Ilaria Alpi - Il più crudele dei giorni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ilaria Alpi - Il più crudele dei giorni
Ilaria Alpi il più crudele dei giorni.png
Giovanna Mezzogiorno e Rade Šerbedžija in una scena del film
Titolo originale Ilaria Alpi - Il più crudele dei giorni
Paese di produzione Italia
Anno 2003
Durata 100 min
Genere drammatico
Regia Ferdinando Vicentini Orgnani
Soggetto Marcello Fois, Ferdinando Vicentini Orgnani
Sceneggiatura Marcello Fois, Ferdinando Vicentini Orgnani
Produttore John Cesaroni, Gherardo Pagliei, Marco Quintili
Produttore esecutivo Piero Amati, Marco Quintili
Fotografia Giovanni Cavallini
Montaggio Claudio M. Cutry, Alessandro Heffler
Musiche Paolo Fresu
Scenografia Davide Bassan OSM Mario Morana
Costumi Elisabetta Antico
Trucco Nezha Aouis, Carla Catanzaro, Aurora Gambelli, Mirjana Stevovic, Martina Subic-Dodocic, Elide Velicogna
Interpreti e personaggi
Premi

Ilaria Alpi - Il più crudele dei giorni è un film del 2003 diretto da Ferdinando Vicentini Orgnani.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

L'ultimo mese di vita di Ilaria Alpi, giornalista Rai, e del suo operatore di ripresa Miran Hrovatin, uccisi il 20 marzo 1994 a Mogadiscio, in Somalia[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Intervista a Ferdinando Vicentini Orgnani, reti-invisibili.net, 27 novembre 2003. URL consultato il 13 gennaio 2011.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema