Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Ildefonso Falcones

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ildefonso Falcones de Sierra

Ildefonso Falcones de Sierra (Barcellona, 1958) è uno scrittore e avvocato spagnolo.

Specializzato in Diritto civile[1], noto come autore del romanzo storico La catedral del mar (La cattedrale del mare), pubblicato nel 2006 dalla Editorial Grijalbo di Barcellona. Il libro ha riscosso subito un successo strepitoso, vendendo 250.000 copie in appena due mesi[1] e comparendo, verso settembre, sul mercato internazionale con diverse traduzioni. Grazie a La catedral Falcones vince diversi premi letterari, tra i quali nel 2007 il Premio Letterario Giovanni Boccaccio in Italia, dove è pubblicato da Longanesi.

Scrive Simonetta Fiori su La Repubblica (27 gennaio 2007): Un nome da hidalgo e modi molto concreti da avvocato di lungo corso, Falcones ha 47 anni, è figlio di un militare, e non ama la Spagna "zapatera". Il suo romanzo d'esordio, "La cattedrale del mare" (Longanesi), ha venduto solo in patria quasi un milione di copie e ora si prepara a insidiare i vari King e Crichton nelle classifiche d'una ventina di paesi, favorito dal successo dei connazionali Carlos Ruiz Zafon e Julia Navarro. Un fenomeno che attiene all'editoria più che alla letteratura, trattandosi di un romanzo fluviale fondato sulle regole eterne del feuilletton, aggiornato ai tempi della telenovela storica[2].

Nel 2009 pubblica il suo secondo romanzo, La mano de Fátima, edito in Italia nel 2009, sempre da Longanesi, con il titolo di La mano di Fatima, mentre nel 2013 è la volta del suo terzo romanzo intitolato La reina descalza pubblicato in Italia ancora da Longanesi come La regina scalza. Nel 2016 arriva in libreria Gli eredi della Terra una sorta di sequel del primo romanzo mentre è prevista nel 2017 la trasmissione sul canale spagnolo Antena 3 dello sceneggiato tratto proprio da La cattedrale del mare.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Bassorilievo raffigurante un bastaix

La cattedrale del mare[modifica | modifica wikitesto]

Falcones ha dovuto rielaborare il romanzo due volte (la prima con l'aiuto di un esperto di scrittura creativa e successivamente per mano propria) prima che questo fosse accettato dalla casa editrice Grijalbo, che ha infine deciso di pubblicarne 85.000 copie nel marzo 2006[1]; ha poi deciso d'incrementarne la tiratura, in vista della Giornata mondiale del libro e del diritto d'autore (23 aprile), avendone previsto il successo: quell'anno la capitale mondiale del libro è Torino. Il romanzo viene dunque tradotto in diverse lingue e lanciato sul mercato internazionale[3]: in Europa riscuote subito uno strepitoso successo, così viene pubblicato anche in Russia (Собор Святой Марии), Cina (海上教堂), Brasile, Turchia e Stati Uniti (The cathedral of the sea)[3]. In Italia, in particolare, riscuote un grandissimo successo: tradotto da Longanesi a gennaio, nelle librerie dal 1º febbraio 2007, ne sono pubblicate ben quattordici edizioni - fino al mese di settembre[3]. Repubblica, al riguardo, scrive: Oltre seicento pagine da consumare avidamente. Nonostante parli anche dell'Inquisizione, inoltre, ottiene l'approvazione anche di Famiglia Cristiana, che scrive: Al primo romanzo pubblicato, lo spagnolo Ildefonso Falcones ha fatto centro.

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: La cattedrale del mare.

La storia narra della sofferta vita di Arnau Estanyol, figlio di un contadino fuggiasco riparatosi a Barcellona, nel quartiere della Ribera, cioè dei vasai. Siamo nel XIV secolo. La sua vicenda, estremamente tormentata anche a causa del contesto storico, si svolge parallelamente alla costruzione della Cattedrale di Santa María del Mar, cui contribuisce lavorando come bastaix, cioè come portatore di pietre, e poi finanziandone l'ultimazione (in totale la durata dei lavori va dal 1329 al 1383).

Il romanzo, di oltre seicento pagine, è diviso in quattro parti:

  • Servi della gleba
  • Servi della nobiltà
  • Servi della passione
  • Servi del destino

Dal 3 ottobre 2016 è presente in libreria Gli eredi della Terra, il seguito della Cattedrale del mare. Torna Arnau Estanyol: dopo le mille traversie che hanno segnato la sua vita e la costruzione della grandiosa Cattedrale del Mare, è ormai uno dei più stimati notabili di Barcellona. Questa volta la sua città gli chiede un sacrificio estremo, e non sarà facile combattere contro i suoi storici nemici, i Puig, tornati per mettere in atto una vendetta che covano da anni, tanto sanguinosa quanto ignobile.

Altre Opere[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c La cattedrale del mare, copertina, Longanesi, edizione settembre 2007
  2. ^ Ildefonso Falcones De Sierra, 27 gennaio 2007
  3. ^ a b c La cattedrale del mare, copertina

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN85830150 · ISNI: (EN0000 0001 1773 1959 · SBN: IT\ICCU\UBOV\029551 · LCCN: (ENn98080864 · GND: (DE132511827 · BNF: (FRcb15688514j (data)