio 2009. URL consultato il 6 novembre 2013.
  2. ^ (EN) Japanese Snack Reviews: Nichirei Custard Cream Imagawayaki, japanesesnackreviews.blogspot.com, 12 ottobre 2010. URL consultato il 6 novembre 2013.
  3. ^ Come risulta da un articolo pubblicato sul Kobe Shimbun del 28 giugno 2003.
  4. ^ Come risulta da un articolo pubblicato sull'Ehime Shimbun del 5 marzo 2005.
  5. ^ Satsuki Soeda e Hakurui Shibuya, "Fukkou bushi" (復興節?), 1923. JASRAC 074-0605-3.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]