Il viaggio dell'elefante

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il viaggio dell'elefante
AutoreJosè Saramago
1ª ed. originale2008
1ª ed. italiana2009
Genereromanzo
Lingua originale portoghese
AmbientazioneEuropa
ProtagonistiL'elefante Salomone

Il viaggio dell'elefante è un romanzo di José Saramago, è uscito in Portogallo nel 2008 ed è stato tradotto in Italia nel 2009. Si svolge nel pieno delle guerre di religione.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Protagonista è l'elefante Salomone, che il re del Portogallo, su consiglio della pia sposa, Caterina d'Austria, decide di donare all'Arciduca d'Austria Massimiliano, al momento reggente in Spagna. Inizia così il viaggio, surreale e pittoresco, dalla Spagna verso Vienna. Il dono reale è accompagnato da folta scorta militare, da preti, da cavalli e buoi, ma, soprattutto, dal suo affezionato custode indiano, Subhro. L'avventurosissimo percorso, per terra e per mare e attraverso il valico del Brennero è seguito da folle stupite e festanti, fino all'arrivo a Vienna. Con l'ironia che gli è solita e con una leggerezza nuova, Saramago trascina il lettore nelle piccole storie che fanno la Storia.

Edizioni italiane[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]